Articolo aggiornato il 28 Novembre 2019 da Nicola Di Masi

Pagamento Rimborso 730 2019: quando arriva l’accredito? Quanto si prende? Rimborso 730 senza sostituto

Dal 2 Maggio è possibile inviare la dichiarazione precompilata 730 2019, attraverso la piattaforma dell’Agenzia delle Entrate. E’ possibile presentare la dichiarazione 730, entro il 23 Luglio 2019 e il modello dei Redditi Persone fisiche entro il 30 Settembre 2019. Per chi ha inoltrato la dichiarazione del 2019, è importante sapere, quando verrà pagato il rimborso fiscale del 2019.

Come ricevere un rimborso fiscale 730?

Dopo aver presentato la dichiarazione 730 2019, tramite il Commercialista o il Caf o la dichiarazione precompilata del Fisco, l’elaborazione ti da un risultato della tua dichiarazione. Tale calcolo è determinato in base al Cu o ai diversi Cu2019, alle spese sanitarie 2019, alla spese per il recupero degli interventi sugli immobili o altre spese deducibili o detraibili. Inoltre in questa fase, i contribuenti possono ricevere il Bonus Renzi non percepito o percepito in misura inferiore, sulla busta paga, sulla disoccupazione Naspi o pensione anticipata Ape social. Quindi dopo aver inserito tutte le spese, il consulente ti dirà se:

  • hai un credito da ricevere (rimborso fiscale),
  • o se hai un debito da pagare, anche da versare in maniera rateizzata con i modelli F24 o attraverso delle trattenute, applicate dal Sostituto d’imposta prescelto.

Il rimborso fiscale del 730 è un credito derivante dall’elaborazione della dichiarazione fiscale, con il recupero delle imposte che hai pagato sulla busta paga, sulla disoccupazione Naspi o sulla pensione. Il credito in questione si riceve una volta all’anno:

  • sul cedolino paga, se sei lavoratore dipendente pubblico e privato o parasubordinato;
  • sulla disoccupazione Naspi, Dis-Coll o mobilità Inps;
  • sulla pensione Inps o Ex- Inpdap;
  •  dall’Agenzia delle Entrate, se presenti il modello 730 2019 senza sostituto d’imposta o il modello dei Redditi persone fisiche. (ex modello Unico).

Per controllare l’importo del rimborso fiscale sulla dichiarazione precompilata 2019, clicca su COMPILA ED INVIA e sulla voce risultato della dichiarazione.

Risultato della dichiarazione precompilata
Risultato della dichiarazione precompilata

Quando viene pagato il rimborso 730 2019?

Il rimborso fiscale scaturito dal modello fiscale 730 2019, a differenza del Modello dei Redditi delle Persone fisiche, si può percepire nell’anno di presentazione della dichiarazione dei redditi, a seconda del modello utilizzato (730 2019 ordinario, modello 730 senza sostituto d’imposta ed ex modello Unico 2019) ed in base alla categoria di ogni contribuente (lavoratore, pensionato o lavoratore occasionale).

I mesi di pagamento del rimborso fiscale 730 2019 sono:

  • agosto/settembre 2019: se sei disoccupato percettore di Naspi, Dis-Coll o mobilità Inps (con periodo di riferimento Luglio);
  • agosto o settembre 2019, se sei pensionato Inps;
  • dal mese di agosto 2019, se sei lavoratore agricolo percettore della disoccupazione agricola 2019;
  • agosto 2019, se sei lavoratore dipendente privato, riceverai il rimborso nella busta paga a partire da luglio 2019;
  • luglio o massimo agosto 2019, se sei lavoratore dipendente della pubblica amministrazione;
  • nella metà di dicembre 2019, se hai inoltrato il modello 730 2019 senza sostituto o massimo entro il 31 marzo 2020 (con mandato postale). 

Per il modello Unico PF (Persone Fisiche) il rimborso fiscale si riceverà entro massimo, due anni dalla presentazione del modello.

Il datore di lavoro o l’Ente che effettuerà il pagamento del rimborso fiscale è il sostituto d’imposta indicato sul modello 730 2019. E’ importantissimo indicare correttamente il sostituto d’imposta, per ricevere il credito, nei tempi indicati precedentemente. Per approfondimenti leggi il nostro articolo: Sostituto d’imposta 730: cos’è, come modificarlo ed inserirlo.

Pagamento Rimborso 730 senza sostituto

Nel momento in cui, il cittadino contribuente non ha un datore di lavoro, dal mese da Giugno a Luglio 2019 e ha redditi di lavoro dipendente nell’anno precedente, può presentare un modello fiscale 730 senza sostituto. Questa dichiarazione, rispetto al modello Unico, permette di ricevere il rimborso nell’anno in corso, al massimo entro il trimestre dell’anno successivo. Infatti per chi invia il modello 730 2019 senza sostituto d’imposta, riceverà l’eventuale credito, dopo la metà del mese di Dicembre 2019. In questo caso è fondamentale comunicare le coordinate, bancarie o postali, all’Agenzia delle Entrate. E’ tuttavia obbligatorio comunicare al Fisco il codice Iban, quando l’importo del rimborso fiscale supera 1000 euro.

La dichiarazione 730 senza sostituto, vale sia per ricevere un rimborso e sia per pagare le imposte superiori a 12 euro. Le scadenze di pagamento dell’anno 2019 sono al massimo sei:

  1. 1° Luglio 2019 per la I° rata,
  2. 31 Luglio 2019, per la II° rata,
  3. 2 Settembre 2019, per la terza rata,
  4. 30 settembre 2019, per la quarta rata,
  5. 31 Ottobre 2019, per la V° rata,
  6. 2 Dicembre 2019 per il saldo.

Il Rimborso 730 non è un costo per il datore di lavoro

Il credito inserito sulla busta paga non è un costo per il datore di lavoro o l’azienda. Infatti la somma che viene corrisposta a partire dalla busta paga di luglio, viene trattenuta dal modello F24, che il datore di lavoro paga nel mese successivo. Molti utenti, non riceveranno tutto l’importo in una sola busta paga, perché il tutto dipende dal totale dell’irpef che il datore di lavoro deve pagare a partire da Luglio.

Per ricevere il credito irpef, il lavoratore non deve effettuare nessuna comunicazione. E’ il CAF o la piattaforma del Fisco, che invia al Consulente del Lavoro dell’Azienda, all’Ente Inps o all’Agenzia delle Entrate, il prospetto riepilogativo del credito denominato: modello 730/4.

Se non ricevi entro le date indicate il rimborso fiscale del modello 730 2019 devi:

Quando il datore di lavoro non può pagarti il credito irpef, hai tempo sino a 48 mesi dall’anno di riferimento della dichiarazione dei redditi, per chiedere tramite Istanza all’Agenzia delle Entrate, il tuo rimborso irpef. All’istanza devi allegare:

  • una dichiarazione del datore di lavoro, con il quale dichiara che non è stato possibile rimborsare l’importo dovuto,
  • il documento d’identità in corso di validità del Legale Rappresentate dell’azienda o del datore di lavoro,
  • il tuo documento valido non scaduto e la dichiarazione dei redditi 730 2019, dove risulta il rimborso fiscale.

Consulenza online di insindacabili.it

Se vuoi ricevere una consulenza online fiscale e professionale dal nostro Team di esperti, visita la nostra area dedicata.

35 Commenti

  1. buonasera, consultando il sito dell’agenzia delle entrate per il rimborso irpef 2019 non ancora precepito ad oggi 10/05/2020 ho visionato un quadro riassuntivo delle imposte risultanti a credito relative alla mia dichiarazione mod.730 destinate a finanziare diversi enti di spesa pubblica.sa darmi delle spiegazioni in merito a questa somma che a me spetta come credito di imposte gia pagate?

  2. Buonasera, aspetto ancora il rimborso del 730 / 2019
    Importo superiore ai 4000 euro
    Mi sono registrata a Fisconline
    Sui rimborsi mi dice
    Dichiarazione liquidata in data 12 / 11/2019
    Convalidata in data 14 / 11/2019
    In erogazione no
    Ho fatto domanda al caf e ho detto che volevo l’accredito sul conto corrente,ho dato l iban però non mi è stato detto che dovevo comunicarlo all’agenzia delle entrate..
    Sono andata alla sede competente e mi hanno detto che mi arrivava un vaglia a casa.
    Fino a oggi 22/04/2020 ancora non arriva niente
    Come mi devo comportare?
    Grazie

  3. Buongiorno, ad oggi non ho ricevuto nessun rimborso, ho cercato di comunicare con l’agenzia delle entrate ma non ho ricevuto risposta. Come fare?grazie

  4. Buonasera, ad oggi non mi è ancora pervenuto il rimborso del 730/2019, sono pensionato e quindi ho un sostituto d’imposta, ho chiamato l’inps e mi è stato detto che quest’anno ci sono problemi per percepire il rimborso in quanto l’agenzia delle entrate si prende del tempo per fare verifiche, mi sono presentato all’agenzia delle entrate e mi hanno confermato che questo rimborso sarà effettuato entro 6 mesi, nel frattempo è sparito dal sito inps nella mia pagina personale il conguaglio 730.
    la mie domande sono queste:
    chi mi farà il bonifico? l’inps? o l’agenzia delle entrate? e se lo fa l’agenzia delle entrate come me lo fa pervenire?
    Inoltre visto che ormai sono al 5° mese, se entro gennaio 2020(6° mese) questo rimborso non dovesse arrivare come mi devo comportare? c’è qualche istanza da compilare e presentarla direttamente all’agenzia delle entrate?.
    grazie per le Vs risposte e porgo i miei distinti saluti e auguro a tutti un ottimo 2020

  5. buon giorno ,ho chiamato l agenzia dell entrate e mi hanno detto che ho l accredito incorso ma non mi hanno saputo dire quando arriva ,vorrei informazioni visto che su fisconline non ho potuto registrarmi

  6. buongiorno oggi e 13 dicembre stessa data che ho ricevuto il rimborso 730 dell anno scorso
    quindi mi sa dire sig nicola quando avviene il pagamento? di quest anno???? grazie

  7. Perché quando uno porge una domanda ci va un mese prima della risposta?
    E secondo perché l INPS e così lento?
    Rispetto a gli altri paesi europei?

Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui