Articolo aggiornato il 27 Febbraio 2021 da Nicola Di Masi

Reddito di cittadinanza importo più basso

Perché la ricarica del Rdc a Febbraio 2021 è più basso rispetto a Gennaio 2021? Dopo 18 mesi possono ancora rinnovare il reddito di cittadinanza? Molti lettori ci stanno chiedendo info sulla ricarica Inps.

Cerchiamo di rispondere alle diverse domande dei nostri lettori. Il reddito di cittadinanza è in evidenza alla sede, per coloro che non hanno rinnovato l’ISEE correttamente entro il 31 Gennaio 2021. In questo caso si consiglia di inviare l’attestazione Isee tramite il servizio online Inps risponde, indicando il numero di protocollo della domanda Rdc o Pdc.

I beneficiari che hanno percepito la ricarica il 15 Febbraio 2021, percepiranno la seconda ricarica, entro la fine del mese di Marzo 2021.

E’ importante controllare nel mese di Febbraio 2021, lo stato della domanda e delle lavorazioni del Reddito e pensione di cittadinanza sul servizio online Inps. Se la domanda è decaduta, bisogna controllare se è possibile presentare un Isee corrente 2021 e ripresentare una nuova domanda RDC.

I titolari di Rdc e Pdc con stato domanda terminata, devono presentare dal 1° marzo 2021 una nuova domanda, per ottenere ulteriori 18 mesi. Per ora non c’è nessuno stop al rinnovo del reddito di cittadinanza da parte del governo Draghi.

Come si verificano i pagamenti RDC e PDC?

Per verificare i pagamenti del Reddito di cittadinanza e pensione di cittadinanza, bisogna accedere con le proprie credenziali (Pin Inps, SPID, Carta di identità elettronica e carta nazionale dei servizi) nell’area dedicata sul sito dell’Inps: https://bit.ly/2Of14Pf.

Prima di tutto bisogna controllare se la domanda è accolta, decaduta, terminata o in evidenza alla sede, cliccando su Gestione domande – liste domande ed esiti:

Stato domanda Reddito di cittadinanza
Stato domanda Reddito di cittadinanza

Da qui sarà possibile controllare:

  • la data dell’invio di disposizione a Poste, da parte dell’Inps,
  • la data della Rendicontazione di Poste,
  • l’importo del reddito di cittadinanza da Febbraio 2021,
  • i requisiti ed il calcolo del sussidio economico.
Pagamento Reddito di cittadinanza Febbraio 2021
Pagamento Reddito di cittadinanza Febbraio 2021

Per chi ha inviato il modello RDC com esteso, durante la fruizione del Reddito di cittadinanza o per chi ha elaborato un nuovo Isee corrente, i tempi di accredito sono più lunghi, sia per il pagamento sulla carta prepagata e sia per il calcolo dell’importo.

Perché importo RDC di Febbraio 2021 è più basso?

Tantissimi cittadini beneficiari della carta RDC e PDC, hanno ricevuto un importo della ricarica INPS inferiore rispetto al mese precedente. Come sappiamo la ricarica di Gennaio 2021 è stata calcolata con riferimento ai redditi del 2018.

L’importo RdC risulta essere più basso per le seguenti motivazioni:

  • redditi 2019 aumentati (compreso l’importo dell’indennità Naspi) rispetto all’anno 2018, di tutti i componenti del nucleo familiare, indicati sul modello 730, sul modello dei Redditi Persone fisiche oppure sul modello FC8 della DSU 2021;
  • comunicazione dal parte del richiedente del modello Rdc com esteso, con un reddito dell’anno in corso che si conseguirà,
  • variazione di importo, in base alla comunicazione Unilav del datore di lavoro (perché ad esempio, il richiedente ha svolto un periodo lavorativo durante la percezione del Rdc),
  • calcolo e decurtazione da parte dell’Inps, dei trattamenti assistenziali, dei bonus del Comune o di altre agevolazioni economiche, percepiti durante la fruizione del Rdc (ad esclusione del bonus bebè, dell’indennità di accompagnamento e dello stesso reddito e pensione di cittadinanza),
  • decurtazione semestrale e mensile, per non aver speso tutto l’importo del reddito di cittadinanza e pensione di cittadinanza.

Per controllare questa variazione, dobbiamo consultare il calcolo dell’importo sul servizio online: Reddito di cittadinanza e pensione di cittadinanza.

Qui di seguito riportiamo un esempio: confronto tra importo RdC per i mesi di Gennaio 2021 e Febbraio 2021 (cliccando sull’importo all’interno del servizio online Insp). Importo Rdc più basso

Importo ricarica Carta RdC a Gennaio 2021 (esempio pratico)

Calcolo importo Reddito di cittadinanza Gennaio 2021
Calcolo importo Reddito di cittadinanza Gennaio 2021

Importo ricarica Carta RdC a Febbraio 2021 (esempio pratico)

Calcolo importo Reddito di cittadinanza Febbraio 2021
Calcolo importo Reddito di cittadinanza Febbraio 2021

Rispetto alla ricarica di Gennaio 2021, l’importo nuovo della ricarica Inps è di 42,5 euro. Questo è accaduto per un aumento del reddito 2019 rispetto al 2018.

Infatti l’importo Rdc sino a Gennaio 2021 era pari a 100,91 euro (9360*1.6 – 13765,10 euro: reddito complessivo) diviso 12 mensilità, in un nucleo con 3 componenti (due adulti e un minore) con contributo affitto.

Mentre l’importo Rdc di Febbraio 2021 è di euro 42.58, per aumento del reddito e così calcolato: 9360 * 1.6 – 14465,02 (nuovo reddito complessivo 2019) diviso 12 mensilità.

Questa variazione della Quota A, determina una modifica dell’importo. Quindi l’importo non dipende dal valore patrimoniale, mobiliare ed immobiliare, ma dal reddito irpef complessivo dell’anno 2019 (compresa la disoccupazione Naspi)

Se invece non vi fossero state particolari variazioni, consigliamo di controllare il 730 o il modello unico dell’anno precedente e di chiedere informazioni per iscritto all’Inps, attraverso il servizio online Inps risponde online.

Riferimenti normativi: Circolare Inps n. 43 del 20/03/19

Consulenza online degli esperti di insindacabili.it
Hai bisogno di una consulenza online sul Reddito e Pensione di cittadinanza? Visita subito la nostra area dedicata di consulenza online.

Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui