Articolo aggiornato il 4 Febbraio 2020 da Stefano Mastrangelo

Reddito di cittadinanza: quanto spetta a Febbraio 2020?

Quale sarà l’importo del Reddito di cittadinanza di Febbraio 2020? Molti lettori ci stanno chiedendo cosa fare per evitare restituzioni dell’importo del Reddito di cittadinanza e come controllare i requisiti indicati sul modello Isee 2020 e sulle dichiarazione dei redditi 2019.

Infatti molti beneficiari, dopo la presentazione del modello Isee 2020, stanno verificando il possesso di tutte le condizione economiche previste dal Decreto legge 4/2019, indicate sull’attestazione Isee,

Reddito di cittadinanza pagato con vecchio Isee

Facciamo una premessa. L’Isee non scade il 31 Gennaio 2020. La dichiarazione Isee scade il 31 Dicembre 2020 e la sua validità decorre dalla data di presentazione della dichiarazione Dsu.

C’è stata la corsa a presentare il modello Isee 2020, perché l’Inps dal 3 febbraio 2020, cercherà di acquisire in maniera più veloce possibile, le dichiarazioni Isee inviate. Infatti ad oggi, per chi ha presentato l’Isee 2020, non ha ancora ricevuto le ricariche REI e per questo, valutando i tempi dell’Inps, ci potrebbero essere dei ritardi del pagamento della ricarica Rdc di febbraio 2020.

Come è stato calcolato il Reddito di cittadinanza di Gennaio 2020? L’Inps quest’anno ha usato due modalità diverse di pagamento, per la misura Reddito e pensione di cittadinanza e per la ricarica del Reddito di inclusione. Infatti molti beneficiari del Reddito di cittadinanza hanno ricevuto la ricarica a fine del mese di Gennaio, anche senza aver rinnovato il modello Isee. Mentre i percettori del REI, anche con modello Isee inoltrato, non hanno ricevuto a tutt’oggi le ricariche.

Da questo possiamo desumere, che l’Inps ha calcolato l’importo del Reddito di cittadinanza di Gennaio 2020 con:

  1. il valore Isee della dichiarazione del 2019,
  2. con i redditi dell’anno 2017,
  3. con i trattamenti assistenziali in corso di godimento.

Calcolo Reddito di cittadinanza a Febbraio 2020? Esempi

Per beneficiare del Reddito di cittadinanza e della pensione bisogna aggiornare assolutamente l’Isee 2020, sapendo che:

  • il rinnovo del modello Isee 2020 avviene con i saldi e le giacenze medie al 31 Dicembre 2018,
  • che i redditi presi in considerazione sono quelli dell’anno 2018 di tutti i componenti familiari,
  • che i trattamenti assistenziali ricevuti nell’anno 2018, aumentano il valore Isee e non vengono considerati ai fini del calcolo del Reddito di cittadinanza,
  • l’Inps ricalcolerà anche l’importo del reddito e della pensione di cittadinanza percepito a Gennaio 2020 in base ai nuovi valori.

Quindi, cosa bisogna fare per ricevere le ricariche sulla Carta Rdc e Pdc? Come abbiamo detto, prima di tutto bisogna:

  1. aggiornare il modello isee 2020 senza errori o omissioni
  2. verificare i requisiti sull’attestazione Isee nuova,
  3. inviare un Isee corrente, quando la situazione reddituale è cambiata.

Per controllare i requisiti del Reddito di cittadinanza, basta prendere la nostra attestazione Isee. Bisogna verificare:

  1. il valore Isee, che deve essere inferiore a 9360,00
  2. il valore del patrimonio mobiliare lordo (prima voce),
  3. il valore del patrimonio immobiliare,
  4. l’importo del reddito complessivo indicato nel quadro FC8 della Dichiarazione Dsu.
Attestazione Isee 2020 per Reddito di cittadinanza
Attestazione Isee 2020 per Reddito di cittadinanza

Dopo l’aggiornamento del modello Isee 2020 potrebbero capitare tre cose:

  • perdita dei requisiti economici del Reddito di cittadinanza e pensione di cittadinanza, per il superamento del valore Isee 2020 di 9360 euro, dei redditi 2018 dei componenti familiari, causando una restituzione dell’importo concesso a Gennaio 2020 (salvo disposizione diverse da parte dell’Inps),
  • ricalcolo del reddito di cittadinanza, in base al nuovo importo dei redditi 2018 del nucleo familiare, sia con conguaglio positivo o con un eventuale decurtazione,
  • ricalcolo dell’importo del Reddito di cittadinanza, dopo 60 giorni dalla comunicazione del modello Rdc com esteso.

Nei primi due casi, per evitare la perdita dei requisiti economici, un’eventuale diminuzione dell’importo ed una sua restituzione, bisogna presentare immediatamente oltre il modello Isee ordinario, anche il modello Isee corrente 2020.

Esempio calcolo e restituzione importo Reddito di cittadinanza

Prendiamo come esempio un disoccupato dal 1° Gennaio 2019 ad oggi, percettore del Reddito di cittadinanza, con:

  • Valore Isee di 7000,00 (rientra nella soglia di 9360 euro)
  • valore patrimonio mobiliare 2000,
  • valore del patrimonio immobiliare 0,00,
  • Redditi complessivi 5000 euro nel 2018.

Il disoccupato ha tutti i requisiti economici e patrimoniali ed ha ricevuto sulla carta Rdc a gennaio 2020, un importo pari a 500 euro.

Se il disoccupato non provvede a presentare un Isee corrente, in quanto in possesso di un reddito nell’anno 2018, l’Inps calcolerà il Reddito di cittadinanza in questo modo:

  • Quota A: 500 per 12 = 6000 importo reddito di cittadinanza 2020 – 5000 euro Reddito complessivo annuo 2018 – Trattamenti assistenziali in corso di godimento 0,00 = 1000 diviso 12 mesi = 83,33 euro di reddito di cittadinanza mensile.
  • Quota B non spettante, in quanto vive in un’abitazione con contratto di comodato d’uso.

In questo caso l’Inps erogherà 83.33 euro mensili ad un disoccupato da più di un anno, chiedendo la restituzione della differenza concessa di 500 euro. Per questo, tutti i beneficiari del reddito di cittadinanza in possesso dei requisiti per inviare il modello Isee corrente 2020, devono farlo immediatamente, per evitare brutte sorprese nel mese di Febbraio 2020.

Ai beneficiari del Reddito di cittadinanza e della pensione di cittadinanza è riconosciuto, tramite domanda, il bonus luce, gas ed acqua, se si rispettano i limiti del valore Isee previsti dalla Legge.

Inoltre ai disoccupati con la Carta Reddito di cittadinanza, spetta l‘assegno di ricollocazione per la formazione e per il reinserimento lavorativo nel mercato del lavoro.

Riferimenti normativi: Circolare Inps n. 43 del 20 Marzo 2019, Circolare Inps n. 100 del 5/07/2019, Messaggio Inps n. 3568 del 02/10/2019, Messaggio Inps n. 4099 del 8/11/2019,

Consulenza online degli esperti di insindacabili.it
Hai bisogno di una consulenza telefonica sul calcolo del Reddito di cittadinanza? Visita subito la nostra area dedicata di consulenza online.

15 Commenti

  1. Salve sono percettore rdc presentando isee 2020 mi è diminuita notevolmente la cifra. la mia situazione non è cambiata in quanto sono sempre disoccupato isee 2020 euro 1981,00
    posso presentare isee corrente al fine di recuperare la cifra di febbraio? oppure devo fare nuovamente domanda?
    grazie

    • Bisogna capire le ragioni. Controlli attentamente il modello Isee ed in particolare il quadro FC8. Per presentare isee corrente deve avere alcuni requisiti e poi il reddito di cittadinanza si basa sempre sull’isee presentato.

  2. buongiorno ho una domanda : ho richiesto isee 2020 a gennaio tramite sito inps confermato lo stesso mese. Appena disponibile ho fatto richiesta rdc acquisito il 16 gennaio e accettato il 12/02 con un importo di 189 euro. Non ho nessuno a carico e sono in affitto. Il mio contratto a tempo determinato e’ scaduto il 7 settembre e da allora non ho trovato impiego. Per aggiornare l’importo del reddito ( carta non ancora ritirata visto che sono a conoscenza dell’accettazione solo perchè visto su sito inps) ho fatto oggi isee aggiornato che ovviamente risulta a 0. Chiamando servizio clienti inps mi hanno detto che l’importo sarà automaticamente aggiornato. Devo dire che non mi ha lasciato convinto quindi vi chiedo: l’importo sara ricalcolato automaticamente da nuovo isee ? ovviamente con 189 euro non posso nemmeno pagare l’affitto. Grazie

  3. salve, non sono riuscita a fare l’isee entro il 31 gennaio, lo farò a febbraio, dovrò rifare la domanda o l’ inps calcola automaticamente? grazie

  4. Gentile insindacabili, presentando l isee 2020 ho fatto saldo e giacenza 2019 e dall isee attestato e completato risultano i redditi 2018, sono in regola qui di per la ricarrdc di febbraio, Grazie

  5. Salve, ho un caso particolare:

    Redditi 2017: 300 euro da lavoro dipendente a giugno (disoccupato da quel momento)
    Redditi 2018: 600 euro da prestazioni lavoro autonomo occasionale

    Percettore di RdC da aprile 2019.

    In questo caso, visto che nell’ISEE ordinario 2020 risultano i 600 euro ai fini IRPEF, si può presentare ISEE corrente 2020 pur non avendo cambiato la situazione lavorativa?
    In caso positivo, le mensilità di RdC del 2019 andranno a innalzare il reddito ISEE Corrente con conseguente impossibilità di rientrare in altre misure ? ES: Bonus mamma, Bonus bebè, etc.

    Grazie per la risposta.

Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui