Articolo aggiornato il

Chi può richiedere il Reddito di Emergenza?

A Maggio 2020 arriva il Reddito di Emergenza da 400 euro e sino a 800 euro, in relazione al numero dei componenti familiari, per tre mesi, anche a coloro che percepisco il Reddito di cittadinanza. Vediamo insieme chi può richiederlo.

Cos’è il Reddito di Emergenza denominato REM?

Il Reddito di Emergenza REM è una misura di sostegno al reddito, durante l’emergenza Covid-19, per i nuclei familiari senza reddito, senza la possibilità di percepire i bonus di 600 euro previsti dal decreto Cura Italia e per coloro che prendono mensilmente un importo minimo di Reddito di cittadinanza. E’ il nuovo bonus lavoro nero, dichiarato più volte dai Ministri del governo.

A chi è destinato?

I requisiti del Reddito di Emergenza sono stati pubblicati sulla bozza del decreto di Aprile – Maggio 2020, ancora non approvati e non definitivi.

Il Reddito di emergenza Inps viene corrisposto ai nuclei familiari in possesso, al momento della presentazione della domanda e per tutta la durata del pagamento del beneficio, con i seguenti requisiti. Il richiedente del Reddito di Emergenza deve essere cittadino maggiorenne:

  • residente in Italia,
  • italiano o dell’Unione Europea;
  • straniero di Paesi terzi, in possesso del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo, o apolide in possesso di analogo permesso. (da confermare)
  • cittadino di Paesi extraUE, familiare di cittadino italiano o comunitario – come individuato dall’articolo 2, comma 1, lettera b), del decreto legislativo 6 febbraio 2007, n. 30 – titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente; (da confermare)
  • titolare di protezione internazionale.

Il REM spetterà agli stranieri titolari di solo permesso di soggiorno? Attendiamo il decreto definitivo, per conoscere tutti i requisiti dettagliati della misura.

Reddito di emergenza requisiti Inps

Il nucleo familiare deve essere in possesso di un Isee in corso di validità con:

  • un valore ISEE inferiore a 15.000,
  • un valore del patrimonio mobiliare anno 2019 (non 2018), non superiore a 10.000 euro per una persona, incrementato di euro 5000 euro (fino a 20.000 euro), per ogni componente successivo al primo,
  • un valore del reddito familiare nel mese precedente la richiesta ed in ciascun mese che precede il pagamento, inferiore a 400 euro per il parametro della scala di equivalenza del Reddito di cittadinanza e comunque non superiore a 800 euro mensili.

Non si tiene conto, per determinare la scala di equivalenza dei nuclei familiari, i componenti in una delle seguenti condizioni:

  • in stato detentivo, per tutta la durata della pena,
  • le persone ricoverate in istituti di cura di lunga degenza o altre strutture residenziali a totale carico dello Stato o di altre Amministrazioni Pubbliche.

E’ importante chiarire che:

  • Il patrimonio mobiliare (saldo e giacenza dei conti correnti, carte prepagate, strumenti finanziari, buoni fruttiferi ed altro), in base al testo di bozza, sarà quello al 31 Dicembre 2019 e non quello indicato sul modello Isee 2020,
  • il valore del reddito familiare di tutti i componenti del nucleo è costituito dal Reddito di lavoro, di Naspi, Dis-coll, Cassa integrazione, assegno di mantenimento, proventi da attività agricole, redditi soggetti ad imposta sostitutiva, reddito figurativo delle attività finanziarie e quello previsto dall’articolo 5 comma 4 del DPCM 159/2013,
  • mentre il nucleo familiare, si identifica con tutti i familiari residenti del nucleo e per coniugi non residenti in determinati casi. (FAQ ISEE 2020)

Come si calcola il Reddito di Emergenza Inps?

Il REM non spetta ai percettori o per chi ha percepito:

  • il bonus di 600 euro o 1000 euro come professionista con partita iva e co.co.co.,
  • Bonus Inps come lavoratore autonomi, stagionale, agricolo e dello spettacolo,
  • le indennità previste dal Fondo per il reddito di ultima istanza.

Reddito di cittadinanza e reddito di emergenza sono compatibili? Hanno diritto al Reddito di emergenza, anche per chi percepisce il Bonus Reddito di cittadinanza (non parla il decreto della Pensione di cittadinanza), quando la somma di entrambi, non supera l’importo spettante del REM.

Ad esempio due componenti familiari adulti, con reddito del mese precedente e per la durata del Rem pari a zero e con reddito di cittadinanza pari a 300 euro, possono percepire al massimo 260 euro di REM mensili (560 euro – 300 euro di Rdc)

Quanto spetta di Reddito di Emergenza 2020?

Reddito di Emergenza: quanto spetta mensilmente?
Esempi importi del reddito di emergenza 2020
Parametro scala di equivalenza REMImporto Reddito di Emergenza 2020
1400 euro
1,4 per nuclei con n. 2 componenti maggiori di 18 anni (ad esempio due genitori)560 euro
1,6 per nuclei con n. 2 componenti maggiori di 18 anni ed n. 1 componente minori di 18 anni640 euro
1,8 per nuclei con n. 2 componenti maggiori di 18 anni ed n. 2 componenti minori di 18 anni720 euro
2,00 per i nuclei con n. 3 componenti maggiori di 18 anni e n. 2 componenti minori di 18 anni800 euro
2,10 per i nuclei con n. 3 componenti maggiori di 18 anni (di cui uno disabile grave) e n. 2 componenti minori di 18 anni840 euro

Ad esempio per 2 genitori e 3 minorenni spetterebbero 800 euro, se nel mese precedente e durante l’erogazione del Bonus, il reddito sia uguale a zero. Come per il reddito di cittadinanza, l’Inps dovrà specificare, se dal reddito lordo del REM, si sottrae il reddito del mese precedente ed i trattamenti assistenziali dell’Inps.

Quanto dura il REM?

Il Rem dura 3 mesi, a decorrere dal mese di presentazione della domanda.

Inps Reddito di Emergenza domanda online?

La bozza del decreto esplica che, in riferimento alla richiesta, si applicano le norme dell’articolo 5 del decreto legge 4/2019 Reddito di cittadinanza. Ci vorrà un’autocertificazione per il reddito di emergenza? Crediamo proprio di sì, sopratutto per dichiarare il reddito del nucleo familiare del mese precedente.

La domanda Reddito di emergenza, si potrà inviare tramite il Caf, i servizi online dell’Inps con codice Pin Inps dispositivo e Spid, oppure tramite l’ufficio postale. Si potrà presentare domanda entro il mese di Luglio 2020.

Come richiedere la carta Reddito di Emergenza? Il REM sarà corrisposto con le stesse modalità del Reddito di cittadinanza, ossia sarà consegnata una carta prepagata REM, con ricariche mensili.

Per qualsia variazione patrimoniale mobiliare e di reddito, bisognerà comunicarla all’Inps, entro il 10 del mese successivo, per interrompere il beneficio dal mese seguente alla data della comunicazione.

Tutti i controlli dei conti correnti e dei redditi saranno effettuati dall’Agenzia delle Entrate in collaborazione con Inps.

Nel caso di dichiarazioni false o in mancanza dei requisiti, il beneficiario sarà costretto a restituire tutti gli importi del REM.

Consulenza Insindacabili.it
Hai bisogno di una consulenza personalizzata? Entra adesso sul nostro Store e scegli il servizio più adatto a te!

5 Commenti

  1. Buongiorno leggendo l’articolo riguardante il reddito di emergenza notavo che veniva evidenziato (non 2018)potevo avere ulteriori chiarimenti?

Comments are closed.