Come assumere un lavoratore extracomunitario?

Come ogni anno il Ministero dell’Intero da il via libera per l’ingresso regolare di alcune categorie di stranieri per svolgere una prestazione lavorativa. E’ sempre un decreto flussi 2018 limitato, che da il via libera alla regolarizzazione in Italia solo per lavoratori stagionali o per particolari categorie che svolgeranno la propria attività in specifici settori.

Cosa prevede il decreto flussi 2018?

Il decreto flussi 2018 prevede la quota massima di lavoratori extracomunitari subordinati, stagionali e non stagionali e anche una quota per chi vuole svolgere un’attività autonoma in Italia, che possono entrare regolarmente in Italia. Le quote previste per il 2018 sono 30.850, approvate dal Consiglio dei Ministri in data 15 dicembre 2017 e pubblicate sulla Gazzetta ufficiale n. 12 del 16 gennaio 2018 e prevedono l’ingresso di:

  • 18000 lavoratori stagionali extraue residenti all’estero, che potranno fare il loro ingresso in Italia ed ottenere il nulla osta per 9 mesi, per essere impiegati in agricoltura o nel settore turistico e alberghiero;
  • 12850 cittadini non comunitari che potranno chiedere una quota per la conversione del permesso di soggiorno per lavoro subordinato, per lavoro autonomo e per lavoro subordinato. In particolare sono ammessi in Italia 500 cittadini stranieri non comunitari residenti all’estero, che abbiano completato programmi di formazione ed istruzione nei Paesi d’origine ai sensi del Dlgs 25 Luglio 1998 n. 286, articolo 3; 4750 stranieri per permessi di soggiorno non stagionali; 3500 per permessi di soggiorno per studio, tirocinio e/o formazione professionale e 800 permessi di soggiorno Ue per soggiornanti di lungo periodo rilasciati ai cittadini di paesi terzi da altro Stato dell’Unione Europea.

Come posso regolarizzare la badante nel 2018?

Sino al 31 dicembre 2018, salvo sanatorie straordinarie, non si potranno assumere e regolarizzare le tantissime badanti irregolari sul nostro territorio nazionale. Con il Decreto Flussi 2018 sono previste 100 quote per attività di lavoro subordinato domestico (colf o badante) solo per i lavoratori di origine italiana per parte di almeno uno dei genitori fino al terzo grado in linea diretta di ascendenza, residenti in Argentina, Uruguay, Venezuela e Brasile.

Chi ha diritto a partecipare al decreto flussi 2018?

Queste sono le nazionalità con cui l’Italia ha firmato determinati accordi: Albania Algeria, Bosnia-Herzegovina, Repubblica di Corea, Costa d’Avorio, Egitto, Etiopia, Ex repubblica Jugoslava di Macedonia, Filippine, Gambia, Ghana, Giappone, India, Kosovo, Mali, Marocco, Mauritius, Moldova, Montenegro, Niger, Nigeria, Pakistan, Senegal, Serbia, Sri Lanka, Sudan, Ucraina e Tunisia.

Quando posso inviare la domanda?

Per inviare la domanda ed ottenere il permesso di soggiorno richiesto, hai a disposizione tre date:

  • dalle ore 9,00 del 18 gennaio 2018 potrai compilare l’istanza sul sito del Ministero dell’interno e salvarla;
  • dalle ore 9,00 del 23 gennaio 2018 potrai inviare la domanda. Ti consigliamo di prepararti e sincronizzare l’orologio in base alle indicazione del Ministero.
  • sino al 31 Dicembre 2018 puoi inviare le Tue pratiche. Le quote sono pochissime, quindi affrettati nel presentare la domanda.

Come richiedere una quota del decreto flussi 2018?

Entra sul sito del Ministero dell’Interno, dipartimento per le libertà civili e l’immigrazione. Clicca su effettua registrazione se non sei registrato presso il sito del Ministero dell’Interno.

Compila il modulo attentamente con i tuoi dati. Crea una password e trascrivi nella casella in basso, il testo dei 5 caratteri di controllo che compaiono nell’immagine. Controlla la tua e-mail e conferma la registrazione.

Inserisci in alto a sinistra la tua E-mail utente e la password ed entrerai nel sistema per la compilazione delle domande

Decreto flussi 2018

Decreto flussi 2018

Clicca su Sportello unico immigrazione – Richiesta moduli

Decreto flussi 2018

Decreto flussi 2018

Questi sono i moduli per le richiesta di nulla osta per l’anno 2018. Clicca sul modulo interessato, completa la procedura inserendo correttamente tutti i dati e dal 23 Gennaio 2018 invia la Tua domanda.

Riferimento normativo: Circolare 17 gennaio 2018 – Ministero dell’Interno

 

Hai trovato utile il nostro articolo? Hai chiarito qualche dubbio in merito ad un argomento? Effettua una Donazione ed aiutarai il nostro Team ad aggiornarti sempre con le ultime Novità 😉


Valuta l'articolo
[Totali: 3 Media: 2.7]

Posted byNicola Di Masi

Nicola Di Masi, ideatore e creatore di contenuti per il sito insindacabili.it. Abilitato Consulente del Lavoro e responsabile Caf da Maggio 2008 a tutt'oggi. Ha lavorato come Consulente del Lavoro, come operatore di Patronato e ha coordinato le attività formative di un Organismo Formativo Accreditato.

Invia il tuo Commento