Articolo aggiornato il

Scadenza Reddito di cittadinanza: le due date da appuntare sul calendario Rdc e Pdc 2020

Quali sono le due principali scadenze 2020 del Reddito di cittadinanza e della Pensione di cittadinanza? Il Ministero del lavoro ha pubblicato sulla gazzetta ufficiale dell’8 Gennaio 2020, le caratteristiche e le modalità di attuazione dei progetti di pubblica utilità.

E’ ormai ufficiale: tutti i soggetti beneficiari del reddito di cittadinanza, dovranno eseguire dei lavori pubblici, utili alla società, previsti dal patto di lavoro e di inclusione sociale, sottoscritti presso il centro per l’impiego e gli uffici dei servizi sociali.

La mancata partecipazione, anche di un solo componente familiare, provocherà la decadenza del Reddito di cittadinanza.

Puc Reddito di cittadinanza fase 2

I componenti del nucleo familiare beneficiario del reddito di cittadinanza, devono obbligatoriamente svolgere progetti utili alla comunità del proprio Comune in ambito:

  1. culturale,
  2. sociale,
  3. artistico,
  4. ambientale,
  5. formativo,
  6. di tutela dei beni comuni,

come previsto dall’allegato 1, del Decreto del 22 Ottobre 2019 del Ministero del Lavoro.

I soggetti esonerati alla partecipazione obbligatoria ai progetti di pubblica utilità sono:

  • le persone occupate, con reddito da lavoro dipendente pari o inferiore a 8145 euro e di lavoro autonomo ad euro 4.800,
  • le persone frequentanti un regolare corso di studi;
  • i beneficiari della Pensione di cittadinanza;
  • i beneficiari del RdC, titolari di pensione diretta o comunque di età pari o superiore a 65
    anni;
  • i componenti con disabilità, definita ai sensi della legge 68/1999, fatta salva ogni iniziativa
    di collocamento mirato. Tutti gli invalidi civili devono presentare il verbale di invalidità della Commissioni medica invalidi civili, agli operatori del centro per l’impiego, in sede di convocazione. Saranno gli stessi operatori a dichiarare l’impossibilità per l’utente, beneficiario del reddito di cittadinanza, a svolgere qualsiasi attività lavorativa al Comune di residenza.
  • Sono esonerati i componenti con carichi di cura, valutati con riferimento alla presenza di soggetti minori
    di tre anni di età o di componenti il nucleo familiare con disabilità grave o non autosufficienza, come definiti a fini Isee;
  • i frequentanti corsi di formazione per il raggiungimento della qualifica o del diploma
    professionale,
  • le donne in gravidanza,
  • chi svolge tirocini professionali.

I progetti saranno avviati e gestiti dagli ambiti sociali dei Comuni di residenza.

Scadenza Reddito di cittadinanza a Gennaio 2020

La legge di bilancio 2020 ha confermato la misura Reddito di cittadinanza e Pensione di cittadinanza. L’Inps con una nota, ha dichiarato che le prestazioni economiche Rdc, Pdc, REI, bonus bebè, verranno pagate nel mese di Gennaio 2020 anche senza l’immediato rinnovo del modello Isee 2020. Ma quali sono le due scadenze per i beneficiari del Reddito di cittadinanza e pensione di cittadinanza?

31 Gennaio 2020 Modello Isee 2020

I titolari della carta Rdc e Pdc devono rinnovare senza errori o omissioni, entro il 31 Gennaio 2020, il modello ordinario Isee 2020, per ricevere correttamente tutti i pagamenti sulla carta prepagata Rdc e Pdc dal mese di Febbraio 2020. Dopo il modello Isee ordinario è possibile presentare un Isee corrente 2020, per aumentare l’importo delle ricariche del Reddito di cittadinanza. Per l’Isee 2020 sono necessari i saldi e le giacenze medie dei conti correnti al 31 dicembre 2018.

31 Gennaio 2020 Modello Rdc com esteso

I componenti familiari, con un rapporto di lavoro iniziato nel 2019 ed a tutt’oggi in corso, devono comunicare entro il 31 Gennaio 2020, con il modello Rdc com esteso, il reddito presunto da lavoro dipendente per l’anno in corso (2020). Questo causerà un ritardo nel calcolo e nel pagamento Inps del Reddito di cittadinanza.

Scadenza Reddito di cittadinanza a Settembre 2020

Tutti i richiedenti, del sussidio economico Reddito di cittadinanza e pensione di cittadinanza nel mese di Marzo 2019, riceveranno le prime ricariche di 18 mesi sulla Carta Rdc e Pdc, sino al mese di Settembre 2020. Quindi il mese di Settembre, sarà l’ultimo pagamento della prima domanda Rdc e Pdc. Cosa succederà dopo la ricarica Rdc e Pdc di Settembre 2020?

I fruitori del Reddito di cittadinanza, se posseggono i requisiti sino al 31 dicembre 2020 (periodo di validità dell’Isee 2020), dovranno ripresentare una nuova domanda Rdc alla posta, tramite il sito ufficiale del reddito di cittadinanza o tramite i CAF, a partire da 6 Ottobre 2020. Il sussidio economico Rdc, sarà pagato a decorrere dal mese di novembre 2020 (il mese di Ottobre 2020 è il mese di sospensione previsto dal D.L. 4/2019).

Mentre per i beneficiari della pensione di cittadinanza, non sono previsti mesi di sospensione e per questo continueranno a percepire il beneficio, sempre con la presentazione di una nuova domanda PDC. Per questa tipologia di istanza, attendiamo maggiori chiarimenti da parte dell’Inps.

Riferimenti normativi: Circolare Inps n. 43 del 20 Marzo 2019, Circolare Inps n. 100 del 5/07/2019, Messaggio Inps n. 3568 del 02/10/2019, Messaggio Inps n. 4099 del 8/11/2019, 

Consulenza insindacabili.it
Per qualsiasi consulenza online sul sussidio economico Reddito di cittadinanza e Pensione di cittadinanza 2020, visita subito la nostra area dedicata di consulenza online.