Reddito di inclusione REI 2020: ultimissime notizie e Reddito di cittadinanza 2020

Dal 1° Marzo 2019 non è più possibile presentare la domanda della misura Reddito di inclusione, in quanto dalla stessa data, è stata sostituita dal beneficio economico Reddito di cittadinanza e Pensione di cittadinanza.

Pertanto tutti i richiedenti del Reddito di inclusione, che hanno percepito tutte le ricariche REI per 18 mesi, devono controllare i requisiti per richiedere la Carta Reddito di cittadinanza o Pdc.

Reddito di inclusione pagamenti sino a quando?

Tutti i beneficiari della Carta REI (Reddito di inclusione) non possono, al termine dei 18 mesi, rinnovare per altri 18 mesi il Reddito di inclusione, in quanto la misura è stata eliminata dal 1° Marzo 2019.
Per controllare la durata della carta REI, bisogna scaricare dal servizio online Cassetta postale online, la lettera di accoglimento del Reddito di inclusione. Nella lettera è indicato l’importo e la durata in mesi della carta REI.
Ad esempio, chi ha presentato domanda REI entro il 28 Febbraio 2019, riceverà le ricariche REI sulla carta prepagata della posta, sino ad Agosto 2020.

Ricordiamo che la ricarica REI del Reddito di inclusione, parte dal mese successivo dalla data di presentazione della domanda. Ossia per le domande presentate a Gennaio 2019, la prima ricarica verrà effettuata a Febbraio 2019.

Reddito di inclusione 2020 e Reddito di cittadinanza

Se nel 2020 sei fruitore delle ricariche del Reddito di inclusione, al termine, sarai costretto a controllare i requisiti per richiedere il Reddito di cittadinanza o la pensione di cittadinanza.

Ad esempio, se termini di ricevere il REI ad Febbraio 2020, alla fine del mese di Febbraio dopo la ricarica REI, è consigliabile presentare la domanda reddito o pensione di cittadinanza, per far partire il Rdc o Pdc dal mese di Marzo 2020 e non perdere neanche una ricarica.

I requisiti della “carta REI” sono differenti da quelli del Reddito e pensione di cittadinanza. Per entrambi le misure, è necessario presentare ed avere sempre un ISEE ordinario o un Isee corrente in corso di validità, senza errori ed omissioni.

Per ricevere tutti le ricariche REI nell’anno 2020 bisogna:

  • aggiornare il modello Isee 2020 ordinario correttamente senza errori o omissioni subito dopo il 15 Gennaio 2020,
  • sottoscrivere il progetto personalizzato REI, dopo aver ricevuto 6 ricariche sulla carta REI (il progetto si sottoscrive ai servizi sociali del Comune di residenza),
  • accettare di svolgere lavori di utilità sociale previsti dal progetto e non rifiutare proposte lavorative dai servizi sociali del Comune,
  • inviare il modello Rdc – com, nel caso di variazione reddituali di uno o più componenti familiari, per comunicare i redditi presunti dell’anno 2020 ed i redditi trimestrali di lavoro autonomo.

A differenza del Reddito di cittadinanza, l’indennità di disoccupazione Naspi non è compatibile con il reddito di inclusione.

Saldo Carta REI 2020 movimenti e giorno di pagamento REI

I pagamenti sulla carta REI avvengono ogni fine mese, dopo la ricarica del Reddito e pensione di cittadinanza. Per vedere le date delle ricariche REI 2020, bisogna controllare le movimentazioni della ricarica carta REI sul servizio online Inps: REI reddito di inclusione, seguendo le istruzioni del nostro video.

Nel momento in cui l’Inps invia la data di disposizione di pagamento, bisogna contattare il numero verde Carta REI: 800.666.888 da telefono fisso o il numero 199.100.888 da telefono cellulare a pagamento, per verificare il Saldo della carta postale Rei.

Inoltre è possibile chiamare gratuitamente il numero verde 800.130.640, dal numero di cellulare registrato, per ricevere un SMS che comunicherà immediatamente il saldo disponibile sulla Carta REI. In alternativa è possibile scaricare l’app delle poste o consultare il sito poste.it.

I richiedenti REI che non hanno ricevuto i pagamenti degli arretrati sulla carta REI, possono sollecitare l’Inps:

Per conoscere le date di pagamento della Carta REI 2020, è possibile consultare il calendario dei giorni di pagamento della REI 2020.

Consulenza Professionale Online
Vuoi una consulenza online sul Reddito di cittadinanza 2020? Accedi alla nostra area dedicata di consulenza online.Dopo naspi cosa posso chiedere 2018

Valuta l'articolo
[Totali: 6 Media: 4.3]

10 Commenti

  1. Buon giorno. La ditta dove lavora mia moglie non ha pagato i stipendi del mese d’agosto e di settembre. Il datore di lavoro praticamente è sparito e non risponde alle chiamate. Il contratto di mia moglie scade il 31/01/2020. Siamo stati all’ispettoria del lavoro e ci hanno detto di aspettare il terzo mese non pagato per chiedere le dimissioni per giusta causa. Al momento che si danno le dimissioni per giusta causa, si dovrebbe notificare al Inps per il ricalcolo del reddito di cittadinanza? Dovrei fare il rdc com esteso? Quanto tempo si dovrebbe aspettare per avere la ricarica dopo il rdc com esteso? Chiedi scusa per le tante domande.
    Distinti saluti.

      • Non saprei come farlo o a chi domandare. Le domando a lei, se mi consente: è preferibile richiedere la disoccupazione Naspi?

      • Si faccia consigliare dal suo CAF in base al suo reddito familiare ed all’importo delle sue buste paga.

  2. Ho finito la rei a fine settembre ho fatto domanda reddito di cittadinanza 7 ottobre con gli stessi requisiti della rei più o meno quando avrò una risposta

Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui