Quando arriva il trattamento integrativo sulla ds agricola?

Quando pagano il nuovo trattamento integrativo sulla disoccupazione agricola? Perché molti non l’hanno ricevuto? Anche sulla disoccupazione agricola si ha diritto a ricevere il nuovo bonus Renzi denominato: trattamento integrativo.

Il trattamento integrativo sulle retribuzioni o in questo caso sulla disoccupazione, è un credito di imposta pari a 1200 euro annuali, a partire dal 2021 ed a 600 euro dal 1° Luglio 2020.

Il bonus integrativo, spetta ai lavoratori dipendenti privati e pubblici, ai disoccupati in Naspi ed anche ai lavoratori agricoli percettori della disoccupazione agricola, che sono in possesso di determinati redditi.

Requisiti Trattamento integrativo su Disoccupazione Agricola

Il Trattamento Integrativo (ex-Bonus Renzi) sulla disoccupazione agricola, viene riconosciuto automaticamente da parte dell’Inps, senza inoltrare nessuna domanda, in relazione:

  • all’importo complessivo dell’indennità di disoccupazione agricola percepita nell’anno;
  • ai giorni di lavoro retribuiti da parte dell’Inps nell’anno.

Ad esempio, se prendiamo le giornate indennizzate di disoccupazione agricola, da parte dell’Inps (ad esempio 102), per ottenere l’importo del trattamento integrativo, si moltiplica 102 per 3,28 euro (calcolato dalla divisione di 1200/365) e si otterrà 334,56 di credito irpef.

Questo importo, il lavoratore agricolo, potrebbe riscuoterlo direttamente dall’Inps, nell’anno di percezione della disoccupazione agricola oppure, recuperarlo, sulla dichiarazione dei redditi 730 o ex Unico dell’anno successivo.

In tutti casi il lavoratore agricolo, dovrebbe superare ogni anno (con l’elaborazione del modello 730), insieme al reddito delle giornate agricole, l’importo di 8150 euro, per ottenere il trattamento integrativo ed eventualmente non restituirlo (requisito non valido solo per l’anno 2020).

Come controllare pagamento Trattamento integrativo su DS Agricola?

Per controllare i pagamenti del credito irpef, sulla disoccupazione agricola, bisogna accedere con le credenziali (SPID, CIE, CNS) sul sito Inps: www.inps.it.
Sulla barra “cerchi servizi” bisogna scrivere: Fascicolo previdenziale del cittadino e cliccare su cerca.

Sito Inps

In seguito bisogna premere su “accedi al servizio” ed inserire il codice fiscale ed il Pin Inps, o lo Spid, la carta di identità elettronica o la carta nazionale dei servizi.

Fascicolo Previdenziale Inps

Dopo essere entrati, nel cassetto previdenziale del cittadino, per controllare i pagamenti, si deve cliccare sul menu a sinistra, su Prestazioni ed in seguito Pagamenti. Sarà visualizzato l’anno di riferimento ed in relazione della voce:” Pagamenti Piattaforma Fiscale” si dovrà cliccare su Prestazione.

Cliccando su prestazione, si visualizzerà l’importo pagato, la data di disponibilità e l’ufficio pagatore del trattamento integrativo l.21/2020 sulla Disoccupazione Agricola. Ad esempio nel 2021, per alcuni lavoratori, è stato pagato a partire dal 15 Aprile 2021.

Come controllare pagamenti Trattamento Integrativo su disoccupazione agricola

Quando pagano il trattamento integrativo sulla disoccupazione agricola?

Il pagamento del trattamento integrativo sulla disoccupazione agricola, avviene in automatico da parte dell’Inps, non bisogna fare nessuna domanda e non è possibile sollecitare l’Inps, per provvedere al pagamento.

Prima di tutto, il lavoratore agricolo, dovrebbe accertarsi, che la somma dell’imponibile fiscale sulle buste paga e sulla disoccupazione agricola corrisposta nell’anno in corso, sia di importo superiore a 8150 euro, per evitare un eventuale restituzione in sede di dichiarazione dei redditi. (normativa non valida solo per il 2020)

Infatti il bracciante agricolo, percepisce il bonus integrativo, sia sulle buste paga (salvo in caso di richiesta di rinuncia) e sia direttamente dall’Inps sulla disoccupazione agricola. Se non lo riceve sulla disoccupazione agricola, è possibile sempre recuperarlo sulla dichiarazione dell’anno successivo. Ad esempio se un lavoratore non l’ha percepito nell’anno 2021 sulla ds agricola, potrà recuperarlo sulla dichiarazione dei redditi dell’anno 2022. E dove?

Quando pagano il trattamento integrativo sulla disoccupazione agricola?

In particolare si dovrà controllare la voce: trattamento integrativo riconosciuto in dichiarazione, che riporterà l’importo del nuovo Bonus Renzi, non percepito, in base ai redditi ed ai giorni di detrazioni indicati sul Cu.

In caso di restituzione del trattamento integrativo, non spettante, bisognerà controllare il credito irpef percepito sia dal datore di lavoro e sia dall’Inps.

Consulenza online di insindacabili.it
Per qualsiasi consulenza previdenziale e fiscale accedi all’area di consulenza online del team di esperti di insindacabili.it.