“E’ stato disposto un pagamento in suo favore per: Disoccupazione agricola”

Hai ricevuto questo SMS da INPS Informa? Benissimo, questo vuol dire che l’istituto di Previdenza Nazionale ha già provveduto al pagamento della tua disoccupazione agricola! Non devi far altro che andare al tuo sportello bancario o controllare l’importo direttamente dal tuo Home Banking.

In questo anno infatti, l’Inps sta provvedendo al pagamento delle indennità di disoccupazione agricola (nella maggior parte dei casi) in data 28 Giugno 2017.

Non hai ricevuto questo messaggio da INPS informa?

Non preoccuparti se questa mattina non hai ricevuto il messaggino dall’Inps, molto probabilmente riceverai il pagamento in una data successiva, non molto distante da quella del 28 Giugno.

Per ricevere la disoccupazione agricola tra Giugno e Luglio 2017 devi aver presentato correttamente la domanda entro il 31 Marzo 2017, facendo parte delle seguenti categorie::

  • gli operai agricoli a tempo indeterminato
  • gli operai a tempo determinato
  • i piccoli coloni
  • i compartecipanti familiari
  • i piccoli coltivatori diretti che hanno versato volontariamente fino a 51 giornate di iscrizione negli elenchi nominativi agricoli
  • gli operai agricoli a tempo indeterminato che lavorano solo per un certo periodo dell’anno
  • i lavoratori agricoli che si dimettono per giusta causa

Infine, ricordati che, nel biennio precedente (2015-2016) devi avere almeno 102 giornate lavorate.

Dopo la ricezione dell’SMS entra nella tua area riservata, e dal cassetto postale e controlla i dettagli del pagamento:

esempio prospetto calcolo Inps Disoccupazione Agricola

esempio prospetto calcolo Inps Disoccupazione Agricola

Ti consigliamo di eseguire i seguenti controlli:

  1. controlla le giornate di lavoro risultanti all’Inps
  2. controlla la percezione degli assegni familiari (se ne avevi fatto richiesta)
  3. verifica la retribuzione media lorda di tutte le buste-paga. E’ molto importante!

L’Inps trattiene anche un contributo di solidarietà del 9% ed applica una trattenuta Irpef in base all’importo della disoccupazione.
Nel prospetto è evidenziato anche il contributo associativo destinato ai sindacati.

Potrebbe interessarti anche  Quante volte si può richiedere la Naspi

Se hai fatto un riscontro sulle buste paghe e sui modelli Unilav e ti risultano delle giornate in più rispetto a quelle calcolate dall’Inps, o non ti sono stati pagati gli assegni familiari puoi chiedere il riesame della domanda attraverso il codice pin dispositivo o con l’aiuto di un patronato.

Cosa fare se non ricevi notizie dall’Inps o in caso di ulteriori problemi?
Se pensi di avere diritto alla disoccupazione agricola, ma non ricevi aggiornamenti sulla tua domanda e/o vuoi chiarire alcune problematiche relative, puoi avvalerti del nostro servizio di consulenza dedicata personale. I nostri esperti previdenziali con una decennale esperienza nel settore, ti aspettano!


Valuta l'articolo
[Totali: 8 Media: 4]

Posted by Stefano Mastrangelo

Consulente tecnico e creatore di contenuti per il sito Insindacabili.it

Invia il tuo Commento