Articolo aggiornato il 5 Febbraio 2020 da Stefano Mastrangelo

Modello Unico 2018, istruzioni, scadenza, come inviarlo

Mancano pochi giorni per compilare il nuovo modello dei redditi persone fisiche, ex modello Unico PF, per chi ha dimenticato di compilare la dichiarazione precompila 730 2018. Il modello Unico può essere presentato anche per chi non può presentare il modello 730 e deve recuperare delle spede deducibili o detraibili del periodo d’imposta 2017.

Modello Unico 2018 come si presenta?

Il modello dei redditi persone fisiche si può inviare attraverso diverse modalità. L’invio telematico del modello Unico può essere trasmesso:

  • dai commercialisti abilitati,
  • dal caf di fiducia,
  • attraverso la piattaforma telematica dell’Agenzia delle Entrate: infoprecompilata.

Al caf o al commercialista dovrai presentare una serie di documenti per elaborare il modello Unico. Per l’invio della dichiarazione sono necessari:

  • il modello o i modelli Cu 2018 (certificazione unica dei redditi) riferiti all’intero anno 2017, sia per prestazioni da lavoratore dipendente e sia per contratti di lavoro autonomo;
  • i dati anagrafici, ricavabili dal documento d’identità e dal codice fiscale;
  • la scelta dell’8 e del 5 per mille;
  • le rendite dei terreni e dei fabbricati in possesso dal 1° gennaio al 31 dicembre 2017 ed eventuali, canoni di locazione riscossi nell’anno 2017;
  • le spese deducibili (come ad esempio i versamenti effettuati alla previdenza complementare) o le spese detraibili (come le spese sanitarie, detrazioni per interessi passivi sui mutui e per ristrutturazione dell’abitazione principale).
  • i modelli F24 pagati nell’anno precedente, con codice tributo 4033 – 4034 nella sezione erario o 3843 nella sezione enti locali. Questi tributi sono stati paganti in anticipo, come acconti d’imposta nell’anno precedere e dovrai recuperarli nel modello Unico di quest’anno.
Acconti d'imposta anno precedente
Acconti d’imposta anno precedente
Acconti d'imposta addizionali comunali anno precedente
Acconti d’imposta addizionali comunali anno precedente

Inoltre dovrai recuperare il credito d’imposta dell’anno precedente non compensato o compensato in parte, sulla dichiarazione Unico 2018.

Quadro RX Unico 2018
Quadro RX Unico 2018

Modello Unico 2018 istruzioni

Per compilare correttamente il modello Unico 2018, ti consigliamo di affidarti ad un commercialista. In alternativa, dovrai leggere attentamente le istruzioni dell’Agenzia delle Entrate e farti guidare dalla dichiarazione precompilata modello dei redditi persone fisiche (ex modello Unico) preimpostata nella piattaforma infoprecompilata del Fisco. Per accedere alla tua dichiarazione, clicca direttamente al seguente link, ed entra con:

  • il codice Spid;
  • le credenziali di noipa, se sei un lavoratore pubblico;
  • le password di fiscoonline;
  • il codice Pin dispositivo Inps.

Dopo aver visualizzato i dati, clicca su scegli modello:

  • Redditi PF web, se vuoi compilare i quadri del modello Unico online;
  • Redditi PF online, se vuoi compilare la dichiarazione, scaricando il software dell’Agenzia delle Entrate.
Modello Redditi persone fisiche Web
Modello Redditi persone fisiche Web

Il Modello Unico è molto simile al modello 730. Il riquadro riepilogativo da guardare è il riquadro RN, dove è indicato il reddito complessivo, le spese deducibili e detraibili e il debito o il credito derivante dalla presentazione del modello Redditi persone fisiche:

Quadro RN Unico 2018
Quadro RN Unico 2018

Precisamente nel rigo R45 e R46, è indicato il debito d’imposta (a questo debito si aggiungono gli acconti d’imposta per l’anno 2019) o il credito d’imposta da ricevere a rimborso o a compensazione.

Credito o Debito da Unico 2018
Credito o Debito da Unico 2018

Modello Unico 2018: credito d’imposta

Se dall’elaborazione del modello Unico esce un credito d’imposta, potrai richiedere:

  • il rimborso delle somme sul tuo conto corrente postale o bancario. (In questo caso il rimborso lo riceverai entro il 31/12 dell’anno successivo, se hai comunicato correttamente alla sede locale dell’Agenzia delle Entrate il tuo codice Iban)
  • La compensazione dei crediti, che potrai utilizzarli, compensandoli sul modello F24 dell’anno corrente o riportarli sulla dichiarazione del prossimo anno.
Imposta a debito o a credito compensazione
Imposta a debito o a credito compensazione

Al termine della compilazione, assicurati di inviare correttamente il modello Unico, seguendo le istruzioni della piattaforma web infoprecompilata.

Modello Unico 2018 scadenza?

Il modello dei redditi persone fisiche scade il 31 Ottobre 2018. Per il modello Unico non ci sono proroghe, per questo dovrai inviare la dichiarazione fiscale entro la fine di questo mese. Dopo la presentazione del modello dei redditi persone fisiche, ti consigliamo di farti rilasciare dal consulente fiscale o stampare sulla piattaforma infoprecompilata, la ricevuta ministeriale dell’avvenuta presentazione.

Se il contribuente persona fisica, ha inviato all’Agenzia delle Entrate, il modello Redditi Persone fisiche (Ex modello Unico 2018) ed è soggetto al pagamento delle imposte irpef per l’anno 2018, le date di scadenza sono le seguenti:

  • a partire dal 2 Luglio ed entro il 20 Agosto 2018 per il versamento della prima rata;
  • non oltre il 31 agosto 2018 per il pagamento della seconda rata;
  • entro il 01 ottobre 2018 per versare la terza rata;
  • la quarta rata entro il 31 ottobre 2018;
  • la quinta rata entro il 30 novembre 2018.

Il modello Unico o modello Redditi persone fisiche è anche utilizzato per gli eredi e per i tutori o gli amministratori di sostegno.

Consulenza online di insindacabili.it

Se hai dubbi o vuoi chiarimenti sul modello Unico 2018, clicca la nostra area dedicata di consulenza online e richiedi una consulenza fiscale telefonica.

Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui