Domanda Rei Inps: modulo e requisiti

Al via le domande del reddito di inclusione, denominato REI, un misura di contro alla povertà, valutata in base alla situazione economica (determinata dall’Isee) e dall’adesione ad un progetto di inclusione sociale e lavorativa.

I beneficiare del REI

Posso richiedere il reddito di inclusione:

  • i cittadini italiani ed i cittadini comunitari;
  • i familiari di cittadini italiani o comunitari, non aventi la cittadinanza in uno Stato membro, titolari del diritto di soggiorno o diritto di soggiorno permanente;
  • i cittadini stranieri in possesso del permesso di soggiorno Ce per soggiornanti di lungo periodo;
  • gli stranieri titolari di protezione internazionale (asilo politico, protezione sussidiaria), che siano residenti in Italia da almeno due anni al momento della presentazione della domanda.
  • inoltre il richiedente deve essere residente in Italia dal almeno due anni, al momento della richiesta del REI.

Requisito del nucleo familiare per accedere al REI

All’interno del nucleo familiare uno dei componenti si deve trovare in una delle seguenti condizioni:

  • minore di età;
  • con disabilità, accertata e certificata dalla Commissione medica invalidi civili;
  • in alternativa all’interno del nucleo ci deve essere un componente che abbia compiuto 55 anni con i requisiti per la disoccupazione (si considerano disoccupati anche chi percepisce un reddito da lavoro dipendente inferiore a 8000 euro ed un reddito di lavoro autonomo di 4800 euro);
  • presenza all’interno del nucleo familiare di una donna in stato di gravidanza (l’accertamento di tale requisito è valutato in base alla documentazione medica rilasciata da struttura pubblica dopo i quattro mesi dalla data presunta del parto. Tale certificato deve essere allegato alla domanda).
  • nessuno dei componenti del nucleo familiare deve fruire della disoccupazione Naspi o di qualsiasi altra misura dovuta da disoccupazione involontaria.

Oltre a questi requisiti devi essere in possesso di una DSU (dichiarazione sostitutiva Unica) che indichi il Tuo valore Isee. Tale valore dell’Isee in corso di validità, che sarà rinnovato dopo il 15 gennaio 2018, deve essere:

  • non superiore a 6000 euro;
  • un valore ISRE deve essere non superiore a 3000 euro;
  • il valore del patrimonio immobiliare, non comprendente la casa di abitazione, non deve superare i 20.000 euro;
  • il valore del patrimonio mobiliare non superiore a 6000 euro, aumentata di 2000 euro per ogni componente familiare diverso dal primo, con un massimo di 10.000 euro;
Leggi anche  Rinuncia Bonus Renzi 2018

Nessuno dei componenti del nucleo familiare deve essere in possesso di: 

  • imbarcazioni, auto e moto immatricolati nei 24 mesi precedenti la domanda del REI. (esclusi gli autoveicoli e motoveicoli in favore di persone disabili)
  • navi ed imbarcazioni da diporto.

Modalità di presentazione della domanda REI Inps

La domanda REI (Domanda reddito di inclusione REI) deve essere presentata dal primo dicembre 2017 ai Comuni di residenza del richiedente o ai punti di accesso comunicati dallo stesso Comune. Nel caso di approvazione del Reddito di inclusione, al richiedente viene inviata una lettera con il quale si invita a ritirare la Carta Rei presso determinati uffici postali. Alla domanda deve essere allegata:

  • la carta d’identità ed il codice fiscale (tessera sanitaria), eventuale permesso di soggiorno nel caso di richiedenti extracomunitari;
  • la Dsu e l’attestazione Isee;
  • la documentazione comprovante il requisito per l’ammissibilità;
  • l’autocertificazione dello stato di famiglia.

Durata del reddito di inclusione

 Il beneficio economico del REI parte dal primo Gennaio 2018 e dura per un periodo continuativo di 18 mesi.

Può essere rinnovato dopo sei mesi dalla scadenza, per un periodo massimo di 12 mesi.

Il reddito di inclusione 2018, sarà pagato dal primo gennaio 2018 con la Carta Rei, con la quale sarà possibile prelevare un importo non superiore alla metà del beneficio massimo spettante. L’importo massimo della misura economica REI sarà pari:

  • 187,50 euro per un solo componente familiare e con una soglia di riferimento in sede di prima applicazione di 2250,00 euro;
  • Ad euro 294,50 per due componenti familiari e con una soglia di 3532,50 euro;
  • Ad un importo di euro 382,50 per tre componenti familiari e con una soglia di riferimento in sede di prima applicazione di euro 4590,00 euro;
  • 461,25 euro per quattro componenti familiari, con una soglia di 5535,00 euro;
  • Ad euro 485,41 per cinque e più componenti familiari e con una soglia di riferimento in sede di prima applicazione di euro 5824,80 euro.

Se ci sono variazioni della situazione reddituale e lavorativa dei componenti del nucleo, durante l’erogazione della misura, il beneficiario del REI ha l’obbligo di comunicarlo all’Inps mediante il REI-Com (Comunicazione variazioni Rei), entro 30 giorni dalle variazioni pervenute.

  • Riferimenti normativi: Legge 15 marzo 2017 n. 33 – Decreto legislativo 15 settembre 2017 n. 147 – Circolare Inps n. 172 del 22/11/2017
Valuta l'articolo
[Totali: 7 Media: 3.7]

Posted by Nicola Di Masi

Nicola Di Masi, ideatore e creatore di contenuti per il sito insindacabili.it. Abilitato Consulente del Lavoro e responsabile Caf da Maggio 2008 a tutt'oggi. Ha lavorato come Consulente del Lavoro, come operatore di Patronato e ha coordinato le attività formative di un Organismo Formativo Accreditato.

Invia il tuo Commento