Certificati medici di gravidanza ed interruzione

Dopo il servizio dei certificati di malattia online, l’Inps attiva un nuovo servizio per la trasmissione dei certificati medici di gravidanza ed interruzione.

Un servizio innovativo che facilita sia l’Inps che le donne gestanti e che mette qualche adempimento in più, però telematico, per i medici certificatori.

Infatti il servizio è rivolto ai:

  • medici certificatori, in particolare i ginecologi;
  • alle lavoratrici in gravidanza;
  • ai datori di lavoro.

Grazie a questo servizio le lavoratrici in gravidanza non dovranno presentare più il certificato medico originale all’Inps in formato cartaceo per la domanda di maternità obbligatoria e anche per ottenere il premio bonus mamma di 800 euro.

I datori di lavoro come per malattia, potranno consultare il certificato medico della lavoratrice mediante apposita procedura online dell’Inps.

Certificati medici di gravidanza ed interruzione: la procedura

I medici certificatori, attraverso le proprie credenziali Inps, devono compilare e trasmettere il certificato medico di gravidanza o interruzione attraverso il servizio dell’Inps e devono indicare a secondo della motivazione i seguenti dati.

Per i certificati di gravidanza:

  • le generalità della lavoratrice;
  • la settimana di gestazione alla data della visita;
  • la data presunta del parto.

Per i certificati di interruzione della gravidanza:

  • le generalità della lavoratrice;
  • la settimana di gestazione alla data della visita;
  • la data presunta del parto;
  • la data di interruzione della gravidanza.
Potrebbe interessarti anche  Fondo est assistenza sanitaria integrativa lavoratori del commercio, Turismo e servizi

In caso di interruzione, il medico nel certificato deve inserire la data di interruzione della gravidanza. Dopo aver fatto questo, il medico certificatore deve consegnare alla futura mamma il numero univoco di certificato assegnato dal sistema.

In caso di errore di trasmissione di un certificato, il medico potrà annullarlo attraverso lo stesso servizio utilizzato per la trasmissione. L’annullamento è consentito esclusivamente entro la mezzanotte del giorno seguente alla data di trasmissione.

Decorso tale termine, la cancellazione dei certificati acquisiti dall’Inps sarà possibile esclusivamente previa presentazione di un’apposita richiesta di annullamento alla sede INPS territorialmente competente.

Come procedere

Le lavoratrici, come per la malattia, potranno consultare e stampare il certificato medico telematico, mentre il datore di lavoro potrà consultare solo l’attestato di gravidanza o interruzione.

Per accedere al servizio clicca su www.inps.it.

Clicca su Cerchi servizi, scrivi: Trasmissione online dei certificati di gravidanza e interruzione e clicca su cerca. Poi vai su Trasmissione online dei certificati di gravidanza e interruzione.

Clicca su Accedi al servizio.

Clicca su Cerchi servizi, scrivi: Trasmissione online dei certificati di gravidanza e interruzione e clicca su cerca.

Premi il servizio, in relazione che tu sia medico certificatore, mamma futura o datore di lavoro.

Riferimento normativo:

  • Messaggio Inps n. 82 del 04/05/2017.
  • articolo 21, decreto legislativo 26 marzo 2001, n. 151 – Testo Unico sulla maternità e paternità, modificato dal decreto legislativo 26 agosto 2016, n. 179 – Codice dell’amministrazione digitale.
Valuta l'articolo
[Totali: 3 Media: 5]

Se ci sono dei commenti, troverai già la risposta al tuo quesito - Leggi prima di commentare ;)