Pensione di vecchiaia 2019: cos’è, requisiti, importo

Con quali requisiti è possibile raggiungere l’amata pensione di vecchia 2019? La riforma Fornero ha stravolto il vecchio sistema pensionistico, introducendo dal 1° Gennaio 2012, un nuovo sistema pensionistico basato su un calcolo della pensione con il sistema contributivo. Vediamo insieme quando possiamo andare in pensione con il minimo dei contributi.

Pensione di vecchiaia requisiti 20 anni di contributi

La pensione di vecchiaia, sia per i lavoratori privati e sia per i dipendenti pubblici, è riconosciuta grazie a due fattori:

  • l’età del lavoratore o disoccupato,
  • il raggiungimento di un minimo contributivo, pari a 20 anni di contributi.

Per richiedere la pensione di vecchiaia nell’anno 2019, devi essere in possesso di:

  • 67 anni di età, 
  • 20 anni minimi di contributi, anche grazie al cumulo contributivo, di gestioni Inps differenti, di periodi non coincidenti,
  • oppure 66 anni di età e 7 mesi, per i lavoratori con mansioni gravosi e con almeno 30 anni di contribuzione.

La pensione di vecchia è erogata con un calcolo di sistema misto, se risulta una contribuzione versata al 31 Dicembre 1995. Per tutti i lavoratori in possesso di contribuzione dal 1° Gennaio 1996, presso la gestione obbligatoria AGO o la gestione separata, oltre ad avere i requisiti di età e di contribuzione, l’importo scaturito della pensione, deve essere pari ad 1,5 volte il valore dell’assegno sociale. Quindi, in questo ultimo caso, la pensione non deve essere inferiore a 686,985 euro.

La pensione di vecchiaia con i precedenti requisiti, decorre dal mese successivo dalla data di presentazione della domanda.

Pensione di vecchia 2019 invalidi 

L’età delle pensione di vecchiaia è differente per alcuni casi specifici. Infatti i non vedenti (cechi dalla nascita o divenuti tali o dalla nascita o prima dell’inizio del rapporto lavorativo) percepiscono la pensione di vecchiaia anche nel 2019:

  • se lavoratori dipendenti con 51 anni di età per le donne e 56 anni per gli uomini (legge n. 218/1952)
  • se lavoratori autonomi con 56 anni per le donne e 61 anni per gli uomini;
  • con un minimo di contributi versati di almeno 10 anni (non è valido il cumulo contributivo in questo caso).
Potrebbe interessarti anche  Reddito di cittadinanza verifica requisiti Inps

Al raggiungimento del requisito di età e contributivo, la finestra decorre:

  • dopo 12 mesi, per i lavoratori del settore privato,
  • dopo 18 mesi, per i lavoratori autonomi.

Anche per i lavoratori dipendenti con un’invalidità accertata dalla Commissione medica invalidi civile dell’80%, i requisiti per andare in pensione di vecchiaia sono:

  • 56 anni per le donne, nel settore privato, con 20 anni di contributi;
  • 61 anni per gli uomini, solo privati, con un minimo di 20 anni di contribuzione.

Per entrambi i requisiti, la pensione decorre dopo 12 mesi (finestra mobile) e non è previsto il cumulo contributivo per questo tipo di pensione.

Pensione di vecchia anticipata con 15 anni contributi

L’art. 2, comma 3, del decreto legislativo n. 503 del 1992, ha stabilito che particolari lavoratori, possono accedere alla pensione di vecchia 2019, con un minimo di contributi di 15 anni. Secondo la circolare Inps n. 16 del 01/02/2013, i lavoratori possono andare in pensione di vecchia con 15 anni di contributi quando:

  • si sono maturati 15 anni di contributi (obbligatori nella gestione AGO, figurativi, volontari o da ricongiunzione) al 31 dicembre 1992,
  • il lavoratore è stato autorizzato alla prosecuzione volontaria entro il 26 dicembre 1992 e senza aver obbligatoriamente versato i contributi volontari entro 31/12/1992;
  • i lavoratori hanno maturato un’anzianità assicurativa di almeno 25 anni (prima della maturazione dei requisiti delle pensione di vecchiaia) e risultano occupati per almeno 10 anni, anche discontinuamente, per periodi di durata inferiore a 52 settimane nell’anno solare.

Pensione di vecchiaia contributiva

Per chi è in possesso di solo contribuzione AGO dal 1° Gennaio 1996, la pensione di vecchiaia è accedibile con il sistema contributivo con:

  • 71 anni di età,
  • 5 anni di contributi versati effettivi (è previsto il cumulo contributivo da diverse gestioni)

La pensione in questo caso decorre dal mese successivo dalla presentazione della domanda.

Per il calcolo della pensione di vecchiaia o anticipata, ti consigliamo di leggere il nostro articolo: Come si calcola la tua futura pensione.

Consulenza Online
Vuoi una consulenza personalizzata sulla tua pensione di Vecchiaia? Affidati a noi e scegli il nostro servizio 😉

Valuta l'articolo
[Totali: 2 Media: 5]

Seguici su Telegram

Posted by Nicola Di Masi

Nicola Di Masi, ideatore e creatore di contenuti per il sito insindacabili.it. Abilitato Consulente del Lavoro e responsabile Caf da Maggio 2008 a tutt'oggi. Ha lavorato come Consulente del Lavoro, come operatore di Patronato e ha coordinato le attività formative di un Organismo Formativo Accreditato.

Se ci sono dei commenti, troverai già la risposta al tuo quesito - Leggi prima di commentare ;)