Articolo aggiornato il 21 Dicembre 2022 da Nicola Di Masi

Inps Cedolino Pensione Gennaio 2023 con aumenti per pensionati

Da poche ore è disponibile online per la consultazione, il Cedolino della Pensione di Gennaio 2023, sia per pensionati Inps, che per gli Ex Inpdap.
Come si visualizza il Cedolino Inps e come si consulta nell’area riservata?

Per il primo Pagamento della Pensione del 2023 è bene verificare tutte le voci che compongono il Cedolino Inps con gli aumenti dell’importo previsti per il nuovo anno.
Vediamo ora come fare per ottenere, salvare e stampare tutte le informazioni relative al Cedolino di Gennaio 2023.

Calendario Pensioni Gennaio 2023 Inps ed ex Inpdap: area riservata

Per controllare il Cedolino della Pensione di Gennaio 2023, bisogna recarsi sul sito dell’Inps – www.inps.it – e scrivere nella barra di ricerca, la frase “cedolino della pensione“.

A questo punto nella scheda “Servizio: Cedolino di pensione e servizi collegati” bisogna cliccare su Accedi: si aprirà una schermata nella quale si dovrà inserire il codice fiscale, lo Spid o la carta nazionale dei servizi oppure la carta di identità elettronica:

Come accedere al cedolino di pensione Inps online
Come accedere al cedolino di pensione Inps online

Una volta autenticati sul sito dell’Inps, apparirà la seguente schermata:

Cedolino di pensione INPS 2023
Cedolino di pensione INPS 2023

Adesso dovrete cliccare su “Vuoi visualizzare il cedolino” in Verifica Pagamenti e potrete visualizzare anche il cedolino della pensione di Gennaio 2023.

Da diversi mesi, il cedolino di pensione viene pubblicato prima, sul fascicolo previdenziale del cittadino. Per accedervi, entrate nel servizio online Inps: Fascicolo previdenziale,  ed inserite il codice fiscale e le credenziali Inps, cliccando poi nel menu a sinistra PRESTAZIONI – PAGAMENTI.

Visualizzerete la rata della pensione di Gennaio 2023, la data di disponibilità e l’importo netto della pensione.

Cliccando sulla rata numero 1, sarà possibile visualizzare le voci che compongono il prospetto di Pensione di Gennaio 2023 con i tanto attesi aumenti dovuti alle Rivalutazioni Inps per gli Assegni pensionistici nel nuovo anno.

Il Cedolino della Pensione di Gennaio 2023
Il Cedolino della Pensione di Gennaio 2023

Dalla pensione di Gennaio 2023, saranno applicate le trattenute delle addizionali irpef Regionali.

Come scaricare il prospetto pensione Inps Ex Inpdad?

Nel servizio online Inps: Cedolino di pensione, potreste decidere di visualizzare i dettagli della pensione di Gennaio 2023, per consultarne le varie voci, oppure è possibile anche scaricarlo sul vostro Computer o decidere di stamparlo.

Pensando di fare cosa gradita, vi postiamo qui in basso anche la nostra piccola video-guida, per richiedere il prospetto riepilogativo della pensione: 

Come vedere il cedolino di pensione Inps ex-Inpdap

Importante: se non visualizzate il cedolino della Pensione di Gennaio 2023, con il primo metodo che andiamo ad indicare, vi consigliamo di seguire la seconda procedura, accedendo al fascicolo previdenziale Inps.

Cedolino Pensione INPS di Gennaio 2023: tutti i servizi disponibili

Ecco tutte le funzionalità previste nel servizio “Cedolino Pensione Online” sul sito Inps:

  • la consultazione del cedolino della pensione
  • la visualizzazione “ultimo cedolino”
  • il confronto dei cedolini
  • la visualizzazione dei cedolini
  • la visualizzazione elenco prospetti di liquidazione (Modelli TE08)
  • l’elenco delle deleghe sindacali
  • la gestione delle deleghe sindacali su trattamenti pensionistici
  • comunicazioni Inps
  • il dettaglio recapiti
  • la modifica dei dati personali
  • il riepilogo dei dati anagrafici
  • il riepilogo dei dati anagrafici e di pagamento
  • le informazioni di Posta Elettronica Certificata
  • la variazione dell’ufficio pagatore
  • la visualizzazione e modifica dati anagrafici, indirizzo e recapiti
  • il recupero della Certificazione Unica
  • la stampa della Certificazione Unica

Pagamento Pensioni Gennaio 2023 Il Cedolino

Cosa succede con le tempistiche di consegna nel mese di Gennaio 2023? il pagamento delle Pensioni INPS avverrà in maniera anticipata presso le sedi di Poste Italiane?

Lo Stato di Emergenza (sanitario) è stato prorogato sino al 31 Marzo 2022, per via della intensa circolazione del covid-19 con le varianti Delta ed Omicron, ma le restrizioni principali sono state via via accantonate, seppur si consiglia di non abbassare la guardia e proseguire con le quarte e quinte dosi della campagna vaccinale.

Detto ciò, le Pensioni di Gennaio 2023 non saranno pagate in Anticipo e
Presso Poste Italiane ed Istituti di Credito, le somme saranno prelevabili dal giorno 3 Gennaio 2023 (secondo giorno bancabile dell’anno).

Per quanto riguarda le pensioni di accompagnamento gli importi sono stati rivalutati a 527,16 euro, anche se sulla seconda voce l’Inps ha applicato una riduzione di 6,06 (Congualio pensioni da rinnovo), tale da determinate un importo della pensiona di Gennaio 2023 pari a 521,10.

Pensione di accompagnamento Gennaio 2023
Pensione di Accompagnamento Gennaio 2023

E’ possibile consultare, nel nostro articolo, la tabella completa con il Calendario delle Pensioni Inps 2023.

Gli Aumenti delle Pensioni a Gennaio 2023

Ma passiamo alla parte più interessante ed attesa del nostro articolo: come saranno calcolati gli Aumenti degli Assegni a seguito dell’importante incremento dell’inflazione nel 2022?
Le Pensioni Inps saranno ritoccate verso l’alto seguendo lo schema riportato in basso, solo dai mesi di Marzo-Aprile (per le pensioni suoperiori a 4 volte il trattamento minimo), in attesa dell’approvazione della legge di Bilancio 2023:

negli anni 2023-2024, la rivalutazione automatica delle pensioni, avverrà in questo modo:

  • per i trattamenti pensionistici complessivamente pari o inferiori a quattro volte (2.102 euro circa) il trattamento minimo INPS, le pensioni saranno rivalutate nella misura del 100 per cento (pieno 7,3%);
  • per i trattamenti pensionistici complessivamente superiori a quattro volte (2.102 euro circa) il trattamento minimo INPS, le pensioni saranno adeguate nella misura dell’85 per cento (6,21%) per i trattamenti pensionistici complessivamente pari o inferiori a cinque volte il trattamento minimo INPS (2.627 euro circa).
  • per le pensioni di importo superiore a cinque volte il predetto trattamento minimo (2.627 euro circa) nella misura del 53 per cento (3,87%) per i trattamenti pensionistici complessivamente superiori a cinque volte il trattamento minimo INPS (2.627 euro circa) e pari o inferiori a sei volte il trattamento minimo INPS (3.152 euro circa).
  • Per le pensioni di importo superiore a sei volte il predetto trattamento minimo (3.152 euro circa) nella misura del 47 per cento (3,43%) per i trattamenti pensionistici complessivamente superiori a sei volte il trattamento minimo INPS e pari o inferiori a otto volte il trattamento minimo INPS (4.203 euro circa).
  • Per i trattamenti pensionistici di importo superiore a otto volte il predetto trattamento minimo (3.152 euro circa) nella misura del 37 per cento (2,70%) per i trattamenti pensionistici complessivamente superiori a otto volte il trattamento minimo INPS e pari o inferiori a dieci volte il trattamento minimo INPS (5.254 euro circa).
  • Per le pensioni di importo superiore a dieci volte il predetto trattamento minimo, nella misura del 32 per cento (2,34%) per i trattamenti pensionistici complessivamente superiori a dieci volte il trattamento minimo INPS (superiore a 5.254 euro circa).

Infine ricordiamo che, le sole pensione minime pari ad euro 525,38 aumenteranno, non solo del 7,3%, ma del 8,8%, portando il nuovo trattamento minimo delle pensioni, dal 1° Gennaio 2023 a 571 euro circa, con un aumento complessivo mensile pari a 46 euro.

Per le prime pensioni di Gennaio 2023 l’importo del trattamento minimo di 525,38 è aumento di solo 38,35 (solo della rivalutazione del 7,3%), in attesa dell’approvazione della legge finaziaria 2023 e dell’ulteriore incremento sino a 571 euro (1.5 punti percentuali in più) per i pensionati con un’età inferiore a 75 anni.

Al contrario le pensioni di invalidità civile, parziali, aumentaranno, putroppo, di solo il 7,3%. Per chi non ha altri redditi passerrano da 302,88 a 324,24 euro. Mentre per i pensionati invalidi civili parziali, con altri redditi, il nuovo importo di Gennaio 2023 sarà pari a 313,91 euro.

Gli invali totali, con una percentuale di invalidità del 100%, percepiranno una pensione a Gennaio 2023 pari ad euro 675,95, con la maggiorazione sociale.

Speriamo di avervi fornito tantissime indicazioni utili in merito ai Cedolini delle Pensioni Inps di Gennaio 2023.

Leggi anche: Pensioni minime a 600 euro per gli Over-75

Un Team di professionisti del settore seguirà con premura ed attenzione le vostre richieste e la vostre Pratiche.
Ecco i nostri 2 servizi dedicati ai pensionati:

Tantissimi clienti ed utenti si sono già avvalsi della nostra Consulenza professionale online.
Buona consultazione del Cedolino di Gennaio 2023 con Insindacabili.it

Leggi gli ultimi articoli pubblicati sul nostro sito:

23 Commenti

  1. Ho appena visto il mio cedolino INPS di Gennaio 2023; non solo non c’è traccia della rivalutazione sbandierata dal governo, ma mi ci hanno inserito anche un conguaglio fiscale di circa 190 Euro (col segno -)… morale il netto di Gennaio 2023 e’ inferiore di circa 200 Euro rispetto al netto di Novembre 2022 e al netto di Ottobre 2022…

Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui