Detrazione per recupero edilizio: comunicazione Enea dal 21 Novembre 2018

Dal 21 Novembre 2018, è possibile inviare un’apposita comunicazione all’Enea, per tutti i contribuenti che hanno effettuato interventi di recupero del patrimonio edilizio. Questa comunicazione è indispensabile per usufruire della detrazione al 50%, sulla dichiarazione dei redditi 2019.

Dichiarazione Enea 2018: cos’è e come procedere?

Dal 21 novembre 2018, l’Enea, ha reso disponibile sul proprio sito internet: www.ristrutturazioni2018.enea.it, le modalità operative, per comunicare gli interventi edilizi effettuati sugli immobili. Tale comunicazione deve essere inviata, previa registrazione, entro 90 giorni dalla data di ultimazione e collaudo dei lavori. Per i lavori terminati tra il 1° Gennaio 2018 al 21 Novembre 2018, il termine dei 90 giorni, decorre dal 21 Novembre 2018. Quindi la data ultima per la comunicazione dei lavori 2018 all’ENEA è il 19 Febbraio 2019 (La data di attivazione della procedura online sul sito dell’Enea).

Per poter procedere alla comunicazione, devi registrarti sul sito predisposto dall’Enea:

Dichiarazione Enea 2018

Dichiarazione Enea 2018

Clicca su Registrati e compila il modulo correttamente:

Modulo di registrazione ENEA

Modulo di registrazione ENEA

Dopo la registrazione compila i riquadri, indicando gli interventi effettuati. Alla fine trasmetti il tutto e stampa l’intero modello della comunicazione. Nel modulo di comunicazione all’Enea, sarà indicato il codice identificativo e la data della trasmissione.

ENEA detrazioni fiscali 2018: interventi strutture edilizie

Gli interventi di ristrutturazione edilizia da comunicare telematicamente, come indicato nella guida dell’Enea, sono:

  • la riduzione della trasmittanza delle pareti verticali che delimitano gli ambienti riscaldati dall’esterno, dai vani freddi e dal terreno;
  •  riduzione delle trasmittanze delle strutture opache orizzontali e inclinate (coperture) che delimitano gli ambienti riscaldati dall’esterno
    e dai vani freddi;
  • riduzione della trasmittanza termica dei pavimenti che delimitano gli ambienti riscaldati dall’ l’esterno, dai vani freddi e dal terreno.
Potrebbe interessarti anche  Primo Pagamento Naspi Basso - primi pagamenti parziali

ENEA detrazioni fiscali 2018: detrazioni infissi

La detrazione fiscale per interventi sugli infissi, riguarda soprattutto la riduzione della trasmittanza dei serramenti, comprensivi di infissi che delimitano gli ambienti riscaldati dall’esterno e dai vani freddi.

ENEA detrazioni fiscali 2018: impianti tecnologici

La detrazione fiscale del 50% riguarda anche l’installazione degli impianti tecnologici di seguito elencati:

  • installazione di collettori solari (solare termico) per la produzione di acqua calda sanitaria e/o il riscaldamento degli ambienti;
  • sostituzione di generatori di calore con caldaie a condensazione per il riscaldamento degli ambienti (con o senza produzione di acqua calda sanitaria) o per la sola produzione di acqua calda per una pluralità di utenze ed eventuale adeguamento dell’impianto;
  • sostituzione di generatori con generatori di calore ad aria a condensazione ed eventuale adeguamento dell’impianto;
  • pompe di calore per climatizzazione degli ambienti ed eventuale adeguamento dell’impianto;
  • sistemi ibridi (caldaia a condensazione e pompa di calore) ed eventuale adeguamento dell’impianto;
  • microcogeneratori (Pe<50kWe);
  • scaldacqua a pompa di calore;
  • generatori di calore a biomassa;
  • installazione di sistemi di contabilizzazione del calore negli impianti centralizzati per una pluralità di utenze;
  • installazione di sistemi di termoregolazione e building automation;
  • le installazioni di impianti fotovoltaici.

ENEA detrazioni fiscali 2018: elettrodomestici

Infine, a decorrere dal 1° Gennaio 2017, sono detraibili gli elettrodomestici, nel caso in cui ci sia un intervento di recupero del patrimonio edilizio. Gli elettrodomestici sono:

  • forni e frigoriferi;
  • lavastoviglie;
  • piani cottura elettrici;
  • lavasciuga;
  • lavatrici.

La spesa degli elettrodomestici può essere detratta solo se la classe minima energetica è A+, con esclusione dei forni, che richiedono una classe energetica minima di tipo A.

Consulenza Online del team di insindacabili.it
Vuoi ricevere una Consulenza fiscale telefonica dai nostri esperti? Visita subito la nostra area dedicata.

Valuta l'articolo
[Totali: 3 Media: 3.7]

Posted by Nicola Di Masi

Nicola Di Masi, ideatore e creatore di contenuti per il sito insindacabili.it. Abilitato Consulente del Lavoro e responsabile Caf da Maggio 2008 a tutt'oggi. Ha lavorato come Consulente del Lavoro, come operatore di Patronato e ha coordinato le attività formative di un Organismo Formativo Accreditato.

Se ci sono dei commenti, troverai già la risposta al tuo quesito - Leggi prima di commentare ;)