Articolo aggiornato il 27 Luglio 2023 da Nicola Di Masi

Reddito di Cittadinanza ultime notizie Luglio 2023

Ricarica Rdc Luglio 2023: quando arriva? Quando viene disposta la ricarica Inps di Luglio2023, ai beneficiari del Reddito di cittadinanza e Pensione di cittadinanza, che non sono soggetti al mese di sospensione?

Aggiornamento: Le ricariche Rdc di Luglio 2023 alle ore 19.30 del 27 Luglio 2023 non sono state ancora accreditate da parte di poste italiane.

Sono in arrivo le tanto attese ricariche del mese di Luglio 2023. Ricordiamo che questo pagamento sarà l’ultimo per i cittadini occupabili che hanno ottenuto 7 mensilità nel 2023. Questo soggetti, con un’età compresa tra 18 e 59 anni, dovranno aderire alla nuova misura: supporto alla formazione e al lavoro dal 1° settembre 2023.

Quindi è importanta controllare non solo la data della Ricarica Inps, ma anche lo stato della pratica, se risulta SOSPESA o TERMINATA, in attesa della comunicazione dei Comuni entro il 31 Ottobre 2023. (ossia per chi ha firmato il patto di inclusione sociale con i servizi sociali)

Domanda Sospesa RDC Luglio 2023

Pagamento Reddito di cittadinanza Luglio 2023

Quando arriva la ricarica Reddito di cittadinanza a Luglio 2023? Dal 27 Luglio 2023, l’Inps ha disposto sia il pagamento della Ricarica Reddito di cittadinanza e sia quello relativo alla Pensione di cittadinanza, concedendo a Poste italiane, l’onere di accreditare, le carte prepagate Reddito di cittadinanza e pensione di cittadinanza.

In questo mese, molti beneficiari del Reddito di cittadinanza, termineranno le ricariche Inps, come previsto dalle legge finanziaria 2023.
Per controllare, se effettivamente le ricariche siano terminate, è necessario accedere con lo Spid sul servizio online Inps: Reddito e pensione di cittadinanza, cliccare sul menu a sinistra: Liste e domande ed esiti e controllare lo stato della domanda.

Rdc ricariche Inps terminate
Rdc ricariche Inps terminate

Accredito Reddito di cittadinanza Luglio 2023: come verificarlo?

Per controllare l’importo del reddito e pensione di cittadinanza, bisogna accedere, con le proprie credenziali Inps (SPID, CIE o carta nazionale dei servizi) sul serviziweb2 Inps Reddito di cittadinanza e pensione di cittadinanza o sul sito www.redditodicittadinanza.gov.it.

Entrando sul sito dell’Inps, bisogna inserire le credenziali Inps e cliccare: gestione domanda – lista domanda ed esiti, nel menu a sinistra.

In seguito bisogna premere su esito e cliccare su ok nella finestra che appare.

In questa schermata si evidenza:

  • la mensilità di riferimento, (nel nostro caso ad esempio, Luglio 2023)
  • i requisiti economici, importantissimi per ricevere correttamente le ricariche del mese,
  • la data ultima di elaborazione,
  • la data di invio disposizione Inps, nel momento in cui bisogna chiamare il numero verde per conoscere il saldo della carta gialla reddito di cittadinanza e pensione di cittadinanza, (in questo mese il pomeriggio del 27 Luglio 2023)
  • la data di rendicontazione delle poste, l’accredito ufficiale sulla carta Rdc e Pdc.

Nel caso di domanda decaduta, bisogna verificare il reddito del 2021 e quello attuale dei componenti familiari, perché se variato, è opportuno inviare una nuova domanda, prima inviando il modello Isee corrente.

Per chi ha presentato il modello Rdc com, il ricalcolo dell’importo del Reddito di cittadinanza, avverrà dopo 60 giorni dalla comunicazione Inps.

Perché diminuisce l’importo del Reddito di cittadinanza?

La riduzione o l’incremento del pagamenti può essere dovuta all’aggiornamento del modello Isee 2023, con i nuovi redditi dell’anno 2021, di tutti i componenti familiari.

Per controllare l’esattezza del calcolo bisogna, prima di tutto, verificare il quadro FC8 del modello Isee aggiornato ed in particolare nei riquadri:

  • Redditi ordinariamente dichiarati all’Agenzia delle Entrate;
  • Trattamenti erogati dall’Inps e spese.

In seguito, per determinare l’ammontare della ricarica, bisogna cliccare sull’importo all’interno del servizio online Inps: Reddito e pensione di cittadinanza.

Ad esempio, per un unico componente familiare con reddito personale dell’anno 2021 (indicato nel quadro FC8) pari a 61 euro e con trattamenti erogati dall’Inps di 5385 euro (riferiti all’erogazione Rdc nell’anno 2021), l’importo mensile della ricarica di Giugno 2023 è determinata:

  1. dall’importo annuo della Quota A pari a 5.939 euro (500 euro quota A per 12 mesi – il reddito personale di 61 euro),
  2. dall’importo annuo Quota B (Locazione o Mutuo) pari a zero, in quanto il beneficiario non ha un contratto di locazione o non paga la rata del mutuo.

Quindi l‘importo mensile calcolato sarà pari a 494,92 euro.  (5.939,00 € ÷ 12 mesi) 

Saldo Ricarica Rdc Luglio 2023: come controllare?

Come indicato nei precedenti paragrafi, le disposizioni Inps delle ricariche Rdc e Pdc, partiranno nel pomeriggio del giorno 27 Luglio 2023 (salvo ritardi delle poste). Per questo, tutti i beneficiari, dovranno verificare il saldo nel pomeriggio del giorno 27 Luglio 2023, contattando il numero verde del reddito di cittadinanza o recandosi sul sito del Governo: https://www.redditodicittadinanza.gov.it/.

E’ possibile anche verificare la ricarica Inps Rdc e Pdc, sul nuovo servizio online: App Reddito di cittadinanza dell’Inps.

Al contrario, il pagamento Rdc e Pdc viene sospeso, per mancata acquisizione del modello Isee da parte dell’Inps, oppure se il modello Isee risulta difforme.

E’ importantissimo aggiornare immediatamente il modello Isee 2023, in caso di variazioni, per non avere ritardi nel pagamento del Reddito di cittadinanza e Pensione di cittadinanza, nel mese di Luglio 2023.

Riferimenti normativi: Circolare Inps n. 43 del 20 Marzo 2019, Circolare Inps n. 100 del 5/07/2019, Messaggio Inps n. 3568 del 02/10/2019, Messaggio Inps n. 4099 del 8/11/2019,

Consulenza online degli esperti di insindacabili.it
Hai bisogno di una consulenza telefonica sul pagamento del Reddito di cittadinanza e Pensione di cittadinanza di Luglio 2023? Visita subito la nostra area dedicata di consulenza online.

Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui