Le nuove ipotetiche misure del decreto Conte

Ultime notizie sul nuovo decreto Cura Italia di Aprile 2020. Il Presidente del Consiglio, i ministri del lavoro e della famiglia ed il Presidente dell’Inps, hanno dato le prime indicazioni, sulle nuove misure del decreto legge in arrivo questa settimana.

I bonus del decreto Cura Italia

Con il decreto Cura Italia di Marzo 2020, il governo, ha approvato diverse misure per far fronte alla chiusura delle attività, delle fabbriche e degli studi professionali. Infatti ha previsto diversi bonus di 600 euro per:

  • i braccianti agricoli,
  • i lavoratori stagionali,
  • gli autonomi artigiani e commercianti, compresi gli agenti di commercio,
  • i liberi professionisti ed i co.co.co. iscritti esclusivamente alla gestione separata,
  • i liberi professioni iscritti a casse private,
  • i collaboratori sportivi,
  • i genitori lavoratori con figli: bonus baby-sitting.

Alle aziende è stata concessa la cassa integrazione ordinaria, straordinaria, Fis o in deroga, per un periodo massimo di 9 settimane, a favore dei propri dipendenti.

Alle famiglie è stata concessa:

  • la sospensione del mutuo, solo per chi ha subito una sospensione dell’attività lavorativa o per gli altri casi previsti precedentemente dalla legge,
  • il congedo parentale di 15 giorni al 50% della retribuzione,
  • i buoni spesa dai Comuni di residenza,
  • la proroga di tutti i rinnovi del bonus luce, gas ed acqua,
  • la proroga della validità dei permessi di soggiorno,
  • la sospensione degli sfratti per i mancati pagamenti dei canoni di affitto,
  • la proroga dei termini della Naspi, Dis-coll, Naspi lavoro autonomo e Disoccupazione agricola,
  • proroga dei termini delle scadenze delle certificazioni di pensione.

La situazione reale è tutta diversa. Molti bonus di 600 euro non sono arrivati e la cassa integrazione non è stata ancora pagata, c’è stata un grossa confusione sui requisiti per ottenere i 600 euro a favore dei liberi professionisti iscritti alle casse di previdenza private ed i buoni spesa di molti Comuni sono bloccati.

In questo momento il reale sostegno delle famiglie sono tre misure: Il reddito di cittadinanza, la pensione di cittadinanza ed il Reddito di inclusione, per coloro che percepiscono un importo “dignitoso”.

A chi spetta il Reddito di emergenza?

Il reddito di emergenza è una nuova misura, che sarà stabilita con il nuovo decreto di Aprile 2020. Infatti ad oggi non ci sono i requisiti, non c’è un modulo di domanda e non sappiamo ancora la platea dei beneficiari.

Secondo le dichiarazioni della Ministra del lavoro e del Presidente dell’Inps, i destinatari del reddito di emergenza, saranno 1 milione di nuclei familiari e spetterà una cifra da 400 euro, per un singolo familiare, sino ad un tetto massimo di 800 euro, per la sola durata dell’emergenza (prevista sino al 31 Luglio 2020). Saranno esclusi tutti i beneficiari dei bonus, anche precedenti e coloro che percepiscono il reddito di cittadinanza. Il REM, reddito di emergenza, sarà collegato ad una formazione online obbligatoria, per il reinserimento nel mercato del lavoro.

Gli ipotetici beneficiari del reddito di Emergenza sono:

  • i disoccupati senza alcun sostegno al reddito,
  • i lavoratori domestici colf e badanti sospesi o licenziati,
  • i lavoratori precari con un contratto scaduto,
  • i lavoratori irregolari e disoccupati senza forma di sostegno al reddito.

Il nuovo decreto stabilirà tutti i requisiti e le modalità per presentare la domanda. A tutti i possibili richiedenti, consigliamo di attivare il Pin Inps o lo Spid, per accedere ai servizio online dell’Inps.

Bonus figli fino a 14 anni da 80 a 160 euro

La Ministra delle pari opportunità e famiglia, ha dichiarato più volte che, con il nuovo decreto di aprile 2020, ci sarà un bonus per i figli minori di 14 anni. L’importo spetterebbe da aprile 2020 a dicembre 2020, in relazione al valore del modello Isee:

  • 160 euro a figlio, per i nuclei familiari con Isee inferiore a 7000 euro
  • 120 euro a figlio, per i nuclei familiari con Isee tra 7000 euro a 40000 euro,
  • 80 euro a figlio, per gli importi Isee superiori.

Ovviamente è una dichiarazione della Ministra. Per sapere requisiti e modalità, dobbiamo attendere, come per ogni bonus, la Legge. Nel frattempo le famiglie devono presentare il modello Isee, se non inviato, o l’eventuale Isee corrente.

Proroga Naspi di due Mesi e Cassa integrazione

E’ allo studio del Governo, la proroga della disoccupazione Naspi per due mesi. Questa proposta potrebbe essere un’alternativa, per chi sta terminando la disoccupazione Naspi e non ha alcun sostegno al reddito. Questa nuova misura, dovrebbe essere un’opzione, al Reddito di emergenza. Per questo è importante valutare l’opportunità economica delle due future misure.

A tutt’oggi molti lavoratori sospesi non hanno ancora visto un centesimo della cassa integrazione. Quello che bisogna fare, prima di tutto, è chiedere al datore di lavoro, le ore che risultano sospese e le modalità di pagamento della cassa integrazione (direttamente dall’Inps o tramite l’azienda). Se il lavoratore è in cassa integrazione in deroga, deve verificare sul sito internet della Regione, in sezione determinazioni cassa integrazione in deroga, che l’azienda sia stata autorizzata. In seguito bisogna controllare il pagamento, nel fascicolo previdenziale Inps, se l’erogazione avviene in maniera diretta sul conto corrente del lavoratore.

Guida al pagamento diretto della cassa integrazione Inps

10 Commenti

  1. Buonasera io percepisco la naspi ho cinque figli una di 15 anni e gli altri quattro di cui una di nove una di otto e due gemelli di sette anni , volevo sapere a me spetta il bonus per chi ha figli fino a 14 anni??

    • Dovrebbe spettarle se ci danno uno straccio di legge. Ad oggi solo dichiarazioni di Ministri. Continua a seguirci perché spiegheremo tutti i dettagli tecnici.

  2. Chiedo scusa sono stagionale e o ancora 2 mesi di naspi a marzo grazie a dio opreso il bonus di 600 € chiedo per cortesia so che faranno la legge per il bonus di aprile la settimana prossima chiedevo Sara cumulabile con la naspi chiedo un parere grazie tante e buona giornata

    • quando dobbiamo aspettare per sapere del reddito di emergenza? e del bonus bebe’ con deroga fino a 14 anni? in piu per quelli che hanno preso il bonus da 600 euro di marzo ,-andra’ in automatico aprile, oppure si dovra’ di nuovo fare domanda all’ inps? grazie

Comments are closed.