Articolo aggiornato il 20 Giugno 2020 da Nicola Di Masi

Uno sconto per le vacanze 2020: a chi spetta?

Cos’è il bonus vacanze? Il decreto Rilancio ha previsto un bonus alle famiglie, fino ad un importo massimo di 500 euro, come misura di sostegno del settore turistico, in forte crisi e per incentivare gli italiani a passare le proprie vacanze, durante il Covid.

Lo sconto per le ferie è riconosciuto dal 1° Luglio 2020 fino al 31 Dicembre 2020, per le famiglie con un ISEE, in corso di validità, inferiore a 40.000 euro.

Come funziona il bonus ferie 2020?

Il bonus ferie 2020, ai sensi dall’articolo 176 del decreto Rilancio numero 34/2020, prevede un credito per le famiglie che trascorrono le proprie vacanze all’interno del territorio italiano (non estero).

E’ un rimborso spese per i costi sopportati dal 1° Luglio 2020 al 31 Dicembre 2020, presso strutture turistiche con i requisiti previsti dalla normativa nazionale e regionale, come:

  • alberghi,
  • campeggi,
  • villaggi,
  • bed and breakfast.

Bonus Vacanze: quanto spetta?

Lo sconto sulle vacanze, spetta al nucleo familiare con un Isee in corso, inferiore a 40.000 euro, per un importo massimale di 500 euro, diviso in questo modo:

  • 150 euro per un solo componente,
  • fino a 300 euro, per le famiglie composte da due persone,
  • fino a 500 euro, per i nuclei familiari costituiti da tre o più componenti.

Inoltre la fattura deve essere pagata in un’unica soluzione, senza alcun intermediario, come Airbnb e Booking o tour operator.

E’ importantissimo essere in possesso, prima della richiesta del bonus vacanza, di un Isee in corso di validità senza errori o omissioni.

Bisogna presentare una domanda per Bonus Vacanza?

Per ricevere il rimborso sino a 500 euro, precedentemente il governo aveva previsto la possibilità di non presentare nessuna domanda, mentre ad oggi, il cittadino deve richiedere il codice SPID, scaricare l’applicazione IO dei servizi pubblici e richiedere il voucher sull’app, dal 1° Luglio 2020. In seguito lo sconto sarà effettuato al momento del pagamento (presentando il voucher), per un importo pari all’80% del bonus previsto ed il restante 20%, sarà riconosciuto come credito, nella dichiarazione dei redditi 730 o modello dei redditi persone fisiche, nel 2021.

Quindi se ho un nucleo familiare di 4 persone, risparmierò 400 euro, quando dovrò pagare la fattura ed il restante 100 euro sarà recuperato sulla dichiarazione fiscale, come credito di imposta.

E’ importante effettuare il pagamento, direttamente alla struttura turistica e conservare la ricevuta fiscale, con l’indicazione del codice fiscale del turista.

Siamo in attesa di capire, come scaricare il voucher richiesto da alcune strutture turistiche.

Consulenza insindacabili.it
Per una consulenza fiscale online con gli esperti di insindacabili.it, accedi all’area dedicata di Consulenza online.

Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui