Articolo aggiornato il 2 Agosto 2022 da Stefano Mastrangelo

Bonus assunzioni IOlavoro come funziona?

Il decreto direttoriale dell’11 Febbraio 2020, dell’Anpal, ha previsto un’agevolazione economica denominata “IoLavoro“, per chi assume lavoratori a tempo indeterminato dal 1° gennaio 2020 al 31 Dicembre 2020.

A chi spetta l’agevolazione IOlavoro?

Finalmente operativo il Bonus assunzione IOlavoro, dopo la pubblicazione della Circolare Inps n. 124 del 26 Ottobre 2020.
Possono usufruire dell’agevolazione, i datori di lavoro del settore privato (anche agricolo) per l’assunzione di persone disoccupate, presso aziende con sede di lavoro nelle aree:

  • Meno sviluppate: Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia,
  • nelle regioni “più sviluppate”: Piemonte, Valle d’Aosta, Liguria, Lombardia, Emilia Romagna, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Provincia autonoma di Trento, Provincia autonoma di Bolzano, Toscana, Umbria, Marche e Lazio),
  • nelle regioni “in transizione”: Abruzzo, Molise e Sardegna.

Incentivo Io lavoro come richiederlo? E’ importante instaurare:

  1. contratto a tempo indeterminato subordinato,
  2. contratto apprendistato professionalizzante,
  3. socio lavoratore di cooperativa a tempo indeterminato,

o trasformare un rapporto di lavoro a tempo indeterminato, inviando un modulo di domanda preliminare all’Inps “IOlavoro“.

Dopo l’accertamento di tutti i requisiti, l’Inps potrebbe accogliere o respingere la domanda. In caso di accoglimento, il datore di lavoro, deve inviare entro 10 giorni di calendario, l’assunzione del disoccupato.

Chi sono i disoccupati interessati?

Sono destinatari dell’agevolazione: i disoccupati che hanno dichiarato la disponibilità al lavoro (DID) e coloro che si rendono disponibili a partecipare alle politiche attive del lavoro. Inoltre, il lavoratore, ha diritto all’agevolazione se:

  • disoccupato con un’età compresa tra i 16 e i 24 anni, alla data di assunzione;
  • oppure disoccupato con più di 25 anni di età, e privo di rapporto di lavoro regolarmente retribuito da almeno sei mesi;
  • non ha avuto un rapporto di lavoro, di qualsiasi durata, negli ultimi 6 mesi, con lo stesso datore di lavoro che sta richiedendo l’incentivo economico.

L’importo massimo dell’incentivo è pari a 8060 euro, riparametrato mensilmente ed in base all’orario del rapporto di lavoro. Il bonus verrà conguagliato con il versamento dei contributi, nelle denunce Inps Uniemens.

Riferimento normativo: Circolare Inps n. 124 del 26 Ottobre 2020

Leggi gli ultimi articoli sul nostro sito:

Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui