Come potrebbero aumentare le Pensioni nel 2024
aumenti delle pensioni minime nel 2024
Vota questo post

Articolo aggiornato il 5 Maggio 2023 da Stefano Mastrangelo

Perequazione pensioni minime nel 2024

Pensioni aumenti e rivalutazione dal 2024Di quanto aumenteranno le pensioni nel 2024? Secondo le previsioni del Governo, indicate nel documento di Economia e finanze, le prossime pensioni saranno rivalutate del 5.4% a cui si aggiungerà uno 0.8% come differenza tra il tasso di inflazione applicato (7,3%) e quello effettivo (8,1%).

Quindi si parla di una perequazione pari a 6.2% a partire da Gennaio 2024, che può essere piena, per coloro che hanno un importo di pensione inferiore a 2100 euro e parziale, per chi supera questo importo.

Perché la pensione non è aumentata nel 2023?

Gli importi delle pensioni minime, degli assegni di invalidità e dele pensioni inferiori o superiori a 2100 euro (lordi), sono state aggiornate dall’Inps sino al mese di Aprile 2023.

Putroppo, anche se molti pensionati ci hanno segnalato che non c’è stato nessun incremento, noi, possiamo affermare, che le pensione lorde sono state aumentate in base al tasso di inflazione del 7,3% o in misura diversa, per chi supera un importo di 2100 euro.

Infatti, molti pensionati, non hanno notato nessuna differenza, a causa dell’aumento della tassazione, in relazione all’aumento del reddito, dell’applicazione da marzo 2023 delle trattenute per pagare le addizionali regionali e comunali ed i conguagli irpef effettuati dall’Inps.

Quello che realmente manca a tutt’oggi, è la rivalutazione delle pensioni minime di 1.5 punti percentuali e di 6,4% per i percettori di un trattamento minimo con un’età superiore a 75 anni.

Quali saranno i nuovi importi di pensione dal 2024?

Il nuovo costo delle pensioni, a causa dell’aumento dei prezzi, comporterà, per il Governo, una spesa abbastanza rilevante, per cui sarà difficile pensare a nuove misure per l’uscita anticipata dal lavoro ed il superamento in maniera definitiva della riforma Fornero.

Nel 2024 i pensionati percettori di una pensione minima, riceveranno anche una rivalutazione aggiuntiva di 2,7 punti percentuali, come previsto dalla Legge di Bilancio 2023.

La nuova rivalutazione delle pensioni nel 2024 del 5,4% (in attesa del dato ufficiale) sarà pari al 100%, per i trattamenti pensionistici inferiori a 2.100 lordi e del:

  • 5,27% per gli assegni tra 4 e 5 volte il trattamento minimo;
  • 3,286% per gli assegni tra 5 e 6 volte il trattamento minimo;
  • 2,91% per gli assegni tra le 6 e le 8 volte il trattamento minimo;
  • 2,29% per gli assegni tra 8 e 10 volte il trattamento minimo;
  • 1,98% per gli assegni pensionistici superiori alle 10 volte il trattamento minimo.

Ad esempio per una pensione di 1000 euro, la rivalutazione dovrebbe essere pari a 54 euro ed in più ci sarà il conguaglio della differenza della perequazione precedente.

Per tutti gli aggiornamenti sul mondo delle pensioni, leggi i nostri ultimi articoli su insindacabili.it:

2 Commenti

  1. Poichè per effetto dell’ultima rivalutazione la pensione minima INPS è stata elevata da 525,38 euro a 563,74, la nuova rivalutazione delle pensioni per il 2024 sarà pari al 100%, per i trattamenti pensionistici fino a 2.254,96 euro lordi e non più fino a 2,100 e sarà pari al 90% per quelle fino a 2.817,77 euro (5 volte il minimo). O no?

Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui