Quanti anni di contributi risultano all’Inps?

L’Inps ha messo a disposizione del cittadino, diversi servizi online, per controllare esattamente i contributi utili per il diritto alla pensione. Busta arancione, Estratto contributivo Inps, pensione futura e l’ecocert, l’estratto certificativo dei contributi Inps di qualsiasi lavoratore.

Inoltre l’Inps ha esteso il servizio di consultazione dell’estratto contributivo integrato Inps, per tutti quei lavoratori che hanno versano dei contributi previdenziali ed assistenziali presso le gestione pubbliche, l’Enpals, altri Enti previdenziali e presso le casse professionali.

Estratto conto Inps certificativo online

L’estratto conto Inps è il documento che attesta il versamento dei contributi dell’intera nostra vita lavorativa. Da pochi anni è in vigore il nuovo estratto contributivo integrato, dove sono riportati in un unico documento, tutti i contributi versati del lavoratore dipendente o autonomo, in diverse gestioni:

  • AGO assicurazione generale obbligatoria,
  • Gestione pubblica,
  • gestione separata,
  • gestione Enpals.

Nel nostro sistema previdenziale esistono quattro tipi di contribuzioneuna parte versata dal datore di lavoro e l’altra dal lavoratore:

  • contributi obbligatori a carico del datore di lavoro, per la copertura di determinati eventi: disoccupazione, malattia e maternità; ammonta a circa il 30% della retribuzione lorda,
  • i contributi obbligatori del lavoratore, per l’ottenimento della pensione; (ammontano al 9,19% sull’imponibile contributivo)
  • contributi riscattati o volontari, ad esempio i contributi pagati per il riscatto della laurea;
  • i contributi ricongiunti a pagamento o i contributi totalizzati con il cumulo gratuito.

A cosa serve l’estratto contributivo Inps?

L’estratto contributivo Inps è il documento fondamentale per il conteggio dei contributi di un lavoratore. Infatti all’interno dell’estratto rilasciato dall’Inps sono indicati:

  • i dati anagrafici del lavoratore,
  • il periodo di riferimento da quando hai iniziato a versare i contributi in tutte le gestioni previdenziali;
  • la tipologia di contributi: lavoro dipendente, lavoro dipendente agricolo, artigiano, commerciale, accredito servizio militare, maternità obbligatoria e facoltativa, malattia e periodi di disoccupazione e cigs;
  • contributi utili espressi in giorni (nel caso di lavoratori agricoli) settimane (per i lavoratori dipendenti) o mesi (per i lavoratori autonomi).
  • retribuzione o reddito imponibile ai fine Inps utile per il calcolo della pensione;
  • riferimenti del datore di lavoro: denominazione sociale e matricola Inps
  • Note, per verificare problematiche sull’estratto contributivo.

Per scaricare l’estratto contributi integrato Inps, bisogna accedere con il Pin Inps, lo Spid, la Carta nazionale dei servizi o la Carta di identità elettronica, al seguente servizio telematico Inps: Fascicolo previdenziale del cittadino. In seguito bisogna cliccare sul menu a sinistra su Posizione assicurativa – Estratto Conto.

Come scaricare l'Estratto contributivo Inps
Come scaricare l’Estratto contributivo Inps

E’ possibile anche richiedere un estratto contro integrato dove sono riportati:

  • i dati dell’anzianità contributiva, i periodi ed i montanti contributivi;
  • il riepilogo dei contributi;
  • i contributi versati all’Enasarco.
Estratto contributivo integrato Inps
Estratto contributivo integrato Inps

Nel servizio online estratto conto Integrato è possibile segnalare anche dei periodi mancanti, allegando dei documenti validi come il Cud o le buste paga.

Quanti contributi risultano all’Inps?

Per calcolare i periodi contributivi, al fine del raggiungimento dell’amata pensione, il lavoratore deve prima di tutto controllare la busta paga e verificare i giorni lavorati ogni mese. In seguito è necessario calcolare, i contributi utili al diritto della pensione e quelli necessari per il calcolo dell’importo del trattamento pensionistico.

Dopo aver scaricato l’estratto contributivo, dobbiamo sommare le settimane, i mesi ed i giorni, escludendo temporaneamente i periodi di contribuzione figurativa, ossia quelli della malattia, della cassa integrazione e della disoccupazione naspi, Aspi o mini Aspi.

Ogni anno viene conteggiato dall’Inps, in base al settore di riferimento. Ad esempio:

  • per i lavoratori privati ogni anno è pari a 52 settimane contributive,
  • per i lavoratori autonomi un anno è pari a 12 mesi,
  • un anno di contributi, per i lavoratori pubblici, è pari ad 1 anno,
  • per i coltivatori diretti, un anno di contributi è pari a 156 giornate per gli uomini e 104 per le donne,
  • per i lavoratori dell’agricoltura, un anno di contributi, è pari a 102 giornate.

Dopo aver fatto la somma delle settimane, dei mesi ed dei giorni, se il lavoratore ha lavorato solo nel privato, bisogna sommare le settimane e dividerle per 52. Ad esempio il minimo per la pensione di vecchiaia sono 20 anni di contributi e quindi 1040 settimane (52 x 20).

In tutti i casi consigliamo di richiedere all’Inps un’estratto conto certificativo dei periodi contributivi. In quanto, oltre all’indicazione delle settimane sull’estratto Inps, è importante verificare il minimale dei contributi versati.

Come richiedere l’estratto certificativo dei contributi versati?

L’Ecocert è un’estratto certificato dall’Inps, dove vengono indicati i contributi utili per il diritto alla pensione. Per richiedere l’ecocert, bisogna essere in possesso delle credenziali Inps ed accedere al servizio: Domande di prestazioni pensionistiche. Nella sezione domanda di prestazione pensionistica online, è necessario cliccare su nuova prestazione pensionistica.

Domande prestazioni pensionistiche
Domande prestazioni pensionistiche

In seguito bisogna cliccare su certificazioni

Domanda di nuova prestazione pensionistica
Domanda di nuova prestazione pensionistica

Nella sezione dati anagrafici è necessario compilare tutti i dati

Domanda di certificazione estratto contributivo Inps
Domanda di certificazione

In seguito nella gestione ECOCERT, bisogna selezione il prodotto: estratto conto certificato ed il tipo: ordinario.

Certificazione Ecocert estratto Inps
Dati prodotto certificazione

Entro 30/60 giorni, l’Inps invierà al domicilio del richiedente l’estratto certificativo Inps, con il numero delle settimane utili per il diritto alla pensione, sino ad una determinata data.

Per conoscere l’importo e la data di decorrenza della pensione è possibile consultare il servizio online Inps: la mia pensione futura.

Consulenza online Previdenziale
Hai bisogno di una consulenza online previdenziale? Visita subito la nostra area dedicata e scopri tutti i nostri servizi di consulenza!

Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui