come usare pensami inps simulatore
INPS Pensami

Articolo aggiornato il 19 Aprile 2024 da Stefano Mastrangelo

Che cos’è il Simulatore online INPS Pensami?

Aggiornamentoil 17 Novembre 2023 è stata presentata una nuova versione di PENSAMI, più precisa ed aggiornata alle ultime normative previste in materia pensionistica.

L’INPS (Istituto Nazionale della Previdenza Sociale) continua a innovare e ad adattarsi alle esigenze dei cittadini italiani. Una delle novità degli ultimi mesi è il lancio del servizio online PENSAMI, un’iniziativa pensata per sostenere i lavoratori del nostro Paese in un momento di grande difficolta economica e sociale.

Il servizio PENSAMI è stato creato per verificare i dati del percorso contributivo personale, per il raggiungimento della pensione, simulando i vari possibili scenari pensionistici.

Nel prosieguo dell’articolo vedremo come utilizzare questo importante tool creato dall’INPS.

Simulazione Pensione futura: come funziona PENSAMI?

Premessa doverosa: PENSAMI non utilizza i dati che sono già a disposizione dell’ENTE, ma simula la possibile pensione futura in base a pochi e semplici dati anagrafici e contributivi che devono essere inseriti dall’utente.
Inoltre non fornisce un dettaglio relativo all’importo economico che si andrà a percepire.

Prima di iniziare con la simulazione, si devono accettare queste condizioni poste dall’INPS:

Il simulatore fornisce informazioni:

1- esclusivamente sui trattamenti pensionistici diretti valorizzando, in base alle disposizioni vigenti, la contribuzione indicata nelle seguenti gestioni previdenziali:

Fondo pensioni lavoratori dipendenti (FPLD), Gestione esercenti attività commerciali (COM), Gestione artigiani (ART), Gestione coltivatori diretti, mezzadri e coloni (CD/CM), Gestione separata, Cassa pensioni dei dipendenti delle amministrazioni dello Stato (CTPS), Cassa pensioni dei dipendenti degli Enti locali (CPDEL), Cassa pensioni degli ufficiali giudiziari (CPUG), Cassa pensioni insegnanti (CPI), Cassa pensioni sanitari (CPS), Casse professionali.

2 – basate esclusivamente sulle risposte fornite dall’utente

3 – sulle pensioni maturate dal 2019 e non tiene conto dell’eventuale titolarità di pensioni

Il simulatore non calcola gli importi pensionistici e pertanto non verifica i requisiti pensionistici collegati a tale importi. I risultati forniti in modo anonimo non hanno valore né certificativo né costitutivo del diritto. Lo svolgimento di particolari attività può consentire l’accesso a pensione sulla base di requisiti diversi da quelli restituiti dal simulatore, nonostante l’iscrizione ad una delle gestioni indicate (ad es. lavoratori agricoli, personale militare, lavoratori marittimi, minatori, lavoratori del settore editoria, etc.). Il simulatore utilizza come unità di misura gli anni e i mesi, senza considerare i giorni. I risultati restituiti, pertanto, potrebbero non corrispondere esattamente alla situazione reale e possono essere verificati presso le sedi dell’INPS.”

Accettate tutte queste condizioni, si arriverà in questa schermata: più dati saranno inseriti e più naturalmente sarà dettagliata e precisa la simulazione.
Si tenga presente che il servizio sarà aggiornato ad ogni riforma pensionistica.

E’ chiaro che le “regole del gioco” di 10 anni fa, non sono le stesse di oggi e non saranno quelle che saranno in vigore tra qualche anno: sono sempre in continua mutazione con i Governi che si succedono.

La mia pensione futura – PENSAMI

Proseguendo si potranno inserire ulteriori dettagli come:

  • i periodi esteri
  • il servizio di leva militare
  • il riscatto della laurea
  • il riscatto della maternità lavorativa fuori dal rapporto di lavoro ed altro ancora..
INPS PENSAMI

INPS Pensami – I risultati della Simulazione sulla Pensione

Una volta inseriti tutti i dati, compariranno le varie tipologie di Pensione alle quali potremo accedere e la presunta data di partenza:

I risultati del servizio PENSAMI Inps

Quando (come nella schermata precedente) il lucchetto risulta chiuso, vuol dire che al momento non possiamo pensare di inviare la nostra domanda di Pensione.
Viceversa, se una delle soluzioni indicate, mostrasse il lucchetto aperto, potremmo informarci presso il nostro CAF/Patronato per l’eventuale invio della domanda pensionistica, simulando l’importo spettante in base alle Riforme in essere ed ai contributi versati.

E tu hai mai utilizzato il servizio PENSAMI di Inps?
Quali sono le tue considerazioni in merito? Facci sapere cosa ne pensi sui nostri Social e nei commenti qui in basso.

Consulenza Online
Per qualsiasi problematica fiscale o previdenziale, puoi accedere alla nostra area dedicata di consulenza online.

Leggi gli ultimi articoli sul nostro portale online

Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui