Articolo aggiornato il 15 Gennaio 2023 da Stefano Mastrangelo

Quando accreditano l’assegno unico di Gennaio 2023?

Quando pagano l’assegno unico a Gennaio 2023 sul conto corrente? Sono in arrivo i nuovi accrediti dell’assegno unico e universale per il primo mese di Gennaio 2023 (Non sul Reddito di Cittadinanza).
Come verificare la data di pagamento del nuovo Assegno unico per i figli a carico fino a 21 anni?

L’assegno Unico sarà accreditato sulla modalità di pagamento indicata sulla domanda online dell’Inps. Le nuove date di pagamento dell’assegno unico, per chi ha presentato nuova istanza a Dicembre 2022, potrebbero essere diverse, rispetto a quella indicata in questo articolo.

Da Gennaio 2023, per rinnovare l’assegno, bisognerà presentare il modello Isee 2023, con i nuovi saldi e le giacenze medie al 31 dicembre 2021.

I nuovi aumenti 2023, saranno riconosciuti a partire dal pagamento dell’assegno Unico di Febbraio 2023.

Chi prenderà l’assegno unico del mese di Gennaio 2023?

Il nuovo accredito per l’assegno unico ed universale (non su RdC), sarà erogato a Gennaio 2023:

  • ai lavoratori autonomi, ai coltivatori diretti, coloni e mezzadri, ai titolari di pensione di lavoro autonomo, ai disoccupati senza alcun sostegno al reddito;
  • alle famiglie con figli disabili, con età superiore a 21 anni,
  • alle mamme, dal settimo mese di gravidanza, solo dopo aver compilato la domanda dell’assegno unico, (dopo la nascita del bambino)

Inoltre per chi non ha ancora ricevuto l’assegno unico su Rdc, dovrà sicuramente controllare, se è obbligato a compilare ed a inviare all’Inps, il modello Rdc Com AU.

Assegno Unico Gennaio 2023 a chi spetta?

L’Assegno Unico ed universale sostituisce e cancella diverse misure a favore dei nuovi nati, come il bonus bebè, il bonus mamma e gli assegni familiari. Infatti, i lavoratori dipendenti pubblici e privati, a partire dalla busta paga del mese di Marzo 2022, non percepiscono né gli assegni familiari e né le detrazioni fiscali per i figli a carico sino a 21 anni.

L’Assegno unico Inps a Gennaio 2023 spetta:

  • ai lavoratori dipendenti pubblici e privati,
  • ai lavoratori anche autonomi,
  • ai disoccupati, per chi non ha alcun reddito o per coloro non percepiscono nessuna indennità INPS,
  • ai professionisti.

Per richiedere l’assegno unico ed universale, il richiedente, al momento della presentazione della domanda e per tutta la durata del beneficio (dal 01/03/2022 al 28/02/2023), deve:

  • essere residente in Italia per almeno due anni, anche non continuativi, oppure avere un contratto a tempo indeterminato o determinato di almeno 6 mesi,
  • presentare ed eventualmente aggiornare il modello Isee 2023, prima di inviare una nuova domanda (i nuclei familiari che non saranno in possesso di un modello Isee in corso di validità o con un valore superiore a 40.000 euro, potranno comunque ricevere l’importo minimo dell’assegno unico),
  • essere residente e domiciliato in Italia,
  • avere figli di età inferiore a 18 anni o inferiore a 21 anni, se studiano, frequentino un tirocinio, registrati presso il centro per l’impiego ed in cerca di lavoro o svolgono il servizio civile universale,
  • avere figli con disabilità senza limiti di età.

Quando pagano l’Assegno Unico di Gennaio 2023 sul conto corrente?

I primi pagamenti dell’assegno unico e universale partiranno nel mese di Gennaio 2023 dal giorno 17/01/2023 ed entro massimo, la fine del mese.

Non tutti riceveranno il pagamento dell’Assegno unico dal 17 Gennaio 2023. Alcuni pagamenti potranno essere accreditati con qualche giorno di ritardo.

Per controllare la data di pagamento, bisogna accedere prima di tutto all’APP Io Italia e verificare nella sezione Messaggi: la Disposizione pagamento INPS. L’Inps comunicherà, l’importo dell’assegno unico e l’oggetto del pagamento: ASSEGNO UNICO e la data di pagamento.

In alternativa si può accedere all’APP INPS con lo SPID, cliccando su tutti i servizi ed al servizio online: Stato pagamenti e Cedolini.

App Stato pagamenti e cedolini
Data pagamento assegno unico Aprile 2022

E’ possibile anche controllare i pagamenti, accedendo al sito dell’Inps e scrivendo sulla barra cerchi servizi: Fascicolo previdenziale del cittadino. Dopo aver cliccato sul servizio, bisogna entrare con le credenziali Inps e premere sul menu a sinistra: PRESTAZIONI E PAGAMENTI.

Sicuramente ci sarà anche la data di disponibilità, l’importo ed il mese di riferimento dell’assegno unico e universale di Gennaio 2023.

Se ci sono errori sull’importo o sulla modalità di pagamento, è necessario verificare la domanda Assegno unico, inviata all’Inps.

Riferimento normativo: Circolare Inps numero 23 del 9 Febbraio 2022

Consulenza Online
Richiedi adesso la tua consulenza Personalizzata ai nostri professionisti.

Leggi gli ultimi articoli pubblicati sul nostro sito:

Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui