Dopo gli studi posso richiedere il permesso?

Il Decreto Cura Italia ha prorogato la validità dei permessi di soggiorno in scadenza, sino al 31 Agosto. Mentre i permessi di soggiorno per lavoro stagionale, rilasciati o in scadenza, tra il 23 febbraio ed il 31 maggio, sono validi sino al 31/12/2020.

Sono prorogati sino al 31 Agosto 2020, anche i termini per la conversione dei permessi di soggiorno da motivi di studio a lavoro subordinato o autonomo, o da lavoro subordinato stagionale, a lavoro subordinato.

Come convertire il permesso di studio per lavoro?

Il decreto flussi 2020 non è stato ancora pubblicato, a causa dell’emergenza Coronavirus e grazie al decreto che ha consentito la validità dei permessi di soggiorno, sino al 31 agosto e 31 Dicembre 2020.

Possono convertire il permesso di soggiorno per studio, valido sino al 31 Agosto 2020, gli studenti che:

  • hanno compiuto 18 anni in Italia,
  • oppure che si sono laureati in Italia,
  • o hanno conseguito un Master Universitario in Italia.

Due sono i motivi per convertirlo:

  1. lavoro subordinato: in questo caso bisogna avere una proposta di assunzione del datore di lavoro,
  2. lavoro autonomo: lo studente deve dimostrare di voler svolgere un’attività di lavoro autonomo.

La conversione può essere richiesta in qualsiasi momento, solo se in possesso dei requisti elencati precedentemente.

Come inviare la richiesta online?

Per richiedere la conversione del permesso di studio in lavoro subordinato o autonomo, bisogna accedere alla piattaforma online del Ministero dell’Interno: https://nullaostalavoro.dlci.interno.it/Ministero/home_user ed accedere con lo SPID dello studente.

Dopo essere entrato nel sistema, bisogna cliccare sul menu a sinistra: Sportello Unico Immigrazione – richiesta moduli:

In seguito, in basso, bisogna cliccare sul modulo V2 e compilare tutti i dati correttamente.

Modulo per la conversione del permesso di soggiorno per studio

Al termine della compilazione del modulo online, bisogna indicare gli estremi della marca da bollo ed allegare tutti i documenti necessari.

Nel caso di lavoro subordinato, bisogna indicare in dati del futuro datore di lavoro. Mentre, per la conversione in lavoro autonomo, bisogna indicare i dati della ditta individuale o professionale.

Dopo aver controllato tutti i dati, bisogna inviare la domanda. In seguito bisogna attendere l’appuntamento dello Sportello Unico per l’Immigrazione, per consegnare tutti i documenti. La Prefettura rilascerà il nulla osta per lavoro subordinato o autonomo ed il kit da inviare alla posta.

Infine, lo studente sarà convocato dalla Questura per il fotosegnalamento e per il rilascio del permesso di soggiorno ed in seguito potrà richiedere la residenza al Comune e l’iscrizione al servizio sanitario nazionale.

Consulenza online insindacabili.it

Per qualsiasi consulenza professionale sul tema conversione dei permessi di soggiorno, consulta il nostro servizio online dedicato di Consulenza ed assistenza stranieri.

Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui