Articolo aggiornato il 28 Gennaio 2021 da Stefano Mastrangelo

Proroga Fondo Gasparrini 2021

Il decreto legge ristori numero 137 del 2020, ha prorogato sino al 31 Dicembre 2021, la sospensione del pagamento delle rate dei mutui sulla prima casa e quindi prorogato anche il fondo di garanzia sino al 50%.

Cos’è il Fondo di garanzia prima casa?

Il fondo di garanzia per l’acquisto della prima casa, è una copertura riconosciuta dallo Stato, sui contratti di mutuo ipotecari, pari al 50%, del solo capitale, sino ad un importo massimo di 250.000 euro.

A chi spetta la garanzia per la prima casa?

Possono accedere al fondo di garanzia, i soggetti che intendono acquistare la prima casa, appartenenti alle seguenti categorie:

  • giovani coppie, ossia nuclei familiari costituiti da almeno due anni, coniugati o conviventi more uxorio, con uno dei componenti con età inferiore ai trentacinque anni;
  • nuclei familiari monogenitoriali con figli minori,
  • giovani titolari di un rapporto di lavoro atipico,
  • affittuari di alloggi di proprietà degli enti di edilizia residenziale pubblica (ex Istituto Autonomo Case Popolari-IACP). 

Inoltre alla data della richiesta del mutuo, ad esempio le giovani coppie che intendono acquistare la prima casa, non devono essere:

  • proprietari di altri immobili ad uso abitativo, (ad esclusione di quelli acquisiti per successione, da genitori o fratelli)
  • l’immobile deve trovarsi nel territorio nazionale,
  • non deve rientrare nelle categorie catastali A1 – A8 – A9,
  • non devono avere caratteristiche di lusso, indicate nel decreto del Ministero dei lavori pubblici in data 2 agosto 1969, n. 1072.

Come si fa richiesta?

Per richiedere la garanzia del 50% allo Stato, la domanda va presentata direttamente all’Istituto bancario o all’intermediario a cui si richiede il mutuo, entro 30 giorni lavorativi dall’adesione della banca al fondo, compilando la modulistica indicata sul sito: Fondo Prima casa.

L’elenco delle banche, aderenti all’iniziativa del Fondo di garanzia prima casa, è disponibile sul sito della Consob.

Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui