Assenza per malattia: certificato Inps, comunicazione e visite di controllo

Cosa deve fare il lavoratore dipendente pubblico o privato in caso di assenza per malattia? L’Inps, dal 26 luglio 2018, ha pubblicato una guida sulle istruzioni del certificato medico di malattia telematico e sulle visite fiscali di controllo, per i lavoratori privati e pubblici.

Che fare in caso di malattia? 

In caso di assenza per malattia, dovrai contattare il medico curante di famiglia, il quale accerterà le tue condizioni, per il rilascio del certificato medico telematico. Il certificato medico, deve essere rilasciato lo stesso giorno o al massimo il giorno successivo (quando il giorno è feriale), se la visita è avvenuta al domicilio del lavoratore. Il certificato medico di malattia, può essere inviato all’Inps, sia dal medico curante e sia da un libero professionista, se dispone le credenziali di accesso all’Inps.

Certificato di malattia telematico Inps

Il certificato medico di malattia telematico è formato da:

  • un numero di protocollo PUC;
  • dai dati anagrafici del lavoratore;
  • dall’indirizzo di reperibilità e da ogni informazione utile, per l’eventuale visita di controllo da parte dell’Inps.

Dopo la trasmissione del certificato, fatti rilasciare una copia dal medico (oppure potresti chiedere l’invio al tuo indirizzo di posta elettronica), controlla che i dati riportati siano corretti e che sia stato fatto l’invio telematico attraverso il servizio online dell’Inps: Consultazione attestati di malattia.

Il datore di lavoro può visualizzare il tuo certificato medico, tramite i servizi online riservati ai Consulenti del Lavoro. Noi ti consigliamo di avvisare il datore di lavoro, prima possibile, dell’assenza per malattia. In caso di assenza in giorni festivi e prefestivi (sabato, domenica e festività), puoi rivolgerti alla guardia medica per il rilascio del certificato telematico Inps.

Certificato medico di malattia cartaceo

Il certificato medico cartaceo è accettato dall’Inps, solo se non è possibile trasmettere un certificato telematico. (Ad esempio i certificati rilasciati dal pronto soccorso o nei casi di ricovero) All’interno del certificato devono essere indicati, tutti i dati richiesti dall’art. 8 del Decreto del PCM del 26 marzo 2018. Tale certificato deve essere consegnato all’Inps entro 48 ore:

  • con raccomandata con ricevuta di ritorno;
  • tramite pec;
  • direttamente allo sportello Inps.

Questo vale solo per i lavoratori, ai quali è indennizzata la malattia da parte l’Inps. Lo stesso certificato di malattia cartaceo, deve essere consegnato al datore di lavoro, entro due giorni dall’evento.

Assenza per malattia: visite fiscale 2018

Il controllo dell’assenza per malattia del lavoratore pubblico e privato, può essere fatto d’ufficio, direttamente dall’Inps, oppure è lo stesso datore di lavoro privato o la Pubblica amministrazione, a richiedere all’Inps, di controllare la malattia del lavoratore.

L’Inps potrebbe controllare, anche più volte in un giorno, la malattia dei lavoratori dipendenti pubblici e privati.

Orari visite fiscali 2018 

Gli orari delle visite fiscali Inps, sono state confermate per l’anno 2018.

Gli orari di reperibilità, per assenza dal lavoro, dei dipendenti privati per l’anno 2018 sono dal lunedì alla domenica, 7 giorni su 7:

  • dalle ore: 10:00 alle ore 12:00
  • dalle ore: 17:00 alle ore 19:00

E’ possibile essere esonerati dalle precedenti fasce di reperibilità, quando il lavoratore privato:

  • deve sottoporsi a visite mediche urgenti e specialistiche, che non possono essere effettuate in orari diversi da quelli di reperibilità;
  • è risultato assente per cause di cause maggiori;
  • per gravi patologie o lo stato di invalidità pari o superiore al 67%;
  • per provati motivi familiari e personali.

Il medico curante, deve indicare la possibile assenza del lavoratore sul certificato medico, ai sensi della Circolare Inps n. 95/2016.

Gli orari delle visite fiscali dei dipendenti pubblici da parte dell’Inps sono:  7 giorni su 7, compresi i giorni non lavorativi, i festivi, i prefestivi ed i weekend:

  • dalle ore 9.00 alle ore 13.00
  • dalle ore 15:00 alle ore 18:00

Anche per il dipendente pubblico, ci sono diversi casi di esonero, dal rispetto delle fasce di reperibilità, stabilite dal Decreto del Ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione n. 206 del 17/10/2017.

Assenza per malattia: se sei assente durante la visita fiscale

Le sanzioni disciplinari in caso di assenza per malattia, durante la visita fiscale di controllo, sono:

  • mancato pagamento della retribuzione al 100%, per i primi 10 giorni di malattia;
  • per i successivi giorni di malattia, subirai una riduzione della retribuzione al 50%;
  • nei casi più gravi, il datore di lavoro o la Pubblica amministrazione, può applicare il licenziamento disciplinare senza preavviso.

L’inps ti considererà assente anche nei seguenti casi:

  • quando il lavoratore è negligenze o per altri motivi, rende impossibile o inattuabile la visita medica di controllo;
  • non si presenta alla visita di controllo ambulatoriale;
  • non aver udito il campanello durante il riposo o per altri motivi, o per malfunzionamento dello stesso;
  • mancanza del nominativo del lavoratore sul citofono;
  • mancata o incompleta comunicazione della variazione di domicilio o del luogo di reperibilità;
  • espletamento di incombenze effettuabili in orari diversi.

Dopo l’assenza dalla visita di controllo, hai 15 giorni per giustificare la Tua assenza.

Riferimento normativo: Decreto 17 Ottobre 2017, n. 206

Consulenza online del Team di insindacabili.it

Clicca sulla nostra area dedicata consulenza online per risolvere qualsiasi problematica previdenziale e fiscale.

Hai trovato utile il nostro articolo? Hai chiarito qualche dubbio in merito ad un argomento? Effettua una Donazione ed aiutarai il nostro Team ad aggiornarti sempre con le ultime Novità 😉


Valuta l'articolo
[Totali: 2 Media: 5]

Posted by Nicola Di Masi

Nicola Di Masi, ideatore e creatore di contenuti per il sito insindacabili.it. Abilitato Consulente del Lavoro e responsabile Caf da Maggio 2008 a tutt'oggi. Ha lavorato come Consulente del Lavoro, come operatore di Patronato e ha coordinato le attività formative di un Organismo Formativo Accreditato.

Invia il tuo Commento