Articolo aggiornato il 10 Febbraio 2021 da Stefano Mastrangelo

Draghi e Reddito di cittadinanza che succede? Aumenti o riduzioni?

Quando pagheranno il reddito di cittadinanza a Febbraio 2021? Elimineranno il reddito di cittadinanza? Quando arriva il decreto ristori 5? In questo articolo vedremo le ultime notizie del reddito di cittadinanza di Febbraio.

La data di pagamento del Reddito di cittadinanza e della pensione di cittadinanza si sta avvicinando. Il mese di Febbraio è un mese particolare, perché è il mese del ricalcolo del Reddito di cittadinanza, in base al nuovo Isee.

Tutti richiedenti del reddito di cittadinanza entro il 31 Gennaio 2021, dovranno controllare la lavorazione della domanda sul servizio online reddito e pensione di cittadinanza. La pratica è in lavorazione e si dovrebbe sbloccare entro il 15 febbraio 2021.

Quando arriva la ricarica del reddito di cittadinanza di Febbraio 2021?

Per ricevere la ricarica Rdc di Febbraio 2021, tutti i beneficiari del Reddito di cittadinanza e Pensione di cittadinanza, devono aggiornare il modello Isee 2021. La ricarica di Febbraio 2021, verrà disposta da parte dell’Inps, solo dopo l’acquisizione del modello Isee 2021 o dell’Isee corrente 2021 senza errori o omissioni.

Chi ha rinnovato l’isee 2021 entro il 31 Gennaio 2021, dovrebbe ricevere la ricarica senza alcun tipo di problema entro il 26/27 Febbraio 2021. Al contrario per chi ha rinnovato dopo questa data, ci potrebbero essere dei ritardi.

Pagamento Reddito di cittadinanza febbraio 2021: quanto spetta?

Dopo l’aggiornamento del modello Isee 2021, il beneficiario del reddito o della pensione di cittadinanza potrebbe:

  • perdere i requisiti economici del Reddito di cittadinanza e pensione di cittadinanza, per il superamento del valore Isee 2021 di 9360 euro (escludendo il valore delle ricariche Rdc e Pdc dell’anno 2019), a causa dei redditi 2019 di tutti i componenti familiari e dei valori Isee mobiliari o patrimoniali superiori,
  • subire delle riduzioni dell’importo della ricarica, a causa della decurtazione mensile e semestrale per aver speso l’intero importo delle ricariche,
  • oppure ricevere degli aumenti della ricarica Inps, a causa della riduzione del reddito 2019 rispetto a quello del 2018.

Attenzione! I redditi dei familiari dell’anno 2019, non sono quelli indicati sull’attestazione ISEE, ai fini del calcolo del reddito e pensione di cittadinanza.

Nuovo ricalcolo del Reddito di cittadinanza?

Se il beneficiario Rdc e Pdc mantiene i requisiti, l’Inps effettuerà:

  • il ricalcolo del reddito di cittadinanza, in base al nuovo importo dei redditi 2019 del nucleo familiare, sia con conguaglio positivo o con un eventuale decurtazione,
  • un ricalcolo dell’importo del Reddito di cittadinanza, dopo 60 giorni dalla comunicazione del modello Rdc com esteso.

Questo significa che solo dopo l’attestazione Isee 2021, l’Inps pagherà i nuovi importi sulla carta Rdc e Pdc in base:

  • al rispetto del requisito economico ISEE di 9360 euro,
  • ai redditi del 2019 del nucleo familiare,
  • ai trattamenti assistenziali in corso di godimento, come la carta acquisti,
  • alla comunicazione dei redditi presunti fatta con il modello Rdc com.

E’ importantissimo verificare il quadro FC8 della dichiarazione DSU – Isee, in quanto per il calcolo dell’importo del reddito di cittadinanza e pensione di cittadinanza dell’anno 2021, sono importanti i redditi del 2019 dei componenti familiari.

Se la situazione reddituale rispetto al 2018 è cambiata, oppure se è terminata la Naspi, bisogna urgentemente elaborare un ISEE corrente.

Ricarica Rdc febbraio 2021: quando iniziano i pagamenti?

In questo mese di Febbraio 2021, nessuno è a conoscenza della data precisa del reddito e pensione di cittadinanza, in quanto, l’Inps provvederà al ricalcolo delle mensilità di Gennaio e Febbraio 2021, in base all’acquisizione del modello Isee 2021.

Le ricariche Rdc e Pdc, potrebbero avvenire come ogni mese, dal 26-27 Febbraio 2021, per chi ha presentato l’Isee tempestivamente nel mese di Gennaio 2020 ed ha tutti i requisti per continuare a percepirlo. Sicuramente non tutti riceveranno la ricarica entro la prossima settimana, perché il tutto dipende dai controlli dell’Inps. E’ importante controllare sul servizio online Inps Reddito di cittadinanza e pensione di cittadinanza, la lavorazione del mese di Febbraio.

Per chi ha inviato il modello Rdc com, la ricarica potrebbe avere una data di pagamento diversa.

E’ importantissimo non dichiarare il falso, come la signora del reddito di cittadinanza (il marito lavorava a nero e lei prendeva il sussidio), per non perdere il diritto, restituire gli importi delle ricariche e pagare sanzioni civili e penali, da parte della guardia di finanza.

Quando decade il Reddito di cittadinanza?

Il reddito di cittadinanza decade, si perde o viene revocato, quando il richiedente ed i componenti familiari del beneficiario:

  • non hanno dichiarato la disponibilità al lavoro (DID) e firmato il patto di lavoro e di inclusione sociale,
  • non si presentano agli appuntamenti del centro per l’impiego,
  • non partecipano, alle iniziative di carattere formativo o di riqualificazione o ad altra iniziativa di politica attiva o di attivazione, salvo caso in cui l’assenza sia giustificata,
  • non partecipano ai progetti di utilità collettiva, ad oggi in attivazione da parte dei Comuni,
  • non accettano almeno una di tre offerte di lavoro oppure, in caso di rinnovo, non accettano la prima offerta di lavoro;
  • non comunicano l’eventuale variazione della condizione lavorativa con il modello Rdc com ridotto o esteso, oppure effettuano comunicazioni false, riscuotendo un beneficio economico RdC maggiore del dovuto;
  • non presentano la DSU aggiornata nel caso di variazione del nucleo familiare, nel caso di nascita o di decesso di un nucleo familiare (nel caso di cambio di residenza del richiedente, bisogna controllare lo stato della domanda eventualmente decaduta),
  • non rinnovano l’Isee corrente alla scadenza dei 6 mesi.

Ai beneficiari del Reddito di cittadinanza e della pensione di cittadinanza è riconosciuto, in automatico, il bonus luce, gas ed acqua e l‘assegno di ricollocazione, per la formazione e per il reinserimento lavorativo nel mercato del lavoro.

In conclusione il nuovo governo potrebbe anche eliminare il reddito o la pensione di cittadinanza, al termine degli ulteriori 18 mesi di ricariche Inps. Come è accaduto con la REI.

In alternativa al sussidio economico Rdc e Pdc, sicuramente, il nuovo governo stanzierà nuovi finanziamenti per nuove misure economiche a sostegno delle famiglie.

Riferimenti normativi: Circolare Inps n. 43 del 20 Marzo 2019, Circolare Inps n. 100 del 5/07/2019, Messaggio Inps n. 3568 del 02/10/2019, Messaggio Inps n. 4099 del 8/11/2019,

Consulenza online degli esperti di insindacabili.it
Hai bisogno di una consulenza telefonica sul Reddito di cittadinanza e Pensione di cittadinanza? Visita subito la nostra area dedicata di consulenza online.

Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui