Articolo aggiornato il 16 Novembre 2019 da Nicola Di Masi

Ratei tredicesima defunto – Tempi erogazione e modulo richiesta domanda rateo Inps

Che cosa dobbiamo fare nel caso di morte di un genitore o di un parente? Ci sono degli eventi nella vita che ci stravolgono, come la morte di un genitore o di un familiare. In questo caso: quali sono gli adempimenti da fare e cosa si può richiedere all’Inps?

Cosa fare dopo la morte di un parente?

Dopo la morte di un parente, in possesso di una pensione Inps, gli eredi devono provvedere a chiudere tutte le situazioni in essere, alla data della morte del defunto. Dopo qualche giorno aver celebrato i funerali, bisogna fare un elenco di tutti gli adempimenti di cui sono obbligati gli eredi. Prima di tutto è necessario:

  • dichiarare all’Inps o agli enti previdenziali italiani o esteri, la morte del pensionato, attraverso una dichiarazione dell’erede, sul servizio online dell’Inps o tramite il patronato zonale (per le pensioni italiane) o inviando un certifico di morte multilingue all’Ente previdenziale estero,
  • accertarsi del patrimonio del defunto (ad esempio indennità di accompagnamento ancora non riscossa, conti correnti e libretti intestati, depositi bancari o postali, proprietà immobiliari) ed eventuale testamento lasciato dal defunto.

Dopo aver verificato il patrimonio ed eventuali debiti del parente defunto, bisogna anche provvedere alla richiesta telematica all’Inps:

  1. della pensione di reversibilità al coniuge,
  2. dei ratei maturati e non riscossi della tredicesima mensilità. Ad esempio per un pensionato morto, nel mese di Novembre spetteranno agli eredi, 11 ratei di tredicesima mensilità maturata sino alla data del decesso.

Tredicesima pensione defunto: come richiedere i ratei di tredicesima

Nel caso di morte del coniuge, il rateo di tredicesima è liquidato d’ufficio (direttamente dall’Inps) al coniuge superstite, il quale diventa anche titolare della pensione di reversibilità secondo alcuni requisiti.

Al contrario, nel caso di assenza del coniuge, gli eredi:

  1. figli viventi alla morte del pensionato,
  2. gli eredi legittimi,
  3. gli eredi testamentari (derivante da testamento),

devono richiedere, con un’apposita domande telematica all’Inps, i ratei di tredicesima maturati del defunto ed eventuale la liquidazione dell’indennità di accompagnamento o della pensione eventualmente non percepita.

Per richiedere i ratei di tredicesima del partente defunto, bisogna essere in possesso di determinati documenti:

  • il certificato di morte del parente,
  • una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà, che attesti i dati anagrafici degli eredi e grado di parentela;
  • la fotocopia del documento d’identità e del codice fiscale di tutti gli eredi,
  • l’atto di delega a favore di uno solo (autenticata eventualmente dal Comune) o il codice Iban di tutti gli eredi (codice Iban, Bic e se il conto corrente è cointestato)
  • la data ed il nominativo del coniuge della persona defunta.

Modulo richiesta domanda rateo Inps

Per richiedere i ratei di tredicesima di una persona defunta, bisogna presentare una pratica all’Inps abbastanza complessa, attraverso:

  • gli istituti di patronati zonali (bisogna accertarsi del costo della pratica)
  • il servizio online Inps: Domanda di prestazioni pensionistiche, con il Pin Inps dispositivo di uno dell’erede, con lo SPID o con la carta nazionale dei servizi.

Gli eredi possono decidere se delegare una persona come erede, per riscuotere in un’unica soluzione tutti i ratei di tredicesima del defunto o ottenere una quota proporzionata, al numero di eredi legittimi o testamentari avente diritto.

Ad esempio se gli eredi sono 4, si chiederà un quota della tredicesima maturata del defunto, pari al 25%.

Il modulo del rateo Inps di tredicesima, è compilabile online sul sito dell’Inps, accedendo al servizio: Domanda di prestazioni pensionistiche. Dopo aver inserito le credenziali di accesso del dichiarante, bisogna accedere alla sezione: Prestazioni destinate a eredi e parenti di pensionati

Prestazioni destinate a eredi e parenti di pensionati
Prestazioni destinate a eredi e parenti di pensionati

In seguito bisogna cliccare sul riquadro: Rateo – quote di pensione e tredicesima agli eredi.

Rateo e quote di pensione e tredicesima eredi
Rateo e quote di pensione e tredicesima eredi

Tempi pagamento Ratei tredicesima defunto

Dopo l’invio della domanda, sono necessari circa 60/90 giorni, per ricevere il pagamento della quota di pensione della tredicesima mensilità del parente defunto.

E’ possibile sollecitare la pratica dei ratei dei tredicesima non riscossi o delle indennità di pensioni non percepite (come l’indennità di accompagnamento) attraverso:

  • il servizio online Inps risponde,
  • contattando i numeri verdi dell’Inps 803164 da telefono fisso (in maniera gratuita) e  il numero Inps 06164164 da mobile a pagamento,
  • recandosi direttamente alla sede Inps di competenza.

In seguito bisogna controllare le seguenti imposte e tasse del pensionato in corso d’anno, soprattutto per i parenti defunti senza coniuge:

  • il pagamento del canone Rai,
  • il pagamento della TARI (la tassa della spazzatura),
  • le intestazioni delle bollette luce, gas ed acqua,
  • le intestazioni del defunto di altri contratti,
  • il pagamento dell’Imu sulle seconde abitazioni o su quelle di lusso,
  • il pagamento di eventuali imposte irpef sino al mese di Dicembre.

In questo caso bisognerebbe cambiare:

  • l’intestazione dei diversi contratti in essere,
  • inserire il codice fiscale dell’erede sui modelli F24 o provvedere alla variazione della dichiarazione dei redditi annuale,
  • cessare la Tari al Comune, nel caso in cui i locali di proprietà del defunto, restino vuoti.

Consulenza Online
Hai bisogno di una Consulenza professionale sui ratei di tredicesima destinate agli eredi? Accedi al nostro servizio di Consulenza online!

Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui