Articolo aggiornato il 23 Settembre 2019 da Stefano Mastrangelo

Naspi verifica importo rata e durata

Come si possono verificare importo e durata delle rate per la disoccupazione Naspi? In quale sezione del sito Inps bisogna dirigersi per eseguire la verifica di questi dati a domanda Naspi approvata? Naspi verifica importo rata e durata

A questi e ad altri questi cercheremo di fornire una risposta con il nostro nuovo articolo.
Di recente (ad inizio Settembre ’18) l’INPS ha comunicato sulla propria Home-page l’introduzione di alcune funzionalità che possono semplificare la consultazione di diverse informazioni, tra le più importanti per i cittadini in Naspi.

Disoccupazione Naspi: a chi spetta

La Disoccupazione Naspi Inps spetta in caso di:

  • dimissioni durante il periodo di maternità (da 300 giorni prima della data presunta del parto e fino al compimento del primo anno di vita del bambino), da convalidare dinanzi alla Direzione Provinciale del lavoro;
  • dimissioni per giusta causa, nel caso in cui è impossibile proseguire anche momentaneamente il rapporto di lavoro;
  • risoluzione consensuale del rapporto di lavoro, intervenuta nell’ambito della procedura preventiva ed obbligatoria di tentativo di conciliazione richiesta dal datore di lavoro;
  • licenziamento da parte dei datori di lavoro. Naspi verifica importo rata e durata

La decorrenza della disoccupazione Naspi

A chiunque abbia perso il lavoro è consigliato di verificare immediatamente tutti i requisti per ottenere e per presentare la domanda Naspi Inps.

E’ possibile inviare tale domanda mediante il codice Pin Inps dispositivo, tramite il Contact Center Inps o attraverso un’Ente di Patronato che assisterà gratuitamente il cittadino, applicando delle trattenute sindacali mensili. La decorrenza della Naspi dipende dal momento in cui viene inviata telematicamente la pratica e dal motivo della cessazione del rapporto di lavoro.

La Naspi decorre:

  • dall’ottavo giorno successivo dalla data di cessazione del rapporto di lavoro, se la domanda è presentata entro 8 giorni dal licenziamento;
  • dal giorno successivo a quello di presentazione della domanda, se la stessa è presentata dopo 8 giorni dal licenziamento ;
  • dall’ottavo giorno successivo alle date di fine dei periodi di maternità, malattia, infortunio sul lavoro/malattia professionale o di mancato preavviso (nel caso di dimissioni per giusta causa), qualora la domanda sia stata presentata entro l’ottavo giorno.

Come si verificano gli importi spettanti e l’accredito delle rate mensili

Per verificare gli importi spettanti e l’accredito della rata mensile, bisogna accedere da “Tutti i servizi” a “Nuova Assicurazione sociale per l’impiego ( NASpI): consultazione domande” ed inserire le proprie credenziali (PIN o SPID) e visualizzare le informazioni relative all’ultima domanda presentata.

In caso di accoglimento della domanda (in basso un facsimile relativo ad una lettera di accoglimento), cliccando sulla voce “Dettagli” sarà possibile visualizzare una tabella con calcolo, durata ed importi da liquidare mensilmente. A ciò, va aggiunta la possibilità di scaricare tutte queste informazioni in un comodo file PDF. Naspi verifica importo rata e durata

Naspi verifica importo rata e durata - il Facsimile
Facsimile lettera accoglimento Naspi

Sempre sulla schermata, sarà possibile visualizzare una nota che segnala al cittadino la progressiva riduzione del 3% dell’importo a partire dal quarto mese di Disoccupazione Naspi.

Guida verifica calcolo ed importo Naspi.

Una volta entrati in “Nuova Assicurazione sociale per l’impiego ( NASpI): consultazione domande” oppure in “Prestazioni a Sostegno del Reddito” e poi “Naspi” si visualizzerà quanto segue:

Naspi verifica importo rata e durata - Prestazioni a sostegno del reddito
Nuova Assicurazione Sociale per l’impiego NASPI

Bisogna cliccare poi su “Consultazione domande” e successivamente su “Dettaglio

Naspi verifica importo rata e durata - Lo stato della domanda
Consultazione della domanda Naspi

Si visualizzerà la domanda Naspi, con tutti gli allegati e si potrà cliccare su “Prospetto di calcolo

Naspi verifica importo rata e durata - Documenti ed allegati
Lista allegati e documenti della domanda Naspi

Nel prospetto di calcolo sono evidenziati:

  • la decorrenza della disoccupazione Naspi;
  • il numero totale dei giorni spettanti;
  • il numero delle settimane di contribuzione dell’ultimo quadriennio dopo l’ultima prestazione di disoccupazione.

Nella sezione 4 sono riportati i dati retributivi e l’importo erogabile della prestazione. Si sommano le retribuzione imponibili, indicate anche nell’estratto contributivo, degli ultimi quattro anni e si divide per il numero delle settimane lavorate nel quadriennio.

In seguito viene calcolata la retribuzione lorda media mensile sempre dell’ultimo quadriennio, dividendo la retribuzione lorda totale indicata nel punto 1 per il numero delle settimane lavorate e moltiplicate per 4.33, che rappresenta la media delle settimane contenute in un mese.

L’importo lordo mensile è pari al 75% della retribuzione media mensile, nel caso in cui tale retribuzione sia pari o inferiore all’importo di € 1.195,00.
Se superiore, come nell’esempio, l’importo della Naspi sarà pari al 75 % di euro 1.195,00 (euro 896,25) più il 25% della differenza tra la retribuzione media mensile (1.740,31) e l’importo di euro 1.195,00.

Dal quarto mese in poi, l’importo viene ridotto del 3% in maniera progressiva e sino all’erogazione dell’ultima mensilità della Naspi.

Naspi verifica importo rata e durata - prospetto e dettaglio di calcolo
Prospetto di calcolo e dettaglio della Naspi

Riferimento normativo: Circolare Inps n. 94 del 12 Maggio 2015.

Notifiche, avvisi, SMS ed alert per la Disoccupazione Naspi

Sempre sul sito dell’INPS, accedendo con i propri dati, sarà possibile trovare due tipi di Avvisi.
Il primo “Notifica della Comunicazione” rimanda alla lettera di riscontro che comunica l’accoglimento, il rigetto e/o la richiesta di un’eventuale ulteriore documentazione. Tali comunicazioni saranno ad ogni modo sempre visibili ed accessibili dalla Cassetta Postale Inps.

Il secondo denominato “Disoccupazione non agricola dal …”, serve per notificare la liquidazione di ogni rata di NASpI e contiene le indicazioni dell’importo lordo liquidato sull’ IBAN che è stato indicato nella domanda.

Infine, chi in fase di registrazione PIN o SPID ha inserito il numero di telefono cellulare, potrà anche ricevere un SMS che comunica la liquidazione della prima rata della disoccupazione Naspi.

Consulenza online del team di insindacabili.it
Per qualsiasi problematica relativa alla disoccupazione Naspi, puoi accedere alla nostra area dedicata di consulenza online.

10 Commenti

  1. Ciao a tutti volevo un informazione io ho lavorato da l23 giugno fino al 15 settembre e mi hanno riconosciuto solo 25 giorni di disoccupazione volevo sapere come possibile e cosa devo fare per aggiustare la situazione?

  2. Salve a tutti , una domanda , a ottobre termina la Naspi , ed il caf al quale mi sono rivolto mi ha detto che l’inps farà una sorta di Dare/avere IN CASO DI erogazione mensilità errata , questa cosa vi risulta ??? E poi dopo la Naspi se uno e’ ancora disoccupato SI ATTACCA AL TRAM ???

    • Provi dopo la Naspi ad avere il reddito di inclusione Rei. Inoltre la Naspi viene pagata in relazione ai giorni indicato sulla lettera di accoglimento.

  3. Lavoravo come dipendente nel settore pesca nel 2017 e dopo aver interrotto il rapporto di lavoro ho usufruito della naspi fino a quando ho trovato lavoro nel settore agricolo. Ho poi fatto la domanda per prenderla ma l’INPS mi ha detto che mi sono state scontate dalla naspi precedente, la domanda è il 30 Settembre verro licenziato e non so se verrò riassunto, se non trovo un altro lavoro come potrò fare? Grazie

Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui