Articolo aggiornato il 7 Dicembre 2022 da Stefano Mastrangelo

Taglio contributivo 2023 per i lavoratori dipendenti

Riduzione contributi 2023 per i lavoratori dipendenti – Il nuovo disegno di legge della legge finanziaria 2023, approvata dal Governo Meloni, prevede una proroga del taglio contributivo, per i lavoratori dipendenti pari a 2 e 3%.

Il precedente Governo Draghi, aveva già previsto dal 1° gennaio 2022 al 31 dicembre 2022, una riduzione dello 0.8 punti percentuali prima e del 2%, dal 1° Luglio 2022, dell’aliquota contributiva del 9,19% (8,0% per i dipendenti pubblici), ossia sulla trattenuta per il pagamento dei contributi previdenziali per la pensione di vecchiaia, per l’invalidità e per la pensione ai superstiti.

Riduzione dell’aliquota Inps 2023: chi ne ha diritto?

Il nuovo Governo Meloni, nella conferenza stampa di presentazione delle Manovra 2023, ha dichiararato, che per il 2023, è confermato l’esonero contributivo per i lavoratori dipendenti pubblici e privati, con esclusione dei lavoratori domestici, pari al:

  • 2%, per i redditi personali sino a 20.000 euro, ossia con un imponibile previdenziale di 1.538 euro, incrementato del rateo di tredicesima,
  • al 3%, per i redditi personali sino a 35.000 euro, ossia con un imponibile previdenziale di 2.692 euro, maggiorato del rateo di tredicesima, del mese di Dicembre.

Alla quattordicesima mensilità non viene applicata la riduzione contributiva, in quanto non prevista della legge.

Bonus contributi Inps 2023: a quanto ammonta?

Quanto si risparmia sulla busta paga 2023? Il risparmio dello sgravio contributivo 2023, per i lavoratori dipendenti, non avrà un effetto rilevante sulla busta paga del lavoratore.

Ad esempio, se prendiamo un busta paga con un imponibile previdenziale di 2.024 euro, il risparmio, anche per il 2023, sarà pari a 40,48 euro mensili. (2%, in quanto il dipendente supera il reddito di 20.000 euro)

Taglio contributivo dipendente busta paga 2023

Quindi, dal 1° gennaio 2023 al 31 dicembre 2023, con l’esonero contributivo del 2%, questo lavoratore, avrà un aumento mensile pari a 34,48 euro (1723,92*2%), considerando la retribuzione ordinaria mensile di 1.723,92 euro.

Per maggiori informazioni, è possibile consultare il Messaggio Inps, numero 3499 del 26 Settembre 2022.

La Consulenza Professionale
Vuoi ricevere una Consulenza Professionale dal nostro Team? Visita adesso l’area dedicata ed acquista la tua Consulenza online.

Leggi i nostri ultimi articoli, su insindacabili.it:

Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui