Circolare n. 7/E del 4 aprile 2017: le novità dell’Agenzia delle Entrate

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato una guida utile, per tutti gli operatori fiscali, con la Circolare n. 7/E del 4 aprile 2017. Tale circolare racchiude tutta la normativa e la modulistica della dichiarazione dei redditi delle persone fisiche relativa all’anno d’imposta 2016.

Circolare n. 7/E del 4 aprile 2017

La circolare 7/E del 4 Aprile 2017, contiene tutti i requisiti normativi e fiscali e le spese che si possono scaricare sul modello 730 o Unico PF.

Il Vangelo dei Caf e dei commercialisti, per dichiarare correttamente tutti i redditi e per detrarre o dedurre in modo preciso, tutte le spese dell’anno 2016 a carico del contribuente. Importante il ruolo dei Consulenti fiscali, che devono apporre il visto di conformità sulle dichiarazioni 730/2017 e sul nuovo modello dei redditi persone fisiche.

Il modello 730 è composto da diversi parti:

  • la sezione dove inserire i dati anagrafici;
  • il riquadro dove inserirei dati del sostituto d’imposta, ossia il datore di lavoro;
  • la sezione dove inserire i dati dei terreni e fabbricati;
  • la sezione dove inserire i dati dei redditi di lavoro dipendente, pensione ed assimilati;
  • i riquadri dove inserire i dati delle tue spese (deduzioni e detrazioni d’imposta);
  • i crediti d’imposta del contribuente;

Importante, prima della compilazione del 730 o del modello dei redditi, possedere tutta la documentazione che possa incidere sulla determinazione delle imposte.

Alla fine della compilazione, calcola e verifica il prospetto di liquidazione. Da questa sezione verificherai il tuo rimborso o il tuo debito con l’erario.

Potrebbe interessarti anche  Primo Pagamento Naspi Basso - primi pagamenti parziali

Ogni dato è fondamentale e se hai più di Cu 2017 nell’anno, sei obbligato a presentare la dichiarazione dei redditi 730 o ex modello Unico Persone fisiche.

Circolare n. 7/E del 4 aprile 2017: scadenze

Quali sono le scadenze delle tasse del 2017? Per chi ha presentato il modello 730 senza sostituto o il modello dei Redditi persone fisiche, deve pagare le imposte:

  • il 16 giugno 2017 per pagare il saldo e l’acconto irpef;
  • il 16 luglio 2017 per pagare il saldo e l’acconto irpef;
  • il 02 ottobre 2017, entro questa data dovrai presentare la tua dichiarazione;
  • ed il 31 ottobre 2017 per presentare una dichiarazione integrativa.

Hai diritto al rimborso fiscale o devi pagare le trattenute?

Riceverai il il rimborso 730 2017 nella busta paga di luglio 2017 se sei lavoratore dipendente e nel cedolino di pensione di Agosto 2017 se sei un pensionato.

L’Agenzia delle Entrate, dopo l’invio della dichiarazione dei redditi da parte del Caf, invierà al tuo datore di lavoro, un prospetto denominato 730/4, dove vengono indicati gli importi a credito da pagare o gli importi a debito da trattenere. Per il datore di lavoro il rimborso irpef anticipato al lavoratore non è un costo, perché tutto ciò che ti corrisponde a titolo di rimborso fiscale, gli viene compensato sul modello F24 del mese successivo.

Buona campagna fiscale 2017!

Consulenza Online
Hai bisogno di una consulenza online su questo tema? Visita subito la nostra area dedicata e scopri tutti i nostri servizi di consulenza!

Valuta l'articolo
[Totali: 1 Media: 5]

Posted by Nicola Di Masi

Nicola Di Masi, ideatore e creatore di contenuti per il sito insindacabili.it. Abilitato Consulente del Lavoro e responsabile Caf da Maggio 2008 a tutt'oggi. Ha lavorato come Consulente del Lavoro, come operatore di Patronato e ha coordinato le attività formative di un Organismo Formativo Accreditato.

Invia il tuo Commento