5 obblighi da fare per ricevere i pagamenti del Reddito di cittadinanza e pensione di cittadinanza 2020

Quali sono gli adempimenti per non perdere il Reddito di cittadinanza nel 2020? Pin Inps, Spid, Isee precompilato 2020, Rdc com, lavori di pubblica utilità e appuntamenti al centro per l’Impiego. Dal 2020, diverse sono le pratiche da rinnovare per il Reddito di cittadinanza.

Pin Inps dispositivo, Spid Reddito di cittadinanza o carta nazionale dei servizi

Il primo adempimento che per noi di insindacabili va fatto, sin da subito, è la richiesta del:

Con il Pin Inps dispositivo o con lo Spid, è possibile:

  • compilare e presentare il modello Isee precompilato 2020,
  • compilare ed inviare il modello Rdc com esteso,
  • controllare lo stato della domanda Rdc e Pdc,
  • verificare i pagamenti del Reddito di cittadinanza e della pensione di cittadinanza,
  • conoscere l’importo del beneficio economico Rdc e Pdc e controllare il calcolo dell’importo della ricarica Reddito di cittadinanza.

Cosa fare per ricevere i pagamenti Reddito di cittadinanza 2020?

Per ricevere i pagamenti del Reddito di cittadinanza ed anche della Pensione di cittadinanza 2020, bisogna aggiornare il modello Isee 2020 o il nuovo modello Isee precompilato 2020. La dichiarazione Isee 2020, sarà pronta già da primi di Gennaio 2020 sulla piattaforma Isee post- riforma 2020 e dalla seconda metà del mese di Gennaio 2020, per i caf ed i consulenti fiscali abilitati.

Si può compilare autonomamente il modello Isee precompilato 2020, accedendo al servizio online dell’Inps: Isee post riforma 2020 e compilando correttamente tutti i dati richiesti.

Invece per la dichiarazione Isee da presentare al CAF, bisogna sin da subito fissare un appuntamento per ricevere un’assistenza immediata. Al momento dell’appuntamento, il cittadino deve presentare tutti i redditi dell’anno 2018 (730/2019 o Unico 2019) di tutti i componenti familiari, la situazione patrimoniale immobiliare (Immobili di proprietà o contratti di affitto in corso) e la situazione patrimoniale del 2018 (già acquisita precedentemente dal Caf).

Noi di insindacabili consigliamo anche di presentare, appena certificata, il saldo e la giacenza media di tutti i conti correnti o libretti o depositi di tutti i componenti familiari, alla data del 31 dicembre 2019, per presentare un eventuale Isee corrente 2020.

Comunicazione Rdc com: comunicazione Redditi presunti 2020

I percettori del reddito di cittadinanza ed i familiari del nucleo, ogni anno, devo comunicare il Reddito presunto (entro il mese di Gennaio), in questo caso dell’anno 2020, che sarà percepito nel corso dell’anno, qualora l’attività di lavoro comunicata nel 2019 continui anche nell’anno successivo. Nel caso di termine della disoccupazione Naspi di un componente familiare, è possibile presentare l’Isee corrente 2020.

Rdc com Reddito presunto 2020
Rdc com Reddito presunto 2020

Per compilare autonomamente il modello Rdc – com, bisogna leggere le istruzioni della nostra guida: Come compilare il modello Rdc com?. Oppure è possibile presentare il modello Rdc-com esteso, a qualsiasi CAF abilitato.

E’ obbligatorio presentarsi al Centro per l’impiego per il Reddito di cittadinanza?

Dal 2 Settembre 2019, i Centri per l’impiego, stanno convocando tutto il nucleo familiare dei beneficiari del Reddito di cittadinanza. Quindi a breve tutti i componenti familiari disoccupati, dove anche uno solo percepisce il beneficio economico Rdc, saranno chiamati dal Centro per l’impiego, tramite SMS, per dichiararsi disponibili al lavoro e per firmare il patto di per lavoro Nel caso di assistenza di un minore o di un disabile o nel caso disabilità medio-grave del richiedente, bisogna dichiararlo all’ufficio del lavoro per essere esonerati a lavoro.

Se alla data della convocazione, il richiedente o un familiare, è impossibilitato a presentarsi, bisogna contattare l’ufficio dell’impiego, per fissare un nuovo appuntamento. Dopo la convocazione del centro per l’impiego, i beneficiari del Rdc sono obbligati a scriversi al sito MyAnpal.

Sono esclusi da questo adempimento i percettori di Pensione di cittadinanza.

Infine i percettori di Reddito di cittadinanza, saranno chiamati dal Comune di residenza, per svolgere progetti (lavori) di utilità sociale per un minimo di ore settimanali.

Riferimenti normativi: Circolare Inps n. 43 del 20 Marzo 2019, Circolare Inps n. 100 del 5/07/2019, Messaggio Inps n. 3568 del 02/10/2019, Messaggio Inps n. 4099 del 8/11/2019, 

Consulenza insindacabili.it

Per qualsiasi consulenza online sul Reddito di cittadinanza e Pensione di cittadinanza 2020, visita subito la nostra area dedicata di consulenza online.

Valuta l'articolo
[Totali: 1 Media: 5]

Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui