Modello unico 2023 scadenza
Modello Redditi persone fisiche 2023 quando scade

Articolo aggiornato il 3 Marzo 2023 da Nicola Di Masi

Cos’è il Modello persone fisiche 2023?

Modello Redditi persone fisiche 2023: quando scade? Il modello dei redditi delle persone fisiche, ex modello Unico, è una dichiarazione fiscale sia per le persone fisiche che per le imprese, per chi non può presentare la dichiarazione dei redditi 730.

Diverse sono le novità del modello unico 2023, dalle nuove aliquote e detrazione Irpef, la detrazione per i figli a carico sino a 21 anni solo per i mesi di Gennaio e Febbraio 2022 ed il nuovo limite del trattamento integrativo di 1200 euro, sino a 15.000 euro.

Chi deve presentare il modello redditi persone fisiche 2023?

Il modello Unico 2023 è un documento fiscale dove si dichiarano tutti i redditi percepiti dalle persone fisiche, dalle società di persone e di capitali dell’anno di imposta 2022. E’ formato da diversi modelli:

  • il modello redditi PF, per le persone fisiche,
  • il modello redditi ENC enti non commerciali ed equiparati,
  • SC per le società di capitali,
  • il modello dei redditi SP, per le società di persone.

Il modello Unico è di colore blu ed è suddiviso in fascicoli:

  • Fascicolo 1 per tutti i contribuenti,
  • Fascicolo 2 per dichiarare soprattutto i contributi previdenziali ed assistenziali e tutti i redditi dei soggetti non obbligati alla tenuta della contabilità, alla dichiarazione degli investimenti all’estero ed alla compilazione del quadro AC, per gli amministratori di condominio,
  • ed il fascicolo 3, per la compilazione dei quadri, di tutti gli altri redditi dei contribuenti obbligati alla tenuta delle scritture contabili.

Che differenza c’è tra modello 730 e modello redditi persone fisiche?

Il modello dei redditi delle persone fisiche è una dichiarazione fiscale, che viene compilata dalle persone fisiche, quando non è possibile inviare il modello 730 o nel caso in cui, è necessaria inviare una dichiarazione integrativa, anche negli anni successivi.

I contribuenti obbligati a presentare esclusivamente il modello dei Redditi delle Persone fisiche 2023 sono coloro che:

  • nell’anno 2022, hanno percepito redditi “diversi” non compresi fra quelli dichiarabili con il modello 730,
  • nell’anno 2022, oppure in quello di presentazione della dichiarazione, non risultano residenti in Italia, per almeno 182 giorni;
  • devono presentare anche delle altre dichiarazioni: come la dichiarazione Iva, Irap, Modello 770
  • devono inviare la dichiarazione per conto di contribuenti deceduti. (da diversi anni è possibile anche inviare il modello 730)

Ad esempio è obbligato a presentare la dichiarazione dei redditi, i proprietari percettori di un canone di locazione.

La differenza principale tra il modello 730 e il modello dei redditi delle persone fisiche è la tempestività del rimborso. Utilizzare il 730, sempre se è possibile, è più conveniente, in quanto il rimborso si riceve entro l’anno in corso.

Mentre se utilizziamo, come persona fisica, il modello ex Unico, l’eventuale rimborso fiscale sarà erogato dall’Agenzia delle Entrate, entro 24 mesi dall’invio telematico della dichiarazione.

Quando si fa il modello redditi persone fisiche 2023?

Il modello dei redditi persone fisiche 2023, può essere presentato esclusivamente online con le seguenti modalità:

  • autonomamente dal contribuente, attraverso l’utilizzo della piattaforma telematica dell’Agenzia delle Entrate: infoprecompilata; (in questo caso bisogna essere in possesso delle credenziali per accedere)
  • tramite un Caf convenzionato o un commercialista, noi consigliamo un commercialista per l’invio del modello Unico Persone fisiche,
  • consegnando una copia cartacea presso gli uffici postali.

Il modello dei redditi delle persone fisiche nell’anno 2023, deve essere trasmesso telematicamente:

  • entro il 30 Giugno 2023, per la consegna cartacea all’ufficio postale, (a partire dal 2 maggio 2023),
  • entro il 30 Novembre 2023, se l’invio è effettuato da un intermediario abilitato.

Al commercialista o al CAF bisogna consegnare una serie di documentazione per elaborare il modello Unico 2023:

  • i modelli Cu 2023 (certificazione unica dei redditi) riferiti ai redditi dell’anno 2022, sia per prestazioni da lavoratore subordinato, parasubordinato e sia per contratti di lavoro autonomo;
  • i dati anagrafici, ricavabili dal documento d’identità e dal codice fiscale;
  • la scelta dell’8 e del 5 per mille;
  • le rendite dei terreni e dei fabbricati in possesso dal 1° gennaio al 31 dicembre 2022 ed eventuali, canoni di locazione percepiti nell’anno 2022;
  • le spese deducibili (come ad esempio i versamenti effettuati alla previdenza complementare) o le spese detraibili (come le spese sanitarie, detrazioni per interessi passivi sui mutui e per ristrutturazione dell’abitazione principale) con le relative ricevute del periodo d’imposta 2022.
  • i versamenti F24 effettuati nell’anno precedente (2022), con codice tributo 4033 – 4034 nella sezione erario o 3843 nella sezione enti locali,
  • la dichiarazione dei redditi ex Unico dell’anno precedente, per verificare un eventuale credito d’imposta da inserire nella nuova dichiarazione 2023.

Il credito di imposta è quello indicato nel quadro RX1 della dichiarazione Unico 2022.

Credito di imposta da utilizzare anno 2018
Credito di imposta da utilizzare anno 2018

Come presentare modello Redditi persone fisiche 2023?

E’ possibile inviare il modello Unico 2023, per le persone fisiche, tramite la piattaforma telematica dell’Agenzia delle Entrate, dal mese di Aprile 2023, entrando sul sito: infoprecompilata.

In altro a destra bisogna cliccare su accedi alla piattaforma ed inserisci uno dei seguenti codici:

  • lo Spid;
  • la carta di identità elettronica,
  • oppure la carta naziona dei servizi.

Dopo essere entrato, è necessario cliccare su scegli il modello:

  • Redditi PF web, se vuoi compilare il modello Unico online;
  • oppure su Redditi PF online, se vuoi compilare la dichiarazione dei redditi 2023, scaricando il software dell’Agenzia delle Entrate.
Modello Redditi persone fisiche Web 2019
Modello Redditi persone fisiche Web

In seguito bisogna controllare la dichiarazione precompilata e modificare i dati inseriti.

Da quest’anno è importantissimo controllare la detrazione per i figli a carico. Infatti ricordiamo, che per i soli beneficiari dell’assegno unico ed universale da marzo 2022, la detrazione per i figli spetta solo per due mesi (gennaio e febbraio 2022)

Se dal calcolo del modello dichiarativo esce un rimborso fiscale, tale credito d’imposta si potrà:

  • chiederlo: direttamente a rimborso sul conto corrente postale e bancario del dichiarante. Il rimborso si riceverà dopo 18/24 mesi dall’invio della dichiarazione dei redditi;
  • compensare il rimborso fiscale con i debiti d’imposta nell’anno corrente o utilizzarlo nell’anno successivo.

E’ importante in caso di rimborso, comunicare all’Agenzia delle Entrate, il codice IBAN del conto corrente postale o bancario dove si vuol far accreditare il credito irpef.

Rimborso fiscale 2022 o credito da utilizzare in compensazione
Rimborso fiscale 2022 o credito da utilizzare in compensazione

Il modello Unico dei Redditi delle persone fisiche 2023, può essere utilizzato anche dai lavoratori domestici colf e badanti, che hanno superato un reddito complessivo da lavoro, nell’anno 2021, pari ad euro 8000,00.

Consulenza online di insindacabili.it

Se hai dubbi o vuoi chiarimenti sul modello Unico 2023, clicca la nostra area dedicata di consulenza online e richiedi una consulenza fiscale telefonica.

Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui