Articolo aggiornato il 8 Settembre 2020 da Nicola Di Masi

Bonus mobilità Decreto Rilancio – Bonus bici e monopattini

Che cos’è il Bonus Bici di cui si sente tanto parlare in queste ultime settimane?
Con questo articolo vogliamo elencare i punti più importanti previsti dal Bonus Mobilità per favorire i trasporti sostenibili, dopo l’approvazione del Decreto Rilancio Italia.

La Pandemia da Coronavirus, ci obbliga e ci spingerà negli anni a venire a ripensare la mobilità urbana ed extra-urbana. Diversi Governi di tutto il Mondo stanno studiando in questi mesi, quali incentivi e soluzioni poter adottare.

Che cos’è il Bonus Mobilità 2020?

Il Bonus mobilità o “bonus bici“, è un bonus che viene riconosciuto dal governo Italiano, attraverso il Ministero dell’Ambiente, per l’acquisto di biciclette (anche elettriche) o altri veicoli elettrici per la mobilità personale a propulsione come i monopattini, gli hoverboard ed i segway.

Ma a quanto ammonta il Bonus Mobilità?
Il “Bonus bici” ammonta al 60% della spesa sostenuta nel 2020 per l’acquisto dei mezzi di mobilità sopra elencati, in misura non superiore ai 500 €.
Gli acquisti effettuati, potranno godere del Bonus se avvenuti in date comprese dal 4 Maggio al 31 Dicembre 2020.

bonus bici come richiederlo
Il Bonus Mobilità 2020

Bonus Bici: chi può richiederlo? A chi spetta?

Il Bonus mobilità potrà essere richiesto (una sola volta) dai cittadini maggiorenni che hanno la residenza (non il domicilio) nei capoluoghi di Regione (anche al di sotto dei 50.000 abitanti).

Il Bonus mobilità può essere richiesto anche nei capoluoghi di Provincia (ivi compresi quelli sotto i 50.000 abitanti) e nei Comuni Italiani con una popolazione superiore a 50.000 abitanti, ma anche dalle Città con meno di 50mila abitanti, facenti parte però delle Città Metropolitane.
In Italia le Città metropolitane sono 14 e sono le seguenti in elenco:

  • Bari
  • Bologna
  • Cagliari
  • Catania
  • Firenze
  • Genova
  • Messina
  • Milano
  • Napoli
  • Palermo
  • Reggio Calabria
  • Roma
  • Torino
  • Venezia

Bonus mobilità: come funziona e come richiederlo

Come funziona il Bonus mobilità e cosa si dovrà fare per risparmiare il 60% sugli acquisti?
Per prima cosa è bene specificare che l’adozione del Bonus, sarà suddivisa in due fasi.

Nella prima fase, a partire dal 4 Maggio 2020 e sino quando non sarà disponibile la procedura telematica messa a punto dal Ministero dell’ambiente, il cittadino dovrà pagare l’intero importo, per richiedere poi (ad applicazione web attiva) il rimborso del 60% speso. In questa fase sarà importantissimo conservare le ricevute fiscali degli acquisti. La domanda potrà essere presentata tramite lo Spid, dal 4 Novembre 2020 e sino al 31 dicembre 2020, con la piattaforma messa a disposizione dal Ministero dell’Ambiente.

Durante la seconda fase invece, cioè da quando sarà operativa l’applicazione digitale per il Bonus Mobilità, il cittadino dovrà compilare i dati e gli altri dettagli richiesti e spendere il “Bonus Bici” entro 30 giorni (pena la perdita del Bonus).
In questa fase, si potrà già scegliere da un ampio elenco di negozi, sia fisici che online, convenzionati con il Ministero.

Nella seconda fase (all’atto dell’acquisto) il cliente pagherà solamente il 40%, usufruendo così subito ed in maniera istantanea del Bonus mobilità.

Durante la prima fase, gli acquisti potranno essere effettuati da ogni negozio, sia fisico che online (come Amazon ecc…) senza dover attendere dunque la lista dei negozi ufficiali convenzionati.

Gli acquisti saranno validi anche se avvenuti su siti di e-commerce esteri, a patto che abbiano però tutte le voci corrispondenti di una Fattura italiana.

Bonus mobilità alternativa: cosa acquistare?

Con il Bonus mobilità si potranno ottenere degli sconti sull’acquisto di:

  • biciclette nuove ed anche usate, sia tradizionali che a pedalata assistita;
  • veicoli usati o nuovi per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica come: monopattini, hoverboard, segway;
  • servizi di mobilità condivisa ad uso individuale esclusi quelli mediante autovetture.

Il bonus biciclette non può essere utilizzato invece per l’acquisto di accessori come: caschi, batterie, catene, lucchetti, ed altro ancora…

Il Governo Italiano ha stanziato circa 120 Milioni di euro per finanziare il Bonus Mobilità con la possibilità di ri-finanziare tale somma in caso di un elevato numero di richieste.

L’applicazione digital per il “Bonus biciclette” sarà pronta nel giro di pochissime settimane e come sempre, seguiremo tutti gli sviluppi qui, sul nostro sito web.

Infine ricordiamo che dal primo gennaio 2021 l’erogazione di buoni mobilità varrà solo a fronte della rottamazione di vecchi veicoli, effettuate solo durante il 2021.
I buoni mobilità potranno essere spesi sino al 31 dicembre 2024.

Consulenza online insindacabili.it
Per una consulenza professionale su questa tematica, clicca adesso la nostra area riservata di Consulenza online.

4 Commenti

  1. Buongiorno, io ho la naspi, volevo sapere se ho diritto al reddito di emergenza oppure no, ho 3 figli minori a carico, e un isee inferiore ai 9000mila euro. Se non quello posso richiedere qualcosaltro? O pensano che tu possa campare solo con la naspi? Grazie

  2. salve ho fatto la domanda per bonus bebè ottobre 2019 poi ho recivuto pagamento fino gennaio non sapevo che devo aggiornare isse ,ora ho giornato isse 18/05 prima non sono uscita perché mi hanno rimandato l’appuntamento per covid per fare mi poi dire cosa devo fare per che inps mi ha bloccato anche la carta acquisti devo aspetare ho faccio la domanda un altra volta grazie!

    • Buongiorno, purtroppo deve attendere il pagamento entro fine Giugno 2020. Se Vuole può fare un sollecito tramite Inps risponde online.

Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui