Fondo est assistenza sanitaria integrativa lavoratori del commercio, Turismo e servizi

Come richiedere il rimborso delle prestazioni al Fondo est per i dipendenti del settore Commercio, dei Servizi e degli affini

Fondo est assistenza integrativa lavoratori del commercio, Turismo e servizi
Fondo est assistenza integrativa lavoratori del commercio, Turismo e servizi

Fondo est assistenza sanitaria integrativa lavoratori del commercio, Turismo e servizi: cos’è e come funziona?

Cos’è e come funziona il Fondo est? Quali prestazioni di assistenza sanitaria integrativa sono riconosciute ai lavoratori del Commercio? Il fondo est è un’associazione senza scopo di lucro, costituito dalle parti sociali, per garantire a determinate categorie di lavoratori, il rimborso di prestazioni sanitarie integrative. Scopriamo insieme il fondo est come funziona e tutte le prestazioni rimborsate ai lavoratori.

Fondo est: Cos’è e come funziona?

Il Fondo est è stato costituto nel 2005, da un accordo delle parti sociali, recepito dal:

  • Contratto collettivo Nazionale del lavoro dei settori Terziario e Turismo,
  • Ccnl Farmaceutiche speciali,
  • dal CCNL delle aziende Ortofrutticole e agrumarie (con esclusione degli apprendisti),
  • dal CCNL degli impianti sportivi e delle Agenzie funebri.

Il datore di lavoro, appartenente a questi settori, è obbligato ad iscriversi al fondo se aderisce o non aderisce ai contratti collettivi nazionali del lavoro sottoscritti dalle parti sociali (Sentenza tribunale di Torino del 15/01/2013) ed a versare una quota di iscrizione ed un contributo ordinario mensile posticipato o annuale anticipato.

La quota di iscrizione a carico dell’azienda è pari ad:

Quota di iscrizione Fondo Est assistenza sanitaria integrativa
Quota di iscrizione Fondo Est assistenza sanitaria integrativa

Mentre il contributo ordinario che l’azienda deve versare al Fondo è diverso, il relazione al contratto collettivo nazionale di riferimento ed in base alla tipologia del contratto:

Pagamento contributi mensili Fondo Est
Pagamento contributi mensili Fondo Est

Ad esempio nel contratto Terziario, il datore di lavoro deve pagare 12 euro e due euro verranno sottratti dalla busta paga del lavoratore, in quanto a carico del dipendente.

Fondo Est Prestazioni sanitarie integrative : quali sono?

Al lavoratore che versa insieme al datore di lavoro i contributi ordinari previsti dal Fondo est, è riconosciuto un rimborso delle spese sostenute per alcune prestazioni sanitarie integrative. Nel caso di maternità è garantito il pacchetto maternità. In tale pacchetto è stabilito il rimborso parziale delle seguenti prestazioni:

  • visite di controllo,
  • Ecografie,
  • analisi chimiche ed indagini genetiche,
  • indennità di parto.

Per richiedere tali prestazioni è importante allegare al modulo di rimborso:

  1. Certificazione attestante lo stato di gravidanza,
  2. fatture e ticket per richiedere il rimborso.

Altre prestazioni che si possono rimborsare sono:

Per richiedere il rimborso in strutture pubbliche o convenzionate da Sisalute con il fondo Est, è necessaria la documentazione comprovante della spesa sostenuta. Ti consigliamo di leggere nei link allegati precedentemente, quale prestazione è riconosciuta ed il quantum del rimborso.

Fondo est moduli di rimborso: rimborso spese sanitarie

Per richiedere il rimborso di una parte delle spese sanitarie sostenute, bisogna compilare il modulo di rimborso (in allegato) previsto dal Fondo e spedire, insieme al modulo, la copia delle fatture o dei ticket del lavoratore iscritto al Fondo est, al seguente indirizzo:

  • Fondo Est – Ufficio liquidazioni – Via Cristoforo Colombo 137 – 00147 Roma

Fondo Est contatti:

Per maggiori informazioni, potresti contattare il Fondo Est:

  • tramite email: info@fondoest.it,
  • fax, al numero: 06/5135725,
  • tramite Fondo Est numero verde: 800.922.985.

I soli importi delle spese rimborsate dal Fondo di assistenza sanitaria integrativa, non possono essere scaricati sul modello 730 o modello dei Redditi Persone Fisiche.

In caso di sospensione del lavoratore (cessazione dell’attività lavorativa, cassa integrazione guadagni o aspettativa non retribuita) lo stesso potrebbe versare volontariamente un contributo volontario al fondo est.

Consulenza Online
Per una consulenza fiscale telefonica sul Fondo Est, accedi ai nostri servizi di consulenza online.

Valuta l'articolo
[Totali: 3 Media: 5]

Scarica gli allegati

Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui