Come richiedere l’anticipo del Trattamento di fine servizio o trattamento di fine rapporto dei dipendenti pubblici?

I 400 mila dipendenti pubblici statali che andranno in pensione nel 2019, potranno richiedere il pagamento della liquidazione entro 75 giorni, dal rilascio della certificazione del diritto. Il tutto attraverso un prestito bancario disciplinato dal DL 4/2019 e dal DPCM del Ministero della funziona Pubblico, in questo momento al vaglio del Garante della Privacy ed al Consiglio di Stato. Vediamo tutti i dettagli, per l’anticipo del Tfs/tfr dei dipendenti pubblici.

Anticipo Tfs/tfr dei dipendenti della PA: a chi spetta?

I 45 mila dipendenti della pubblica amministrazione in pensione con la misura Quota 100, rischiavano di ricevere il trattamento di fine servizio dopo 6 anni. Per questo il governo giallo-verde, con il DL 4/2019, ha previsto un prestito bancario sino a 45000 euro, della buonuscita maturata, per anticipare i tempi dell’erogazione. Questa possibilità non riguarda tutti. Infatti il prestito bancario del Tfs/tfs è riservato ai pensionati che accedono con i seguenti requisiti:

  1. Quota 100: 62 anni di età e 38 anni di contributi,
  2. 67 anni di età (pensione di vecchiaia),
  3. 42 anni e 10 mesi di contributi (pensione anticipata per gli uomini)
  4. 41 anni e 10 mesi per le donne.

Tali pensionati devono aver ottenuto i trattamenti pensionistici con i precedenti requisiti prima del 29 gennaio 2019, quando è entrato in vigore il DL 4/2019.

Potrebbe interessarti anche  Modulo Inps rinuncia reddito di cittadinanza

Al riguardo, con la sentenza numero 159 del 2019, è intervenuta la Corte costituzionale, per sollecitare il governo a rivedere i requisiti e la materia del prestito bancario, per i dipendenti pubblici Noipa.

Come richiedere l’anticipo Tfs/tfr dei dipendenti pubblici?

Per richiedere un’anticipazione della buonuscita, il lavoratore deve ottenere la certificazione del diritto all’anticipazione, da parte dell’Inps o dagli Enti erogatori pubblicati sul sito del Ministero della Funziona pubblica.

Dopo aver ricevuto la certificazione, il dipendente pubblico, può rivolgersi agli Istituti bancari convenzionati per richiedere il prestito bancario sino a 45000 euro e firmare il contratto di finanziamento. Dopo l’accertamento dei requisiti, da parte della banca convenzionata, la stessa liquiderà al lavoratore, entro 15 giorni, il prestito richiesto. In seguito la banca verrà rimborsata direttamente dall’Inps o dagli Enti erogatori.

Come controllare il pagamento del Trattamento di fine servizio sul sito Inps?

Per verificare il pagamento della buonuscita da parte dell’Inps, per i dipendenti pubblici che sono andati in pensione da più di 24 mesi, basta accedere al servizio online Inps: fascicolo previdenziale del cittadino. Clicca su PRESTAZIONI – PAGAMENTI nel menu a sinistra e clicca nella sezione Riepilogo pagamenti in PRESTAZIONI – BUONUSCITA.

Pagamento Tfs dipendenti pubblici
Pagamento Tfs dipendenti pubblici

Ricordiamo che il trattamento di fine servizio o il trattamento di fine rapporto, è tassabile in maniera separata rispetto alle aliquote irpef e non va assolutamente dichiarato sul modello 730 o modello dei Redditi delle persone fisiche.

Consulenza Online
Per una consulenza fiscale telefonica da parte dei nostri consulentia, accedi ai nostri servizi di consulenza online.

Valuta l'articolo
[Totali: 1 Media: 5]

Dona il tuo 5x1000 a Insindacabili

Se ci sono dei commenti, troverai già la risposta al tuo quesito - Leggi prima di commentare ;)