Articolo aggiornato il 28 Gennaio 2020 da Nicola Di Masi

Confusione Inps pagamenti Rei Gennaio 2020

Arriverà con ritardo il pagamento sulla carta Rei di Gennaio 2020? Nuove disposizioni da parte dell’Inps per la ricarica del Reddito di inclusione di Gennaio 2020. Infatti per ricevere l’accredito sulla carta REI, l’Inps da quest’anno, richiede l’aggiornamento del nuovo modello Isee 2020.

Il messaggio Inps n. 161, pubblicato il 17 gennaio 2020, ha reso la vita ancora più difficile a tutti gli operatori del CAF ed a tutti i contribuenti, che da Gennaio 2020 percepiranno le ricariche REI. Una vera confusione ed una modalità di pagamento diversa rispetto allo scorso anno, che creerà dei ritardi e delle sospensioni della REI.

Ricarica REI di Gennaio 2020 arriverà in ritardo?

La ricarica della carta Rei di Gennaio 2020, spetta a tutti i percettori del Reddito di inclusione, che non hanno presentato la domanda Reddito di cittadinanza e pensione di cittadinanza, entro il 31 Dicembre 2019.

Quindi se sono percettore di REI nel mese di Dicembre 2019 ed ho inoltrato la domanda reddito di cittadinanza entro la fine di Dicembre 2019, nel caso accoglimento della domanda, non riceverò più la ricarica REI a partire dal mese di Gennaio 2020. In questo caso, spetta solo la ricarica REI di Dicembre 2019, che verrà pagata entro 30/45 giorni dalla lavorazione mensile. Per questo non bisogna assolutamente cestinare la carta REI, sino al ricevimento del’ultimo pagamento.

La REI è stata eliminata definitivamente, in quanto non è possibile fare domanda da Gennaio 2020 e neanche rinnovarla. Solo i beneficiari del REI prima del 1° marzo 2019, percepiranno le ricariche sulla Carta REI, sino alla scadenza inizialmente prevista.

Ricarica Carta REI Gennaio 2020 sospesa e con ritardo

Come abbiamo detto in precedenza, l’Inps con il messaggio n. 161 del 17 gennaio 2020, ha previsto un nuovo importo massimo del REI (pari a 6575,56 euro) e ha cambiato i tempi di pagamento del REI di Gennaio 2020, come diversamente indicato.

L’Istituto previdenziale lavorerà il REI del mese di Gennaio 2020, sulla base dei nuovi valori contenuti sulla dichiarazione Isee 2020. In poche parole l’Inps, non pagherà il REI di Gennaio 2020, sino alla nuova acquisizione del modello Isee 2020.

Aggiornamento al 28 Gennaio 2020: Le ricariche Rei di Gennaio 2020 sono partite solo per chi ha rinnovato tempestivamente il modello Isee dal 28 gennaio 2020.

In mancanza della presentazione della dichiarazione DSU 2020, precisa l’Inps, l’erogazione dei benefici sarà sospesa fino alla presentazione di una nuova Dichiarazione Sostitutiva Unica valida.

Date di pagamento della ricarica REI dell’anno 2020

Quindi tutti i percettori del Reddito di inclusione devono affrettarsi per farsi rilasciare una nuova dichiarazione DSU. Dal momento dell’acquisizione, l’Inps elaborerà ed invierà, in caso di controlli positivi, la disposizione di pagamento all’ufficio postale. Questo vale solo per la misura REI e NON per i pagamenti del Reddito di cittadinanza e Pensione di cittadinanza.

Per visualizzare tutte le date di pagamento della ricarica REI dell’anno 2020, bisogna verificare le movimentazioni della ricarica carta REI, sul servizio online Inps: REI Reddito di inclusione, seguendo le istruzioni del nostro video Carta REI Pagamenti.

Per conoscere il Saldo della Carta Rei 2020, è necessario contattare, dopo la data di disposizione Inps, il:

  • numero verde Carta REI Inps: 800.666.888 da telefono fisso,
  • o il numero 199.100.888 da telefono cellulare a pagamento,
  • oppure registrarsi sul sito delle poste.it o scaricare l’App delle poste.

Inoltre è possibile chiamare gratuitamente il numero verde 800.130.640, dal numero di cellulare registrato, per ricevere un messaggio, che comunicherà immediatamente il saldo disponibile sulla Carta REI.

Per verificare le date dei pagamenti del Reddito di inclusione REI 2020, è indispensabile leggere il nostro articolo: Date di pagamento REI 2020 Inps.

Cosa fare per ricevere le ricariche REI da Gennaio 2020?

Per continuare a ricevere tutti i pagamenti del Reddito di inclusione REI, anche nel 2020:

  • bisogna rinnovare il modello Isee 2020 tempestivamente, correttamente senza errori o omissioni ed eventualmente ripresentare il modello Isee corrente, dopo la presentazione dell’Isee 2020 ordinario,
  • accettare di svolgere lavori di utilità sociale previsti dal progetto e non rifiutare proposte lavorative dai servizi sociali del Comune,
  • inviare il modello Rdc – com, nel caso di variazione reddituali di uno o più componenti familiari o all’inizio nel 2020, entro il mese di Gennaio 2020, per comunicare il reddito presunto.

Al termine dei pagamenti delle ricariche, è facoltativo consegnare alla posta la carta prepagata.

Riferimento normativo: D.Lgs. 15 settembre 2017, n. 147 

Consulenza Online
Per tutte le problematiche della misura REI Reddito di inclusione 2020, accedi ai nostri servizi di consulenza online.

9 Commenti

  1. Salve ho fatto il modello ISEE il 20 di dicembre .ma ad oggi non ho ancora ricevuto il pagamento del mese di gennaio. Cosa devo fare

Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui