Articolo aggiornato il

La Cassa integrazione come funziona? Tutti i chiarimenti

Che cosa succede alla cassa integrazione durante la malattia? Maturano le ferie durante la CIG ed i contributi Inps, chi li paga. In questo articolo cercheremo di rispondere a tutti i dubbi sulla compatibilità della Cig, con altri Istituti contrattuali.

La Cassa integrazione integrazione in deroga, si applica ai lavoratori assunti dopo il 23 Febbraio 2020?

Sì, la Cassa integrazione in deroga si applica anche ai lavoratori assunti dal 24 Febbraio 2020 al 17 Marzo 2020.

Cassa integrazione e malattia, cosa si paga?

Il  lavoratore che si ammala durante un periodo di sospensione in Cassa integrazione, sia ordinaria che straordinaria, ha diritto al trattamento economico di cassa integrazione (ai sensi dell’articolo 3 comma 7 Dlgs 148/2015), e questo sostituisce il trattamento economico di malattia. Lo stesso lavoratore non deve neanche comunicare lo stato di malattia.
Se il lavoratore è già in malattia durante l’inizio della CIG, qualora la sospensione per Cassa integrazione sia ordinaria che straordinaria, riguardi l’intera unità produttiva o reparto, anche il lavoratore in malattia, può essere inserito nell’elenco dei lavoratori in cassa integrazione. Al contrario se non riguarda l’intera unità produttiva, il lavoratore deve essere pagato con l’indennità di malattia. Riferimento normativo: Messaggio Inps n. 1822 del 30 Aprile 2020.

Cassa integrazione e Maternità obbligatoria? Quale trattamento prevale?

La lavoratrice avrà diritto alla trattamento economico di maternità obbligatoria, in quanto prevale sempre sul trattamento di integrazione salariale.

Cassa integrazione ed assegni familiari?

Durante i periodi di cassa integrazione, l’assegno per il nucleo familiare è dovuto per intero.

Infortunio e cassa integrazione?

Durante un infortunio del lavoro o ad una proroga dell’infortunio, il trattamento CIG è sostituito interamente con l’indennità economica INAIL.

Cassa integrazione e donazioni del sangue?

Il lavoratore sospeso in cassa integrazione che dona il sangue, ha diritto ad un riposo retribuito retribuito al 100%, dal datore di lavoro ed in quel giorno è sospesa la cassa integrazione.

Quanto spetta al lavoratore in cassa integrazione che vuole ottenere il congedo matrimoniale?

Un lavoratore sospeso, che intende beneficiare del congedo matrimoniale, ha diritto alla sospensione della cassa integrazione ed al pagamento dell’intera retribuzione, salvo il pagamento di un rimborso di una quota da chiedere all’Inps, quando si tratti di operaio o intermedio.

Posso richiedere il congedo straordinario durante la CIG?

No, il lavoratore non può richiedere il congedo straordinario durante la sospensione dell’attività lavorativa, in quanto il presupposto è lo svolgimento dell’attività lavorativa.

Come si pagano le festività durante la cassa integrazione?

Per i lavoratori con retribuzione fissa, no comporta nessuna modifica rilevante. Mentre per i lavoratori pagati a ore per le festività del 25 aprile, del 1° Maggio e del 2 Giugno, non sono integrate con le retribuzioni e devono essere pagate dal datore di lavoro.

La cassa integrazione è compatibile con le Ferie e Permessi?

La cassa integrazione e le ferie ed i permessi, non sono compatibili. Possono essere differite le ferie ed i permessi, al termine del periodo di sospensione di cassa integrazione richiesto. Nel caso in cui la sospensione sia ad orario ridotto, il datore di lavoro non può differire le ferie e deve concederle anche in misura ridotta, per il riposo psico-fisico del lavoratore.

Cassa integrazione e congedo parentale?

Dopo la maternità obbligatoria, la dipendente può decidere se ritornare al lavoro, in questo caso spetta la cassa integrazione in caso di sospensione o richiedere il congedo parentale. Spetterà l’importo del trattamento di cassa integrazione in quanto più favorevole.

Cassa integrazione e legge 104?

Se la cassa integrazione è a zero ore, non è possibile fruire dei permessi della 104, durante la sospensione dell’attività lavorativa dell’intero mese. Mentre in caso di sospensione ridotta, i giorni di permesso vanno riproporzionati, in funzione dei giorni dell’attività lavorativa ed eseguendo la seguente proporzione: X: al numero di giorni di lavoro effettivo nel mese = 3 giorni di permesso teorici: ai giorni lavorati.

Durante la cassa integrazione maturato le ferie?

Durante il periodo di cassa integrazione a zero ore non maturato le ferie ed i permessi, mentre maturano nel caso di orario ridotto, nei giorni in cui il lavoratore presta la propria attività lavorativa.

Cassa integrazione e contributi Inps, chi paga i contributi?

E’ lo Stato a pagare i contributi Inps, per un importo pari all’80% della retribuzione. I contributi della cassa integrazione sono contributi figurativi e valgono per il conteggio degli anni e per la maturazione del diritto.

Consulenza telefonica insindacabili.it
Per una consulenza online con i nostri esperti previdenziali sulla Cassa integrazione Inps, clicca la nostra area dedicata di consulenza online.

1 commento

Comments are closed.