Pagamento contributi colf e badanti: scadenza secondo trimestre 2019

Quando si pagano i contributi delle colf e badanti? I contributi dei lavoratori domestici si pagano a trimestre, entro le scadenze previste dall’Inps. Il primo trimestre 2019 è stato pagato entro il 10 Aprile 2019, per tutti i lavoratori domestici che sono stati assunti dal 1° gennaio 2019 al 31 Marzo 2019.
Vediamo insieme quali sono le scadenze e come scaricarli sul sito dell’Inps.

Scadenza contributi Inps lavoratori domestici colf e badanti

I contributi Inps dei lavoratori, babysitter, colf e badanti, regolarmente con un contratto di lavoro, si pagano entro il 10 del mese successivo al trimestre di riferimento (i contributi del II trimestre 2019 si pagano entro il 10 Luglio 2019). Le date di scadenza dei contributi Inps 2019 dei lavoratori domestici sono le seguenti:

  • 10 Gennaio 2019, per il versamento dei contributi del IV Trimestre 2018;
  • entro il 10 Aprile 2019, per il versamento del primo trimestre 2019;
  • 10 Luglio 2019, per il pagamento dei contributi Inps del secondo trimestre 2019;
  • entro 10 ottobre 2019, per il versamento del terzo trimestre 2019.

Ad esempio se una lavoratrice domestica è stata assunta il 1° Giugno 2019, il datore di lavoro dovrà pagare i contributi Inps entro il 10 Luglio 2019 di un solo mese.

Come si calcolano i contributi Inps colf e badanti 2019?

I contributi Inps dei lavoratori domestici, vengono calcolati in base a diverse condizioni:

  • ore di lavoro settimanali del rapporto di lavoro domestico; (ad esempio 25 ore, 30 ore settimanali o 54 ore settimanali,
  • retribuzione lorda comunicata all’Inps, in via telematica, al momento dell’assunzione.

Quindi, devi stare molto attento quando invii o il Consulente invia, la denuncia di assunzione all’Inps. Per simulare il quantum dei contributi Inps, delle colf e badanti nell’anno 2019, ti consigliamo di seguire le istruzioni del nostro video:

Come scaricare i bollettini MAV Inps dei lavoratori domestici?

I contributi Inps dei lavoratori domestici, arrivano direttamente al domicilio del datore di lavoro, entro 30 giorni dall’inoltro della denuncia telematica Inps. Nella lettera è indicato il numero della posizione assicurativa e sono allegati dei bollettini MAV, per il pagamento, in ogni trimestre, dei contributi Inps. I pagamenti possono essere fatti tramite il bollettino elettronico M.A.V. o attraverso il servizio PagoPA.

Potrebbe interessarti anche  Cosa si può comprare con la Carta Reddito di cittadinanza

Se non ti sono arrivati i bollettini Mav dei contributi Inps o devi modificare qualche dato (ad esempio a causa del decesso del datore di lavoro), potresti scaricarli o modicarli sul sito dell’Inps, accedendo al servizio online dell’Inps: Portale dei pagamenti. Clicca sul servizio Portale dei pagamenti Inps e guarda il nostro video per scaricare i contributi Inps:

In seguito premi sul file in pdf stampa MAV, stampalo fronte-retro e pagalo entro le scadenze indicate sul bollettino.

Se le ore retributive pagate nel trimestre sono inferiori (per assenze non giustificate del lavoratore o per decesso del datore di lavoro) e/o il periodo o i periodi di riferimento sono errati, dovrai cliccare su Visualizza/Modifica e compilare la sezione delle settimane lavorate.

La settimana si conta per ogni sabato presente nel mese lavoro. Ad esempio nel mese di giugno 2019, ci sono 5 settimane lavorative ai fini del calcolo dei contributi, in quanto ci sono 5 sabati.

I bollettini MAV si possono pagare presso gli Istituti bancari, gli uffici postali o presso i tabaccai convenzionati. Dal 10 giugno 2019 è possibile anche versarli tramite la Rete SisalPay, in 32000 bar, tabacchi ed edicole. Basta comunicare il codice fiscale del datore di lavoro e il codice del rapporto di lavoro, senza alcun bollettino. E’ il datore di lavoro che deve pagare il bollettino per intero. Una parte di questi contributi (circa il 25%), viene sottratto dalle buste paga mensilmente alla colf o alla badante.

Per conoscere tutti le retribuzioni, i diritti ed i doveri dei lavoratori domestici, ti consigliamo di leggere il nostro articolo: Contratto colf e badanti 2019.

Hai bisogno di una Consulenza online?
Se hai bisogno di elaborare le buste paga delle colf e delle badanti o non sai come scaricare i bollettini Mav dei contributi, accedi al nostro servizio dedicato: Busta paga per colf e badanti.

Valuta l'articolo
[Totali: 2 Media: 5]

Dona il tuo 5x1000 a Insindacabili

Se ci sono dei commenti, troverai già la risposta al tuo quesito - Leggi prima di commentare ;)