Come e quando pagare i contributi dei lavoratori domestici babysitter, colf e badanti?

Molti datori di lavoro si chiedono come e quando si pagano i contributi dei lavoratori domestici? Dopo aver proceduto all’assunzione della propria lavoratrice il datore di lavoro si deve fare due conti e deve stare attento alle scadenze dei contributi.

Come e quando si pagano i contributi?

I contributi delle babysitter, colf e badanti assunte si pagano a determinate scadenze, ossia entro il 10 del trimestre successivo. Ecco qui le date di scadenza:

  • dal 1° al 10 aprile versamento per il 1° trimestre;
  • nei giorni tra il 1° al 10 luglio versamento per il 2° trimestre;
  • dal 1° al 10 ottobre versamento per il 3° trimestre;
  • dal 1° al 10 gennaio versamento per il 4° trimestre. contributi lavoratori domestici

Se una lavoratrice domestica è stata assunta il mese di settembre, dovrà pagare i contributi in base alle ore settimanali ed alla retribuzione lorda entro il 10 del mese di ottobre e pagherà solo le settimane lavorative di settembre a partire dal giorno dell’assunzione.

I contributi posso essere pagati tramite un bollettino M.A.V. elettronico, preferibilmente stampabile fronte-retro, o tramite il servizio PagoPA. Quello più utilizzato è sicuramente il bollettino M.A.V., che è possibile stamparlo o modificalo attraverso il servizio portale dei pagamenti dell’Inps. Vediamo insieme la procedura. Per accedervi clicca sul seguente link. Clicca su Lavoratori Domestici.

Pagamenti contributi colf e badanti

Pagamenti contributi colf e badanti

 

Clicca su Entra nel servizio

Pagamenti contributi colf e badanti

Pagamenti contributi colf e badanti

Inserisci il codice fiscale del datore di lavoro e il codice del rapporto di lavoro. (codice di 12 cifre che trovi in alto a destra sulla denuncia telematica Inps)

Pagamenti contributi colf e badanti

Pagamenti contributi colf e badanti

Clicca su bollettini e visualizzerai il codice del rapporto di lavoro, il codice fiscale del lavoratore, il trimestre di riferimento e le ore retribuite, la retribuzione oraria effettiva e l’importo da pagare. Il bollettino dei contributi M.A.V. elettronico, deve essere stampato fronte-retro e deve essere pagato entro la scadenza indicata sullo stesso bollettino.

Se le ore retributive o il periodo di riferimento sono errati, dovrai cliccare su Visualizza/Modifica e compilare la sezione in base ai dati corretti.

Hai bisogno di aiuto ed assistenza?
Se hai bisogno di una consulenza personalizzata per pagare i contributi dei lavoratori domestici,
puoi vistare la nostra area dedicata.
Il nostro Team metterà al tuo servizio tutta la Sua competenza professionale.

Hai trovato utile il nostro articolo? Hai chiarito qualche dubbio in merito ad un argomento? Effettua una Donazione ed aiutarai il nostro Team ad aggiornarti sempre con le ultime Novità 😉


Valuta l'articolo
[Totali: 1 Media: 5]

Posted byNicola Di Masi

Nicola Di Masi, ideatore e creatore di contenuti per il sito insindacabili.it. Abilitato Consulente del Lavoro e responsabile Caf da Maggio 2008 a tutt'oggi. Ha lavorato come Consulente del Lavoro, come operatore di Patronato e ha coordinato le attività formative di un Organismo Formativo Accreditato.

Invia il tuo Commento