Articolo aggiornato il

Isee precompilato 2020 ecco come funziona

Il messaggio Inps n. 96 del 13 Gennaio 2020 rende operativa la dichiarazione sostitutiva unica precompilata, ai sensi del decreto del Ministero del lavoro del 9 Agosto 2019. Infatti i cittadini dovranno autodichiarare solo alcuni dati, mentre tutti gli altri saranno inseriti dagli Enti statali.

Dal 1° gennaio 2020 è possibile presentare un nuovo modello Isee precompilato 2020. La Dsu precompilata è possibile compilarla tramite i servizi online dell’Inps o conferendo una delega al Caf di fiducia.

Modello Isee precompilato 2020: cos’è e come funziona

L’Isee precompilato online è la dichiarazione della situazione reddituale di un nucleo familiare, già predisposta da parte dell’Agenzia delle Entrate e dall’Inps. Quindi il contribuente con la nuova dichiarazione sostitutiva unica precompilata, dovrebbe solo autocertificare solo pochissimi dati, come la composizione del nucleo familiare, la casa di abitazione e se nel nucleo familiare ci siano componenti minori di età.

Per presentare una dichiarazione Isee precompilata il richiedente deve essere:

  1. delegato da tutti i componenti familiari,
  2. fornire all’Inps gli elementi di riscontro reddituali e patrimoniali,
  3. deve essere in possesso del Pin dispositivo Inps, delle credenziali di fisconline, dello Spid o della carta nazionale dei servizi.

Isee precompilato 2020 istruzioni Inps: chi può richiederlo?

Possono accedere alla dichiarazione Isee precompilata 2020, le famiglie che inseriscono correttamente gli elementi di risconto, per ciascun componente familiare:

  1. l’importo del rigo differenza, evidenziato nel prospetto 730-3 della dichiarazione dei redditi 730 o del quadro RN del modello ex unico dei due anni precedenti (2018) o l’assenza di dichiarazioni,
  2. il valore del patrimonio mobiliare (conti correnti ed altri depositi) di ogni singolo componente familiare sotto la soglia di 10.000 euro o l’assenza di tali rapporti, al 31 dicembre 2018,
  3. se il valore del patrimonio mobiliare di ogni singolo componente supera 10.000 euro, bisogna indicare il valore del saldo contabile al 31 dicembre dell’anno rilevante dei conti correnti bancari o postali o il valore di una delle altre forme di patrimonio mobiliare possedute dai familiari.

In base all’esito di controllo degli elementi di riscontro, l’Inps accetta o nega l’accesso alla dichiarazione precompilata Isee.

L’Isee precompilato non è obbligatorio. Nel caso in cui non si riesce a presentare un Isee precompilato, è possibile elaborare il modello Isee ordinario 2020.

Nuovo Isee precompilato 2020: quali sono i dati precompilati?

I dati già precompilati, senza che il cittadino dichiari nulla, sono:

  1. i redditi dichiarati con il modello 730 o Unico,
  2. i trattamenti erogati dall’Inps,
  3. il patrimonio detenuto in Italia, con esclusione del valore del patrimonio netto delle imprese individuali e le partecipazioni in società non quotate,
  4. il patrimonio immobiliare detenuto in Italia,
  5. il canone di locazione della casa di abitazione.

Tutte queste informazioni possono essere accettate e modificate ad eccezione:

  • dei trattamenti erogati dall’Inps,
  • dai redditi comunicati dall’Agenzia delle Entrate 

Nel caso di errori, il contribuente può correggere i dati non modificabili, solo presentando un modulo integrativo per richiedere la rettifica.

Quindi nella dichiarazione precompilata il cittadino vedrà già i seguenti dati precompilati, di tutti i componenti familiari:

  1. Saldo e giacenze medie, depositi bancari o postali al 31 Dicembre 2018,
  2. i redditi della famiglia degli ultimi due anni, (anno 2018).

Dalla dichiarazione precompilata, affermiamo che il fisco è già in possesso di tutti i dati dei redditi e dei conti correnti dei nuclei familiari. Dal 2020 inoltre il sistema sarà ancora più perfetto, in quanto tramite l’anagrafe dei rapporti finanziari, l’Agenzia delle Entrate evidenzierà (rilasciando un Isee difforme) anche i valori dei saldi e le giacenze medie erroneamente dichiarate.

Come ottenere l’Isee precompilato 2020?

Per richiedere l’Isee precompilato online, bisogna accedere al servizio online dell’Inps: Isee post riforma 2015 (a tutt’oggi non operativo) con le credenziali in possesso.

I cittadini potranno compilare la dichiarazione la Dsu precompilata solo se in possesso dello SPID di secondo livello e delle credenziali del Fisco o dell’Inps.

Dopo aver accettato e compilato i dati mancanti, il sistema rilascerà l’Isee precompilato 2020 dopo 3/5 giorni.

Il modello ISEE deve essere compilato correttamente senza errori o omissioni. Una dichiarazione Isee falsa o infedele, è soggetta a sanzioni ed a controlli da parte dell’Agenzia delle Entrate e della Guardia di Finanza. Inoltre una dichiarazione con errore o omissioni, è senza validità ed in questo caso tutte le prestazioni Inps non verranno erogate.

Consulenza Online di insindacabili.it
Hai bisogno di una consulenza telefonica sul modello Isee precompilato 2020? Visita subito la nostra area dedicata e scopri tutti i nostri servizi di consulenza online.