Articolo aggiornato il 27 Maggio 2021 da Stefano Mastrangelo

Come diminuisce la Naspi nel 2021?

Con l’entrata in vigore del Decreto sostegni Bis, il legislatore ha eliminato, la decurtazione del 3%, in vigore per coloro che percepiscono la Naspi, dopo il 4° mese. Lo stesso decreto, però, non ha previsto la proroga della Naspi con il Rem.

Possono richiedere la Disoccupazione Naspi 2021, i seguenti lavoratori che hanno perso involontariamente il lavoro (non per dimissioni volontarie):

  • gli apprendisti;
  • i soci lavoratori di cooperative con rapporto di lavoro subordinato;
  • il personale artistico con rapporto di lavoro subordinato;
  • i dipendenti a tempo determinato delle pubbliche amministrazioni.

Naspi 2021 nuovi requisiti

Per richiedere la Naspi dal 23 Marzo 2021 al 31 Dicembre 2021, ai sensi dell’articolo 16 del decreto legge sostegni, è necessario:

  • trovarsi in stato di disoccupazione involontario (licenziamento, scadenza rapporto di lavoro, dimissioni entro un anno di vita del bambino, dimissioni per giusta causa, risoluzione consensuale del rapporto di lavoro, ecc.);
  • avere maturato almeno 13 settimane di contribuzione nei quattro anni precedenti l’inizio della disoccupazione (requisito contributivo).

Non è più previsto, per le Naspi concesse, dall’approvazione del decreto sostegni (23 Marzo 2021) e sino al 31 dicembre 2021, il requisito delle 30 giornate di lavoro effettivo, a prescindere dal minimo contributivo, nei 12 mesi precedenti l’inizio della disoccupazione.

La domanda può essere presentata direttamente online, con le credenziali del richiedente (Pin Inps, Spid o CIE) oppure tramite un patronato.

La pratica dovrà essere inviata entro 68 giorni, dalla fine del rapporto di lavoro. Il pagamento della disoccupazione Naspi 2021, parte:

  • dall’ottavo giorno successivo alla data di cessazione del rapporto di lavoro, se la domanda viene presentata entro l’ottavo giorno;
  • dal giorno successivo a quello di presentazione della domanda, nel caso in cui la domanda Naspi sia stata presentata dopo l’ottavo giorno;
  • nel caso in cui vi siano periodi di malattia, maternità o infortunio, la Naspi decorre dall’ottavo giorno successivo al termine dell’evento se la domanda viene presentata entro l’ottavo giorno; dal giorno successivo alla presentazione della domanda Naspi se presentata successivamente all’ottavo giorno. Naspi 2019 cosa cambia

Naspi 2021 senza decurtazione del 3% dal quarto mese

L’articolo 38 del decreto sostegni bis, ha sospeso sino al 31 dicembre 2021, la decurtazione del 3%, dell’importo della naspi, prevista a partire dal primo giorno di pagamento della disoccupazione, dal quarto mese.

La sospensione della riduzione è confermata:

  • per le prestazioni Naspi già in pagamento dal 1° giugno 2021 al 31 Dicembre 2021,
  • per gli importi di disoccupazione erogati alla data di entrata in vigore del decreto (26 Maggio 2021),
  • alle nuove disoccupazioni Naspi decorrenti (che partono) dal 1° Giugno 2021 fino al 30 settembre 2021. In questo caso la sospensione è prevista sino al 31 dicembre 2021.

Dal 1° gennaio 2022, l’importo delle prestazioni Naspi in pagamento, con decorrenza prima del 1° ottobre 2021, sono calcolate, applicando le riduzioni corrispondenti ai mesi di sospensione trascorsi.

Purtroppo, il decreto sostegni bis, non ha previsto la proroga della Naspi e della Dis-coll, con il REM Inps, per coloro che hanno terminato le prestazioni Inps, dopo il 28 Febbraio 2021.

Ricordiamo, che per consultare i pagamenti della Naspi, bisogna accedere al fascicolo previdenziale del cittadino sul sito Inps.

Assistenza Professionale Online Naspi 2021
Hai bisogno di ricevere maggiore assistenza per la tua Domanda Naspi 2021? Nessun problema, affidati ai nostri Esperti del settore. Clicca e scopri di più!

Leggi gli ultimi articoli pubblicati sul nostro sito:

Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui