Assegno di ricollocazione Reddito di cittadinanza: A chi spetta? come richiederlo? A cosa serve?

L’assegno di ricollocazione è un voucher introdotto dal decreto Legislativo 150/2015, solo per i percettori della disoccupazione Naspi da più di 4 mesi. L’assegno di ricollocazione Anpal è un vocher da 250 euro a 5000 euro, da spendere esclusivamente per misure di politiche attive del lavoro e per servizi per il lavoro. Il reddito di cittadinanza ha ripristinato questa misura. Vediamo insieme tutti i dettagli.

A chi spetta l’assegno di ricollocazione Reddito di cittadinanza?

Con l’introduzione del reddito di cittadinanza, il legislatore ha previsto sino al 31 Dicembre 2021, il riconoscimento insieme al beneficio economico, dell’assegno di ricollocazione dell’Agenzia per le politiche attive del lavoro ANPAL. L’assegno di ricollocazione verrà rilasciato in automatico ai beneficiari del reddito di cittadinanza, entro 30 giorni dalla prima ricarica della misura reddito di cittadinanza.

In particolare l’assegno di ricollocazione spetta ai beneficiari del Rdc che siano:

  • disoccupati meno di due anni,
  • percettori di disoccupazione Naspi, cassa integrazione, mobilità o di altra misura a sostegno del reddito da parte dell’Inps,
  • percettori di ammortizzatori sociali Inps, che hanno terminato la fruizione dell’indennità Inps da meno di un anno,
  • che hanno sottoscritto, negli ultimi due anni, il patto di servizio previsto dall’art. 20 del D.lgs 150/2015.

Come richiedere l’assegno di ricollocazione del Reddito di cittadinanza?

L’assegno di ricollocazione è rilasciato in maniera automatica, ai fruitori della misura reddito di cittadinanza, indicati precedentemente ed entro 30 giorni dall’erogazione del beneficio. Per ricevere l’assegno di ricollocazione, bisogna iscriversi, sul sito dell’Anpal, presso il Centro per l’impiego di competenza o tramite i patronati convenzionati. Per registrarti sul sito dell’Anpal, ti consigliamo di leggere la nostra guida aggiornata cliccando qui.

Potrebbe interessarti anche  Saldi estivi 2019 quando iniziano: Milano, Roma, Torino...

Dopo esserti iscritto, devi entrare nella piattaforma web dell’Anpal, ed entro 30 giorni dal rilascio del voucher di ricollocazione nel mondo del lavoro, il beneficiario deve prendere un appuntamento (accendendo alla piattaforma telematica) con il centro per l’impiego o presso l’agenzia accreditata prescelta, per sfruttare i servizi di ricollocazione nel mercato del lavoro.

Anpal assegno di ricollocazione reddito di cittadinanza
Anpal assegno di ricollocazione reddito di cittadinanza

Nei successivi 30 giorni, sarà l’Ente scelto ad attivarsi, per ricollocare il beneficiario dell’assegno di ricollocazione.

Importi e durata assegno di ricollocazione Rdc

L’assegno di ricollocazione Rdc, a differenza del reddito di cittadinanza, dura 6 mesi, prorogabili per altri 6 mesi, se non si sono spesi tutti i fondi del voucher. Quindi l’assegno è un voucher economico dai 250 euro a 5000 euro, da spendere per la ricollocazione all’interno del mercato di lavoro. Gli importi variano, in relazione al contratto del rapporto di lavoro e in base alla difficoltà nel cercare un lavoro al beneficiario, entro i 12 mesi o nei successivi 12 mesi, dall’inizio del progetto. E’ concesso un determinato importo, se il beneficiario del reddito di cittadinanza, viene ricollocato con:

  • contratto a tempo indeterminato, minimo part-time al 50% (anche per gli apprendisti). In questo caso l’assegno varia da un minimo di 1000 euro ad un massimo di 5000 euro;
  • contratto a termine, minimo part-time al 50%, con durata pari o superiore a 6 mesi, l’assegno varia da un minimo di 500 euro ad un massimo di 2500 euro;
  • con contratto di lavoro, minimo part-time al 50%, con una durata uguale o superiore a tre mesi e fino a 6 mesi, spetterà un assegno che oscilla da 250 euro a 1250 euro.

Per tutti gli approfondimenti, ti consigliamo di visitare le pagine informative del sito web dell’Anpal.

Consulenza online di insindacabili.it

Per una consulenza online personalizzata con i nostri esperti, accedi all’area riservata di consulenza online.

Valuta l'articolo
[Totali: 3 Media: 5]

2 Commenti

Se ci sono dei commenti, troverai già la risposta al tuo quesito - Leggi prima di commentare ;)