Articolo aggiornato il 24 Febbraio 2020 da Nicola Di Masi

Come caricare documenti sul sito dell’Inps?

Cosa fare quando l’Inps chiede documenti integrativi per il pagamento della disoccupazione Naspi? Molte volte l’Inps chiede al disoccupato, che non ha allegato correttamente la documentazione necessaria, l’integrazione di documenti al fine del pagamento della Naspi.

Infatti l’Istituto con un sms o email, invia al richiedente della disoccupazione Naspi, una richiesta di documenti per lo sblocco della pratica Inps.

Documenti per disoccupazione Naspi

Prima di presentare la domanda di disoccupazione Naspi, il disoccupato deve controllare tutti i documenti necessari che bisogna allegare, durante la presentazione della domanda. Infatti alcuni sono indispensabili per il pagamento della prestazioni Naspi, altri sono richiesti dall’Inps per difformità rispetto a quello che risulta presso gli archivi Inps.

I documenti indispensabili per il pagamento della disoccupazione Naspi sono:

  • il documento di identità, non scaduto ed in corso di validità, scansionato correttamente in pdf,
  • il permesso di soggiorno in corso di validità per i disoccupati stranieri,
  • il modello Sr163, compilato correttamente in tutte le sue parti, senza errori, cancellature o scritte non leggibili. Questo documento è fondamentale per l’istruttoria della disoccupazione Naspi e si deve allegare alla domanda, ogni qualvolta si presenti una richiesta di prestazione di sostegno al reddito, come il bonus mamma, il bonus bebè e la domanda bonus asilo nido. Ogni modulo deve contenere nella sezione: poiché ho richiesto questa prestazione, la dicitura esatta della richiesta che si sta inoltrando. Ad esempio disoccupazione Naspi.
  • Bisogna allega il contratto a tempo determinato, soprattutto per i docenti precari,
  • la lettera di dimissioni per giusta causa e la contestazione fatta al datore di lavoro, con le ricevute della pec o della raccomandata,
  • l’autorizzazione della direzione provinciale del lavoro in caso di dimissioni durante il periodo di maternità.

Come allegare documenti integrativi alla domanda Naspi?

Nel caso di richiesta da parte dell’Inps, di integrazione documenti, il cittadino deve prima di tutto controllare se la procedura permette di allegare dei documenti dopo l’invio della domanda.

La procedura telematica Inps:

  • del bonus bebè,
  • del bonus mamma,
  • del bonus asilo nido,
  • della domanda di autorizzazione degli assegni familiari,

permette di allegare e trasmettere in maniera differita i documenti richiesti dall’Inps.

Mentre per quanto riguarda la disoccupazione Naspi, si possono comunicare delle variazioni, solo attraverso il modello Naspi com, però non è possibile allegare nuovi documenti con la funzione del cittadino. I patronati possono allegare i documenti con la funzione allegati.

Per questo l’Inps, ha comunicato più volte, che è possibile integrare la documentazione richiesta dall’Istituto per sbloccare la Naspi, attraverso:

  1. l’invio della documentazione integrativa tramite l’email della sede locale Inps di competenza,
  2. tramite pec, alla sede locale dell’Inps di competenza, in base alla residenza del disoccupato,
  3. con raccomandata con ricevuta di ritorno,
  4. recandosi direttamente allo sportello Inps, attraverso una prenotazione.

Questo vale anche per integrare i documenti per la disoccupazione Dis-Coll.

Che cos’è il Naspi com Inps?

Il modello Naspi com è un modulo online Inps, per comunicare qualsiasi variazione inerente il pagamento della disoccupazione Naspi.

Con il Naspi com è possibile comunicare all’Inps:

  • le giornate lavorate mensilmente con un contratto di lavoro a chiamata, durante la percezione della Naspi,
  • il reddito presunto di lavoro autonomo da comunicare entro il 31 Gennaio,
  • il reddito presunto di lavoro dipendente, nel caso di svolgimento di attività lavorativa in più anni durante la corresponsione della Naspi,
  • la revoca della trattenuta sindacale sulla Naspi,
  • i periodi di ricovero o malattia,
  • i periodi di lavoro all’estero,
  • per sbloccare gli ultimi 30 giorni della Naspi.

Per inviare il modello naspi com bisogna accedere al servizio online Inps domande per prestazioni a sostegno del reddito. 

Bisogna scrivere il codice fiscale e le credenziali Inps e cliccare su Naspi, Comunicazione Naspi com.

Comunicazione Naspi com
Comunicazione Naspi com

Se non la naspi non si sblocca, è importante sollecitarla tramite l’invio di un quesito per iscritto, con il servizio online Inps risponde online.

Consulenza Online da Insindacabili.it
Hai bisogno di una Consulenza? Visita la nostra Area dedicata! I nostri professionisti ti attendono online, per aiutarti a risolvere le tue problematiche fiscali e previdenziali.

Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui