Red Regione Puglia 3.0: normativa, domanda online, quanto spetta?

Che cos’è il Red della Regione Puglia 3.0? Il Reddito di dignità della Regione Puglia, è una misura regionale, per chi non possiede i requisiti previsti del Reddito di Cittadinanza nazionale. Il Red 3.0 prevede un’indennità economica di attivazione, un percorso formativo di aggiornamento professionale ed altri servizi ed interventi. Vediamo come richiedere il reddito di dignità 3.0 della Regione Puglia.

Normativa Red 2019 Regione puglia: requisiti generali

La delibera delle Giunta Regionale Pugliese n. 703 del 09/04/2019, ha previsto un nuovo modello di accesso al Reddito di dignità regionale, per l’inclusione attiva. Per richiedere il Red della Regione Puglia nel 2019 bisogna, al momento dell’istanza, essere in possesso dei seguenti requisiti generali:

  • almeno 18 anni di età compiuti e massimo 67 anni,
  • essere residenti in un Comune della Regione Puglia,
  • essere cittadini italiani, comunitari o titolari di permesso di soggiorno CE di lungo periodo in corso di validità, ovvero apolide o titolare di protezione internazionale,
  • nessuno trai componenti familiari del richiedente, deve essere percettore in corso di REI, Reddito di dignità, Reddito di cittadinanza ed Assegno di cura per la non autosufficienza.
  • Inoltre il richiedente deve essere disponibile a sottoscrivere un patto di inclusione sociale attiva.

Requisiti Reddito di dignità 2019 Regione Puglia: quali sono?

Oltre ai requisiti generali precedentemente indicati, il richiedente deve possedere dei requisiti specifici, in base alla categoria indicata dalla Regione Puglia. Abbiamo la Categoria A – Istanze presentate dai cittadini e Categoria B – Istanze presentate d’ufficio dagli ambiti territoriali. Rientrano nella Categoria A:

  • le famiglie numerose con almeno 5 o più componenti, residenti da almeno 12 mesi nel territorio Pugliese e con un valore Isee inferiore a 20.000 euro,
  • nuclei familiari con almeno 3 figli minori, residenti in un Comune della Regione Puglia da almeno 12 mesi, con Isee formato da 1 adulto e 3 componenti di minore età, inferiore a 20.000 euro,
  • i nuclei familiari con almeno un componente con disabilità, residenti dal almeno 12 mesi in Puglia, con il richiedente che si impegna ad assistere il disabile (caregiver) e con valore Isee non superiore a 20000 euro. Il nucleo deve essere anche costituito da un richiedente dell’assegno di cura non finanziabile per assenza del requisito di priorità sociale e familiare.
  • Gli emigrati italiani che rientrano in Italia, con iscrizione all’Aire, non in possesso del requisito della residenza per richiedere il Rdc e con Isee inferiore a 9360 euro,
  • nuclei familiari di cittadini stranieri, residenti in Puglia da 12 mesi, non essendo in possesso del requisito della residenza e della cittadinanza per il Reddito di cittadinanza e con un valore Isee non superiore a 9.360 euro.

Rientrano nella Categoria B, i soggetti che hanno i requisiti verificati dal Rup degli ambiti territoriali:

  • donne vittime di violenza, a carico dei servizi della rete antiviolenza,
  • genitori separati legalmente e senza occupazione,
  • persone senza fissa dimora,
  • nuclei con almeno un componente disabile (art. 3 comma 3 della legge 104/92), con Isee familiare ristretto inferiore a 15000,000, con capacità di autodeterminazione ed con dimora in casa propria o in strutture sociali “Dopo di noi”.

Per approfondire i requisiti generali e specifici del Red Regione Puglia 3.0, ti consigliamo di leggere l’avviso pubblicato sul sito sistema puglia.

Reddito di Dignità 3.0: quando spetta?

I beneficiari del Red 2019 della Regione Puglia, riceveranno un contributo economico in base:

  • al numero di ore settimanali di impegno al progetto sottoscritto,
  • al numero dei componenti familiari.

L‘importo economico del Red 3.0 è di:

  1. 300 euro, per 1-2 componenti familiari con un impegno di 12 ore a settimana,
  2. 400 euro, per 3-4 componenti familiari con un impegno di 18 ore a settimana,
  3. 500 euro, per 5 o più componenti, con un impegno di 24 ore a settimana.

Saranno accettate le domande con i requisiti elencati, sino ad esaurimento dei fondi.

Red Regione Puglia 3.0: come presentare la domanda

Le domanda Red 2019 della Regione Puglia, possono essere inviate sia dai CAF convenzionati con la Regione e sia dal cittadino, registrandosi sul sito: www.sistema.puglia.it/SistemaPuglia/red2019, cliccando su Presentazione domande – Compila la tua domanda.

Le domande sono partire dal giorno 24 Giugno 2019 dalle ore 12,00 ed alla stessa non bisogna né allegare alcuna documentazione e né firmarla. Prima di presentare l’istanza, devi essere in possesso di un’Isee in corso di validità senza omissioni o difformità e con un valore inferiore ai limiti predetti. Nella richiesta telematica, il richiedente del Red 3.0, deve inserire:

  • i dati anagrafici e di residenza,
  • gli estremi del documento d’identità non scaduto e il titolo posseduto,
  • scegliere il target specifico di appartenenza,
  • autodichiarare il possesso dei requisiti generali e per categoria,
  • indicare il protocollo del modello Isee, indicato sull’attestazione Isee,
  • autorizzare il trattamento dei dati personali.

Dopo la domanda, i Responsabili Unici del procedimento degli Ambiti territoriali, provvederanno all’istruttoria della pratica ed ai controlli, grazie alla cooperazione della banca dati dell’Inps.

Se il soggetto è ammesso al Red 3.0, viene convocato dagli Ambiti territoriali, a sottoscrivere un patto per l’inclusione sociale attiva. Il patto dura 12 mesi e nel patto, vengono indicati diritti e doveri dell’intero nucleo familiare beneficiario.

I pagamenti avvengono dopo il bimestre di maturazione del beneficio ed il contributo economico, viene accreditato direttamente sul conto corrente del beneficiario.

Consulenza Online
Hai bisogno di una consulenza online sul Red 2019 della Regione Puglia? Visita subito la nostra area dedicata di consulenza online.
Valuta l'articolo
[Totali: 1 Media: 5]

2 Commenti

  1. Caro signor di nasi, volevo chiederle, siccome non mi tendo per niente, ho ricevuto la carta (RCD) 31. Maggio con (ora faccio esempio) 800 euro. Il mese dopo sono arrivati 699. Come mai? E non c’è n’erano rimasti dentro perché ho molte spese da pagare. Ora Mi ritrovo anche Co. Un affitto arretrato perché mi son arrivati meno soldi. Lei saprebbe dirmi il perche? Cordiali saluti. Attendo risposta, grazie mille in anticipo

    • Perché da Giugno 2019 dall’importo lordo del Reddito di cittadinanza è stato detratto il REI percepito nelle mensilità del 2019.

Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui