Contributi Inps 2019 artigiani e commercianti: minimali e massimali di reddito

La circolare Inps n. 25 del 13 Febbraio 2019, ha stabilito i minimali ed i massimali di reddito, con le relative aliquote, dei contributi Inps 2019 artigiani e commercianti. I contributi Inps dei lavoratori autonomi si pagano con i modelli F24 entro il 16 Maggio 2019, 20 Agosto 2019, 18 Novembre 2019 ed il 17 Febbraio 2020.

Le aliquote dei contributi Inps 2019 artigiani e commercianti

Le aliquote dei contributi Inps 2019 degli artigiani e commercianti, aumentano dello 0,45% ogni anno dal 1° Gennaio 2012, sino al raggiungimento dell’aliquota del 24%. Per il calcolo dei contributi dei lavoratori autonomi 2019, l’Inps prende come riferimento i redditi d’impresa ed in via provvisoria, quelli inviati all’Agenzia delle Entrate, dell’anno d’imposta 2017. Nell’anno 2019 il minimale Inps di reddito annuo, per il pagamento dei contributi degli artigiani e dei commercianti, è di € 15.878,00 e le aliquote 2019 variano, a secondo che si tratti di lavoratore autonomo con un’età fino a 21 anni o di età superiore ai 21 anni.

Contributi Inps 2019 artigiani e commercianti: quanto si paga?

Per gli artigiani, coadiuvanti o coadiutori artigiani di età superiore ai 21 anni, il contributo minimo del 2019 è di euro 3.818,16. Si paga in 4 rate, con i modelli F24/Mav e l’importo complessivo di ciascun versamento è di euro 954,54.

Per gli artigiani, coadiuvanti o coadiutori artigiani, di età inferiore ai 21 anni, il contributo minimo del 2019 è di euro 3.413,27Si paga in 4 rate, con i modelli F24/Mav, con un importo complessivo di 853,32 euro cadauno.

I commercianti, i coadiuvanti o coadiutori commercianti, di età superiore ai 21 anni, il contributo minimo del 2019, è di euro 3.832,45. Si paga in 4 rate, con i modelli F24/Mav, con un importo complessivo di 958,11 euro cadauno.

Potrebbe interessarti anche  Elenco Sedi Inps Palermo: la sede Inps di competenza territoriale

Per i commercianti, i coadiuvanti o coadiutori commercianti di età inferiore ai 21 anni il contributo minimo del 2019 è di euro 3.427,56. Si paga in 4 rate, con i modelli F24/Mav, con un importo complessivo di 856,89 euro cadauno.

Sul reddito minimo di € 15.878,00 si calcolano le seguenti aliquote Inps 2019:

Artigiani Commercianti
Titolari, coadiuvanti, coadiutori di età superiore ai 21 anni 24,00% 24,09%
Coadiuvanti,coadiutori di età non superiore ai 21 anni 21,45% 21,54%

I contributi Inps sul reddito eccedente il minimale vengono così calcolati:

Artigiani Commercianti
Titolari, coadiuvanti, coadiutori di età superiore ai 21 anni 24,00% per redditi fino a 47.143,00 € e 25,00% per redditi superiori 24,09% per redditi fino ad € 47.143,00 ed al 25,09% per i redditi superiori
Coadiuvanti, coadiutori di età non superiore ai 21 anni 21,45% per redditi fino ad € 47.143,00 ed al 22,45% per i redditi superiori 21,54% per redditi fino ad €47.143,00 ed al 22,54% per i redditi superiori

II massimale di reddito annuo, è pari a 78.572 euro, per gli iscritti alla gestione separata Inps, prima del 1° gennaio 1996 o con anzianità contributiva a questa data. Per i lavoratori iscritti successivamente al 1996, il massimale annuo è di 102.543 euro.

Contributi Inps 2019 artigiani e commercianti: scadenze

Le scadenze per il pagamento dei contributi Inps degli artigiani e commercianti per l’anno 2019, sono le seguenti:

  • contributi dovuti sul minimale di reddito annuale: 16 Maggio 2019, 20 Agosto 2019, 18 Novembre 2019 e 17 Febbraio 2020;
  • contributi dovuti sul reddito eccedente il minimale: entro i termini previsti per il versamento dell’Irpef a titolo di saldo 2018, primo e secondo acconto 2019.

Per scaricare e stampare i pagamenti unificati F24, accedi al cassetto postale online Inps.

Consulenza Online
Se hai bisogno di una consulenza online su questa tematica, visita subito la nostra area dedicata e scopri tutti i nostri servizi di consulenza online.

Valuta l'articolo
[Totali: 4 Media: 5]

Seguici su Telegram

Posted by Nicola Di Masi

Nicola Di Masi, ideatore e creatore di contenuti per il sito insindacabili.it. Abilitato Consulente del Lavoro e responsabile Caf da Maggio 2008 a tutt'oggi. Ha lavorato come Consulente del Lavoro, come operatore di Patronato e ha coordinato le attività formative di un Organismo Formativo Accreditato.

2 Comments

  1. Salve, ho partiva iva con gestione separata, qual’è la percentuale da pagare per l acconto inps per l anno successivo?

    1. Nicola Di Masi 14 Febbraio 2019 at 20:39

      Le consigliamo di leggere il nostro articolo: https://insindacabili.it/aliquote-2019-gestione-separata-inps/

Comments are closed.