Ape volontaria: ultimissime e simulazione con simulatore online Inps

L’Ape Volontaria è il prestito pensionistico sperimentale in vigore dal primo maggio 2017 al 31 dicembre 2018 per il pagamento di 12 rate mensili e fino al raggiungimento dell’età pensionabile. A differenza dell’Ape social, l’Ape volontaria ha un costo e ti permette di ricevere delle somme mensilmente, già a partire da 63 anni, con il prestito pensionistico Inps, da restituire in 20 anni quando si raggiungerà l’età per la pensione di vecchiaia.

Requsiti per l’APE Volontaria e verifica telematica

Prima di tutto devi controllare i requisiti per accedere a questa prestazione pensionistica, dopodiché dovrai farti certificare dall’Inps con un’apposito servizio telematico, il possesso delle condizioni previste per avere diritto all’Ape Volontaria.
Per accedere a tale servizio di verifica, devi essere in possesso dello SPID o del PIN di INPS.

Possono accedere a questa misura sperimentale:

  • i nati nel 1954, che hanno compiuto 63 anni;
  • 3 anni e 7 mesi di distanza dalla pensione di vecchiaia;
  • 20 anni di contributi;
  • non titolare di un trattamento pensionistico;
  • lavoratore dipendente privato o pubblico, autonomo o iscritto alla gestione separata dell’Inps;
  • avere un importo della futura pensione mensile, al netto della rata di ammortamento per il rimborso del prestito richiesto, pari o superiore a 702.65 per l’anno 2017;
  • i lavoratori disponibili a pagare un prestito pensionistico.

Non è assolutamente necessario risolvere e cessare l’attività lavorativa.

Come funziona l’APE Volontaria?

Dopo aver ricevuto la risposta di accoglimento dei requisiti da parte dell’Inps, potrai procedere alla compilazione della domanda telematica per richiedere l’APE volontaria. In tale domanda dovrai indicare sia l’Istituto bancario che ti darà il prestito e sia l’assicurazione che coprirà il Tuo rischio di premorienza. Gli Istituti bancari ed assicurativi saranno scelti tra quelli che avranno stipulato determinati accordi con l’Inps.

Tale somme che riceverai a 63 anni di età compiuti, se sei in possesso di tutti i requisiti elencati in precedenza, li riceverai in 12 rate mensili ed ai fini fiscali non faranno reddito, anzi potranno essere detratti fiscalmente fino al 50% sulla tua dichiarazione dei redditi.
E’ un prestito pensionistico, che avrà i suoi tassi di interesse, convenzionato con l’Inps e restituito quando andrai in pensione.

Per questo consigliamo di leggere attentamente le condizioni contrattuali di questo prestito pensionistico e di verificare le condizione di recesso o di estinzione anticipata.

Simulatore Ape Volontaria

Da qualche giorno l’INPS ha introdotto sul proprio portale uno strumento davvero utile: Il Simulatore Online dell’APE VOLONTARIA
Spesso, chi voleva presentare questa domanda, veniva frenato da diversi dubbi relativi all’importo mensile alla durata dell’Ape volontaria ed alla rata di rimborso.
Questo strumento è stato creato proprio per dare un’idea quanto più precisa di quelle che potrebbero essere le condizioni economiche da accettare, presentando la propria domanda di Ape Volontario.

Per accedere al simulatore bisogna andare su questo indirizzo e poi cliccare su “Avanti
Arrivati a questo punto ci si troverà su una schermata formata da 4 schede. Si dovranno compilare tutti i dati richiesti (scheda per scheda) e cliccare “Avanti” sino ad ottener il risultato nella scheda “la tua simulazione

Simulatore per la simulazione dell'APE volontaria INPS

Simulatore per la simulazione dell’APE volontaria INPS

Hai bisogno di aiuto ed assistenza?

Se hai bisogno di una consulenza personalizzata per l’Ape volontaria, puoi vistare la nostra area dedicata.
Il nostro Team metterà al Tuo servizio tutta la competenza professionale acquisita negli anni.

Valuta l'articolo
[Totali: 3 Media: 5]

Posted by Stefano Mastrangelo

Consulente tecnico e creatore di contenuti per il sito Insindacabili.it

Invia il tuo Commento