Isee precompilato 2020 con dati già caricati dal sistema

Dal 1° gennaio 2020 al debutto, il nuovo modello Isee precompilato 2020. Cosa cambia con l’Isee precompilato? Dal prossimo anno tutti i cittadini potranno compilare autonomamente, il modello Isee con estrema facilità, senza rivolgersi al CAF o al consulente abilitato.

Isee 2020 cosa cambia dal 1° Gennaio 2020?

Al debutto dal 2020, la dichiarazione sostitutiva Unica Isee precompilata, disponibile sul sito dell’Inps, con alcuni dati già caricati dal sistema. Questi informazioni saranno acquisite dall’Anagrafe tributaria ed in particolare il cittadino vedrà i seguenti dati sulla Dsu:

  1. Saldo e giacenze medie, depositi bancari o postali in possesso dei componenti del nucleo familiare, (anno 2018)
  2. i redditi della famiglia degli ultimi due anni, (anno 2018).

Per compilare l’Isee precompilato autonomamente, si potrà accedere al servizio online:

  • dell’Agenzia delle Entrate, con le credenziali di fisconline o con lo Spid,
  • dall’Inps, accedendo al servizio online Isee post-riforma 2015 con il Pin dispositivo, con lo Spid o la carta nazionale dei servizi,
  • o tramite il Caf o il consulente abilitato.

Dai primi giorni di gennaio 2020, sarà accessibile il servizio online dell’Inps: Isee precompilato 2020. Per i caf sicuramente i tempi saranno più lunghi e sarà possibile presentare la dichiarazione, al Consulente fiscale dopo il 15 gennaio 2020. Noi di insindacabili, consigliamo di inviare la dichiarazione Isee, entro il 31 Gennaio 2020.

Chi può presentare l’Isee precompilato 2020?

I cittadini potranno compilare la dichiarazione Dsu precompilata solo se in possesso dello SPID di secondo livello e delle credenziali o del Fisco o dell’Inps. Inoltre potranno accedere alla dichiarazione Isee precompilata, le famiglie che potranno indicare per ciascun componente familiare:

  1. l’importo del rigo differenza, evidenziato nel prospetto 730-3 della dichiarazione dei redditi 730 o del quadro RN del modello ex unico dei due anni precedenti (2018) o l’assenza di dichiarazioni,
  2. il valore del patrimonio mobiliare (conti correnti ed altri depositi) di ogni singolo componente familiare sotto la soglia di 10.000 euro o l’assenza di tali rapporti,
  3. se il valore del patrimonio mobiliare di ogni singolo componente supera 10.000 euro, bisogna indicare il valore del saldo contabile al 31 dicembre dell’anno precedente dei conti correnti bancari o postali o il valore di una delle altre forme di patrimonio mobiliare possedute dai familiari.

In alternativa, nel caso in cui non si riesce a presentare un Isee precompilato, è possibile elaborare il modello Isee ordinario 2020.

Come abbiamo detto il sistema caricherà automaticamente i redditi dei componenti del nucleo familiare ed i saldi e le giacenze medie dei conti correnti ed i dati del patrimonio immobiliare. In questo caso l’Isee precompilato 2020, viene rilasciato dopo 3/5 giorni.

Isee precompilato 2020: quali dati bisogna comunicare al Fisco?

I contribuenti che vogliono presentare compilare autonomamente la dichiarazione Isee precompilata 2020, devono stare molti attenti ad inserire questi dati:

  1. dati anagrafici dei componenti familiari (Cognome, Nome, Codice fiscale e residenza, rapporto di parentela con il richiedente)
  2. l’eventuale disabilità media o grave dei componenti familiari, attestata dal verbale della commissione medica invalidi civili (con l’indicazione di questo dato il valore Isee va a diminuire),
  3. la casa di abitazione principale (Dati catastali, residenza e percentuale di possesso) ed i dati degli eventuali immobili all’estero o i dati della registrazione del contratto di affitto,
  4. i redditi irpef non certificati dal CU (ex Cud) o dalla dichiarazione dei redditi,
  5. i redditi soggetti a imposta sostitutiva o a ritenuta a titolo di acconto d’imposta,
  6. i proventi delle attività agricole,
  7. gli assegni dei genitori separati o conviventi con l’altro genitore non coniugati, per il mantenimento dei figli,
  8. i redditi dichiarati all’estero per gli iscritti all’Aire,
  9. le prestazioni assistenziali diverse da quelle erogate dall’Inps ed i ricoveri degli anziani,
  10. l’importo degli assegni periodi corrisposti al coniuge,
  11. targhe degli autoveicoli e motocicli da 500cc e navi ed imbarcazioni da diporto,
  12. partecipazioni in società.

Isee 2020 scadenza: quanto dura?

Il modello Isee precompilato 2020, è una dichiarazione fiscale che rilascia ogni anno un indicatore (valore) della situazione reddituale di una famiglia. E’ costituto da due modelli:

  • l’attestazione Isee, dove è indicato il valore o sono indicati gli indicatori della situazione economica,
  • dichiarazione sostituti unica, dove è riportato il quadro completo dei redditi di tutti i componenti familiari.

L’Isee precompilato 2020 deve essere aggiornato dopo il 1° gennaio 2020 (scade il 31 Dicembre 2019) ed ai sensi dell’art. 7 del decreto legge 3 settembre 2019 n. 101, ha una validità sino al 31 Dicembre 2020. Dopo l’isee ordinario è possibile compilare un Isee corrente 2020, per attestare una situazione patrimoniale dell’anno precedente (2019). E’ indispensabile aggiornare l’Isee, per continuare ad avere diritto dal 1° gennaio 2020 al:

Il modello ISEE deve essere compilato correttamente senza errori o omissioni. Una dichiarazione Isee falsa o infedele, è soggetta a sanzioni ed a controlli da parte dell’Agenzia delle Entrate. Inoltre una dichiarazione con errore o omissioni, è senza validità ed in questo caso tutte le prestazioni Inps non verranno pagate.

Consulenza Online di insindacabili.it
Hai bisogno di una consulenza telefonica sull’Isee precompilato 2020? Visita subito la nostra area dedicata e scopri tutti i nostri servizi di consulenza online.

Valuta l'articolo
[Totali: 1 Media: 5]

Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui