Il rimborso fiscale 730 quando pagano?

Quando arrivano i soldi del rimborso fiscale 730 che ho presentato nell’anno 2017?

Molti utenti in queste ore ci stanno chiedendo quando arrivano i pagamenti, da parte dell’Agenzia delle Entrate, per i rimborsi fiscali delle dichiarazioni presentate nell’anno 2017.

Chi pagherà il rimborso fiscale della dichiarazione 730?

Diversi sono i casi, le modalità ed i tempi di rimborso dei contribuenti, che aspettano la famosa somma denominata rimborso fiscale. Il tutto dipende dal modello fiscale presentato all’Agenzia delle Entrate. Se presenti il modello dei redditi persone fisiche (ex modello Unico) i tempi si allungano e dovrai aspettare, per ricevere l’importo spettante, circa due anni dall’invio della dichiarazione fiscale. Invece se presenti il modello 730, l’elaborazione e la convalida da parte del fisco è più veloce e riceverai il rimborso, se non ci sono controlli specifici da parte dell’Agenzia delle Entrate, entro il 31 marzo 2018.

Quando pagano il rimborso del 730?

Diversi sono i sostituti di imposta che hanno provveduto e provvedono ogni anno, a rimborsare la somma richiesta tramite i modelli di dichiarazione fiscale.

Se sei un pensionato o disoccupato che percepisce la Naspi o la disoccupazione agricola nel periodo giugno e luglio, prenderai la somma aggiuntiva attraverso l’Inps.

Per controllare il pagamento, puoi accedere al fascicolo previdenziale, prestazioni e pagamenti, e in categoria vedrai la scritta: Rimborso 730. Clicca su prestazione e visualizzerai la data di disponibilità Inps del rimborso fiscale del 730.

 

I lavoratori dipendenti ricevono il rimborso fiscale sulla busta paga, a partire da luglio e se presentato il modello 730 integrativo, il rimborso lo prenderanno nella busta paga di Novembre. Tutto dipende da quando è stato inviato il 730 integrativo e da quando è stato acquisito dal datore di lavoro. 

Se non ricevi il rimborso fiscale indicato nel 730 integrativo sul cedolino di Novembre 2017, Ti consigliamo di chiedere prima al Caf, che ha presentato la dichiarazione ed in seguito, se è un problema dell’azienda, sollecita il datore di lavoro o il responsabile delle risorse umane.

In questo caso, il datore di lavoro se non è riuscito a rimborsare l’intera somma, riporterà sul Cu 2018, il credito non rimborsato delle buste paghe da luglio a dicembre 2017.

Quando riceverò il pagamento del rimborso fiscale 730 dall’Agenzia delle Entrate?

Ultimo caso è il 730 2017 senza sostituto, presentato, nella maggior parte dei casi, dai lavoratori domestici. Se al momento della dichiarazione dei redditi non avevi un datore di lavoro o non percepivi la Naspi o la Ds Agricola, hai fatto benissimo a presentare il modello 730 senza sostituto. In questo caso riceverai il pagamento del rimborso fiscale 2017,  direttamente dall’Agenzia delle Entrate sul Tuo conto corrente (sempre se le hai comunicate al Fisco). 

Il pagamento del rimborso fiscale del 730 senza sostituto, lo scorso anno (anno 2017), è avvenuto a partire dal 22 dicembre 2017. Se ancora non l’hai ricevuto, contatta il numero verde dell’Agenzia delle Entrate per controllare che almeno sia stato convalidato il tuo rimborso.

Quest’anno dovrebbero essere confermate queste date, ossia riceverai il rimborso fiscale del 730 dell’anno 2017 dall’Agenzia delle Entrate, entro il 31 marzo 2018.

Per visionare il pagamento del rimborso fiscale, ti consigliamo di iscriverti a fisconline dell’Agenzia delle Entrate.  Puoi registrarti visualizzando questo video:

Dopo esserti iscritto, stampa il codice che riceverai immediatamente dalla procedura e aspetta la lettera a casa dell’altra parte del codice Pin di fisconline e la password di accesso.  Dopo aver ottenuto entrambi i dati, accedi al tuo cassetto fiscale da fisconline.

Come vedo la data di pagamento del rimborso fiscale 730 senza sostituto o ex Modello Unico?

Dopo esserti registrato a fisconline, accedi a questo link ed inserisci nome utente (il tuo codice fiscale), la password ricevuta nella lettera e la prima e seconda parte del Pin.

Clicca su Consultazioni

Clicca su Cassetto Fiscale sul menu a sinistra e nel rettangolare Cassetto fiscale personale

Premi su Rimborsi

Visualizzerai il tuo rimborso fiscale, la data di riscossione e la situazione del rimborso fiscale.

— Se vuoi ricevere una Consulenza online completa e Professionale dal nostro Team di Esperti, visita la nostra area dedicata. La soluzione ai tuoi problemi è a portata di click! Leggi le recensioni di tutti i nostri clienti —

Valuta l'articolo
[Totali: 6 Media: 3.5]

Hai trovato utile il nostro articolo? Hai chiarito qualche dubbio in merito ad un argomento? Effettua una Donazione ed aiutarai il nostro Team ad aggiornarti sempre con le ultime Novità 😉


Posted by Nicola Di Masi

Nicola Di Masi, ideatore e creatore di contenuti per il sito insindacabili.it. Abilitato Consulente del Lavoro e responsabile Caf da Maggio 2008 a tutt'oggi. Ha lavorato come Consulente del Lavoro, come operatore di Patronato e ha coordinato le attività formative di un Organismo Formativo Accreditato.

7 Comments

  1. Leonardo Bianco 11 giugno 2018 at 13:08

    Buongiorno il mio rimborso è stato convalidato il giorno 11/05/2018 volevo sapere quanto tempo passa ancora?ho già comunicato l’iban

    Rispondi

    1. Nicola Di Masi 11 giugno 2018 at 21:23

      Deve attendere circa 60 giorni. Cordiali saluti.

      Rispondi

  2. Salve nel mio cassetto c’è solo la data di convalida 17/03/2018 ma quando verrà fatto il pagamento?

    Rispondi

    1. Nicola Di Masi 12 aprile 2018 at 22:09

      Comunichi le coordinate bancarie o postali per velocizzare il pagamento. I tempi sono ancora lunghi. Provi a chiamare il numero verde dell’Agenzia delle Entrate.

      Rispondi

  3. Buonasera sig Di Masi. Siccome mi é arrivata la comunicazione lunedì scorso Sul sito personale dell’ agenzia delle entrate per il rimborso del 730/17. Volevo sapere solo quando sarà l’arrivo del vaglia o c’è qualche alternativa di ricevere in anticipo il vaglia stessa che ho i dati e i numeri del protocollo? Grazie mille ancora

    Rispondi

    1. Nicola Di Masi 28 marzo 2018 at 23:24

      Deve comunicare le coordinate bancarie ossia l’Iban all’agenzia delle entrate.

      Rispondi

    2. Buongiorno ma loro c’è l’ hanno le mie coordinate bancarie.

      Rispondi

Invia il tuo Commento