Tutte le novità della Certificazione Unica 2024
Tutte le novità della Certificazione Unica 2024

Articolo aggiornato il 18 Febbraio 2024 da Stefano Mastrangelo

CU 2024 approvato in via definitiva

Certificazione Unica novità 2024 e quando si riceve il Cud 2024? L’Agenzia delle Entrate ha recentemente pubblicato la versione definitiva della Certificazione Unica (CU) 2024 e le relative istruzioni di compilazione, con scadenza al 16 marzo 2024 e invio obbligatorio tramite modalità telematica.

Quest’anno, la CU include importanti aggiornamenti:

  1. l’introduzione di una tassazione agevolata sulle mance per i lavoratori del settore turistico,
  2. ristrutturazioni nel settore dello sport dilettantistico e professionale,
  3. cambiamenti nelle regole sui fringe benefit,
  4. modifiche nella riduzione IRPEF per il comparto sicurezza e difesa.

Il modello della CU 2024 è strutturato in tre sezioni principali: il Frontespizio, che include dati generali e l’impegno alla presentazione telematica; il Quadro CT, che riguarda i dati telematici per i Modelli 730-4. Le sezioni più importanti per il contribuente della Certificazione Unica 2024, sono i riquadri dove sono riportati i dati fiscali e previdenziali legati al lavoro dipendente, autonomo, e ai redditi da locazioni brevi.

Cu 2024 ecco tutte le novità

Tra le novità più significative c’è la tassazione agevolata delle mance, applicabile ai lavoratori dipendenti del settore turistico con un reddito annuale non superiore a 50.000 euro. Questo prevede un’imposta sostitutiva del 5% sulle mance, fino al 25% del reddito annuo.

Nel settore sportivo, è stata introdotta una nuova sezione per i lavoratori sportivi dilettanti e figure assimilate, con una franchigia di 15.000 euro per l’imponibilità dei redditi.

Per i fringe benefit, nel 2023 è previsto un limite di esenzione innalzato a 3.000 euro per i lavoratori con figli fiscalmente a carico. Questi benefit devono essere indicati nel punto 475 del modello CU, indipendentemente dal loro ammontare.

Una novità rilevante è il trattamento integrativo speciale per i lavoratori del settore turistico, ricettivo e termale, pari al 15% delle retribuzioni lorde per il lavoro notturno e straordinario effettuato in specifici periodi del 2023.

Infine, per il comparto sicurezza e difesa, è stata prevista una rideterminazione della riduzione IRPEF, che va indicata nel punto 383 del modello, con una detrazione massima di 571 euro.

Quando si riceve il CUD 2024?

Il nuovo CU 2024 che certifica i redditi e le ritenute dell’anno 2023, sarà consegnato dal datore di lavoro, per il settore privato, entro il 16 Marzo 2024.

I pensionati, i soggetti che hanno percepito un’indennità economica Naspi, Dis-coll o Cig, dovranno direttamente scaricarlo sul sito dell’Inps, con lo Spid, la carta di identità elettronica o la carta nazionale dei servizi oppure potranno richiederlo al proprio patronato o caf di fiducia.

I lavoratori pubblici dovranno scaricare il CU direttamente sul servizio online di ogni singola amministrazione, come ad esempio Noipa per i dipendenti statali della scuola.

Dopo il 16 Marzo tutti questi Cu saranno disponibili sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui